Skin ADV
La Voce di Pistoia
  • 14:03 - 21/3/2019
  • 617 utenti online
  • 29445 visite ieri
  • [protetta]
  • Cerca:
In evidenza:  
SCI

La carica dei giovanissimi: sabato 16 marzo è stato l’ultimo appuntamento del circuito del Trofeo Soldaini, riservato alle categorie da super baby (under 7) fino a cuccioli (under 12).

BASKET

Domenica prossima (palla a due alle 20.45) i biancorossi saranno di nuovo di scena al PalaCarrara contro Reggio Emilia, in quella che si annuncia come la classica sfida senza ritorno. Per l'OriOra sarà fondamentale raccogliere in fretta i cocci

BASKET

Domenica a Cremona è arrivata la sua miglior prestazione in carriera, a conferma di come, ad appena 21 anni, il suo contributo, anche in termini di atteggiamento, sia paragonabile a quello di un veterano

MTB

Anche gli atleti non iscritti a nessun Ente potranno partecipare presentando il Certificato medico e pagando una quota assicurativa giornaliera da aggiungere al costo d’iscrizione.

ATLETICA

Nella prima uscita stagionale il sodalizio pistoiese conquista tre ori, un argento e un bronzo piazzandosi al decimo posto nella classifica assoluta femminile e undicesimo in quella maschile

PODISMO

Continua il momento positivo della “SILVANO FEDI” che marcia alla grande per un 2019 già denso di successi (giunti a quota 45). All’Abetone, biancorossi in grande spolvero alla “Snow Run”, con vittoria di società, 1^ piazza di Manuela Bacci fra le “Ladies”

CHITI SCHERMA

Si è infatti classificata al 9° posto su un lotto di oltre 100 partecipanti provenienti da molti paesi, compresi Giappone, Hong Kong, Stati Uniti e Australia. Il girone di qualificazione chiuso senza sconfitte le ha consentito di ottenere la seconda testa di serie nel tabellone ad eliminazione diretta

BASKET

"La squadra è stata fin da subito informata, ma ha immediatamente compreso che, non potendo avere nessun tipo di controllo su questa situazione, non aveva senso stare a pensarci. E così onestamente è stato -prosegue il coach- e non ho visto da parte dei ragazzi nessun condizionamento sul piano mentale".

MOSTRA

Il cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci,  avvenuta a Amboise nel 1519, viene ricordato con la mostra ASSENZE dell’artista Andrea Dami che presenta una serie di opere-installazioni, alcune delle quali dedicate al Cenacolo di Leonardo da Vinci

TEATRO

Domenica 24 marzo l'omaggio di Tullio Solenghi alla comicità grottesca di Paolo Villaggio e dei suoi personaggi 

LIBRI

Sabato 23 marzo, alle ore 16.00, presso l’Auditorium della Banca Alta Toscana, a Vignole, Quarrata, avrà luogo la presentazione del volume “Spes nostra, salve. Luoghi di devozione nel territorio dell’Alta Toscana”, realizzato dalla Fondazione Banca Alta Toscana

TEATRO

Bartali: prima tappa, uno spettacolo, in forma di monologo, che vuole, attraverso la figura di uno dei ciclisti italiani più significativi del nostro secolo, approfondire alcune tematiche storiche connesse agli anni dell’occupazione nazista e alle relative conseguenze

MARZO, MESE DELLA DONNA

In questo marzo dedicato alla donna pubblichiamo un pensiero di Simone Magli, poeta e fotografo pistoiese

STORIA

Notizie dall'Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea di Pistoia e tutte le prossime iniziative

TEATRO

Il teatro e la passione di Elisabetta Salvatori per le grandi figure le hanno messe accanto e lo spettacolo, abbraccia Medioevo e Risorgimento, seguendo i fili che Caterina e Beatrice hanno in comune

TEATRO

Ancora la musica protagonista nella stagione del Manzoni di Pistoia che ospita dal 22 al 24 febbraio, in prima regionale, Don Giovanni di Mozart secondo l'Orchestra di Piazza Vittorio. Torna quindi a Pistoia l'Orchestra più multietnica d'Italia

Non ho bisogno di te, ho voglia di te. vita mia
Non .....
Mai sarebbe andata,
ma in qualche modo
lasciai .....
Dal libro
"PER MIA FORTUNA, AMANDO, MI SONO ROVINATO .....
Il consenso delle stelle

Esiste una favola vera
dove .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Pescia, centro storico, 3° piano.
Tre vani e ½ di mq. 60 .....
Randstad Italia Spa

Ricerca

per ALIA Servizi Ambientali .....
Quarrata
Pistoia
Pistoia
Montale
Montale
Pistoia
Pistoia
Quarrata
Quarrata
none_o
Alessio Colomeiciuc: "La scomparsa della Cassa di Risparmio in un territorio senza prospettive di sviluppo"

27/2/2019 - 10:16

Alessio Colomeiciuc,  ex presidente della Cassa di Risparmio di Pistoia e della Lucchesia, interviene sul nuovo corso dell'istituto bancario cittadino:
 
"Il 25 febbraio scorso, dopo 188 anni, è definitivamente scomparsa la Cassa di Risparmio di Pistoia e della Lucchesia, la banca protagonista, nel secondo dopoguerra, della grande trasformazione economica del nostro territorio.
La sua storia non si è conclusa per demeriti o cattiva gestione, bensì per essere stata riconosciuta (ed acquistata) quale azienda efficiente e redditizia, con ampie quote di mercato del credito e del risparmio, con estese relazioni con l’intero sistema economico provinciale, con un consolidato ruolo nel settore culturale e sociale. 
Intesa San Paolo, che l’ha incorporata, è la più importante ed apprezzata banca italiana e saprà certamente valorizzare l’istituto pistoiese, pagato del resto centinaia di milioni di euro alla nostra Fondazione. 
Ma è un dato di fatto che, da ora in poi, la Cassa non ci sarà più e, senza di essa, non ci sarà più la storica 'cabina di regia' del sistema economico locale, l’instancabile propulsore di attività produttive, commerciali e artigianali, l’istituzione finanziaria in grado di interloquire quotidianamente con imprenditori, commercianti e professionisti pistoiesi, di sostenerne le idee ed accompagnarne i progetti di sviluppo o di ascoltarne preoccupazioni e difficoltà.
Sorprende che la conclusione di una vicenda così densa di implicazioni sia avvenuta in un clima di rassegnato silenzio delle Istituzioni, associazioni e categorie economiche  e sindacali provinciali, in assenza persino di un confronto pubblico in grado di valutare e far comprendere ai pistoiesi gli effetti 'strutturali' della scomparsa della Cassa, da sempre essenziale espressione del terziario avanzato (credito) e di una moderna cultura d’impresa, imprescindibile alimento  di opportunità e occupazione qualificate, di pregiato indotto professionale ed artigianale, di vitalità urbana,  persino di PIL provinciale.
Sorprende che di questo confronto non si sia sentita la necessità neppure dopo i drammatici cambiamenti che nell’ultimo decennio hanno investito (o meglio devastato) l’intera struttura socio-economica pistoiese, facendo scomparire importanti istituzioni pubbliche, associazioni industriali e di categoria, redazioni di giornali, strutture scolastiche e sanitarie, banche, interi distretti manifatturieri (mobile, calzatura), determinando la chiusura di centinaia di imprese, la scomparsa  di oltre mille fra artigiani e commercianti, la cronicizzazione di alti tassi di disoccupazione giovanile e di indigenza, l’inarrestabile progressione dell’indice di vecchiaia della popolazione (arrivato a 199,2), la ricorrente emigrazione dei nostri giovani più intraprendenti, disuguaglianze crescenti di ricchezza, reddito ed opportunità.
Ma ancora di più sorprende l’indifferenza della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, quasi che essa non costituisse la continuazione ideale della storica banca e si potesse addirittura dimenticare che la sua ormai solitaria potenza patrimoniale e finanziaria è, anzitutto, il diretto effetto proprio della ottimale vendita della banca: un effetto frutto anche dell’impegno di tanti dipendenti pistoiesi, centinaia dei quali tuttora lavorano nelle decine di filiali sparse sul territorio, oltrechè dell’opera di molte personalità locali che, in quasi due secoli, hanno ben amministrato, diretto e vigilato la banca, acquisendo fra l’altro prestigiosi  immobili (Palazzo Azzolini e Palazzo Michelucci, in primis) e prestigiose opere d’arte (Collezione Bigongiari dedicata alla pittura fiorentina del ‘600, tempere murarie di Giovanni Boldini, sculture di Marino Marini, decorazioni di Galileo Chini): beni che  una poco meditata e ancor meno lungimirante decisione della Fondazione ha improvvidamente lasciato in proprietà  ad Intesa San Paolo.
E quasi che la Cassa di Risparmio, in quanto azienda di credito, fosse ormai divenuta una presenza imbarazzante, una sorta di fastidioso ricordo da rimuovere quanto prima, al punto da proporne recentemente, senza imbarazzo alcuno, la anticipata  eliminazione perfino dalla stessa denominazione della Fondazione.
Un comportamento inatteso ed incomprensibile, quello appena descritto, che soltanto l’ignoranza della storia e della essenziale funzione creditizia della Cassa di Risparmio può spiegare e che dimentica che non può esistere futuro, per il nostro territorio, se la filantropia e la solidarietà sociale non si accompagnano con un sostenibile e durevole sviluppo economico".

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: