Skin ADV
La Voce di Pistoia
  • 17:05 - 27/5/2018
  • 1060 utenti online
  • 48877 visite ieri
  • [protetta]
  • Cerca:
In evidenza:  
CHITI SCHERMA

Un successo di enorme prestigio per il giovane alfiere della Chiti Scherma e per tutto il movimento pistoiese. La gara si è disputata nella usuale cornice di Riccione, dove nell’arco di una settimana si sono alternati in pedana oltre 3000 atleti appartenenti alle categorie under 14

BASKET

Dopo tre anni ricchi di gioie e successi, le strade del Pistoia Basket 2000 e di coach Vincenzo Esposito si separano. Approdato a Pistoia nell'estate del 2015, Esposito ha totalizzato 97 presenze sulla panchina biancorossa (tutte in serie A) riportando alcuni significativi record nella storia del basket cittadino.

CALCIO

Alla manifestazione prenderanno parte 69 squadre (60 maschili e 9 femminili) per un totale di oltre 200 partite nei 16 campi da gioco allestiti all’impianto del Centro Sportivo Renzo Brizzi di Massa e Cozzile

MTB

Sono state consegnate due targhe, una alla società con la scritta "All'Avis Bike Pistoia, perché ​l'​unione fa la forza", l'altra con la dedica "Ad Edita Pucinskaite, Campionessa nello Sport e nella Vita"

CALCIO

Sono aperte le iscrizioni al “F. Real Madrid Clinics” il camp estivo riservato a ragazzi tra 7 e 15 anni in programma al campo Edy Morandi delle Fornaci dal 18 al 22 giugno prossimi

SCHERMA

L’ultima prova interregionale under 14 ha regalato molte soddisfazioni alla Chiti Scherma. La lunga maratona stagionale che ha portato gli atleti delle categorie più giovani a disputare ben tre prove nazionali, due interregionali e due regionali, si è conclusa sulle pedane di Arezzo

PODISMO

Domenica 15 aprile torna la kermesse sportiva  9° Trofeo CNA 10.000 City Run, la gara podistica competitiva (10 km) e ludico motoria (5 km) organizzata da CNA PENSIONATI TOSCANA CENTRO, Uisp e Associazione Silvano Fedi

ATLETICA CARIPIL

Sono nove le medaglie conquistate dalla società pistoiese ai Toscani Indoor Junior, Under16 e Under14. Spicca Alessio Geri che vince il titolo e poi piazza la seconda misura stagionale italiana dell’anno nel salto in alto con 1.86m fra gli Under16

MOSTRA

Alla Fondazione Vivarelli potremo vedere opere che contengono sia l’architettura, sia il paesaggio che la ospita. Questi lavori fanno parte di una ricerca che rimane un punto importante nel lavoro di Basetti, da cui ha tratto “linfa” vitale

PISTOIA MINIMAL
di Simone Magli

Per scoprire piccoli dettagli di Pistoia, dando ogni volta un’indicazione sul luogo dello scatto, ma senza svelare più di tanto, nella speranza che nei lettori si alimenti la voglia di osservare, stupirsi, conoscere angoli preziosi della città

MOSTRA FOTOGRAFICA

Dodici foto per raccontare gli eccessi della vita contemporanea. Dal 21 maggio alla San Giorgio la mostra di Legambiente Pistoia con foto di Beatrice Beneforti

PISTOIA MINIMAL
di Simone Magli

Per scoprire piccoli dettagli di Pistoia, dando ogni volta un’indicazione sul luogo dello scatto, ma senza svelare più di tanto, nella speranza che nei lettori si alimenti la voglia di osservare, stupirsi, conoscere angoli preziosi della città

MOSTRA

Tutti gli eventi si svolgeranno dal 17 al 30 maggio nella straordinaria cornice dell'ex chiesa di san Giovanni Battista in corso Gramsci 41

PISTOIA MINIMAL
di Simone Magli

Per scoprire piccoli dettagli di Pistoia, dando ogni volta un’indicazione sul luogo dello scatto, ma senza svelare più di tanto, nella speranza che nei lettori si alimenti la voglia di osservare, stupirsi, conoscere angoli preziosi della città

RASSEGNA TEATRALE

“In-canti sotto la luna” è il titolo che la Fondazione Turati ha voluto dare alla sua prima rassegna teatrale, articolata in 4 spettacoli,  che si terrà, nell’estate del 2018, nel giardino del Centro Socio-Sanitario che la Turati gestisce a Gavinana

PISTOIA MINIMAL
di Simone Magli

Per scoprire piccoli dettagli di Pistoia, dando ogni volta un’indicazione sul luogo dello scatto, ma senza svelare più di tanto, nella speranza che nei lettori si alimenti la voglia di osservare, stupirsi, conoscere angoli preziosi della città

Mai sarebbe andata,
ma in qualche modo
lasciai .....
Dal libro
"PER MIA FORTUNA, AMANDO, MI SONO ROVINATO .....
Il consenso delle stelle

Esiste una favola vera
dove .....
Una vasta prateria
campi e prati incolti
un ex soldato .....
EURO 63. 000, 00

Pescia, centro storico, 3° piano.
Tre .....
Vendo o scambio a 18 km da Bologna (Medicina) appartamento mansardato .....
La mostra si terrà presso lo spazio ArtistikaMente in Largo .....
Cerchiamo su Pistoia n. 3 ragazze disposte a fare da modelle .....
PROVINCIA
"Alzheimer peggio di Aids e Tbc, ma non se ne parla": a Montecatini un convegno su un "flagello" seminascosto

16/5/2018 - 15:03

Il professor Giulio Masotti, geriatra di fama, lo ripete sgomento da anni: “La tubercolosi, che colpiva giovani e adulti, fu oggetto per decenni di martellanti campagne internazionali. Per l’Aids sono stati stanziati fondi colossali. Invece di Alzheimer e demenze, flagello ben peggiore di Aids e Tbc che solo in Italia coinvolge milioni di malati e famiglie, trattandosi di anziani, politica e società civile ne parlano appena. Ecco: due mesi per trattare di flat tax, reddito di cittadinanza e poltrone, ma sulla demenza non una virgola”.

Presidente onorario della Società di geriatria e gerontologia, Masotti ha insistito sul punto presentando a Pistoia il programma del 9° Congresso nazionale sui Centri diurni Alzheimer che, per la prima volta, si tiene a Montecatini Terme (Teatro Verdi, 18-19 maggio), co-organizzatori i colleghi Carlo AdrianoBiagini, Alberto Cester, Andrea Ungared Enrico Mosselloin veste di coordinatore scientifico.

“Purtroppo”, dice Masotti, “combattiamo contro i mulini a vento. I politici sono del tutto sordi. Né bastano le prestazioni del Servizio sanitario.

Le singole realtà non ce la fanno. Malati e caregiver sono lasciati soli mentre si dovrebbe aiutarli in ogni modo. Manca una gigantesca campagna per la diagnosi precoce, per la prevenzione e la ricerca, che coinvolga associazionismo, non profit, fondazioni, media, creativi, professioni sanitarie, scuole. E alla guida di questo esercito del bene uno Stato convinto e aggressivo”.

Curato dall’Unità di medicina dell’invecchiamento dell’Università di Firenze con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia presieduta dal commercialista Luca Iozzelli, il congresso sui Centri diurni Alzheimer rappresenta in Italia la frontiera più avanzata del pianeta demenze, il luogo dove ricercatori, clinici, psicoterapeuti e specialisti vari si danno conto di ogni novità.

Anche stavolta non mancano notizie di progressi della ricerca di sicuro interesse. Ma in assenza tuttora di farmaci davvero vincenti, l’accento del congresso cade necessariamente sulla prevenzione da un lato e, dall’altro, sulla figura strategica del caregiver, oggi legalmente ed economicamente misconosciuta.

Da ricordare, per inciso, che in Italia l’Alzheimer è ormai la terza causa di morte. Non solo: condanna a lunghi anni di sofferenza e a spese che troppi non possono permettersi. Stiamo parlando di 2,5 milioni di malati, di cui 85 mila inToscana, 20 mila a Firenze, 7 mila a Pistoia. Con familiari e caregiver gli abitanti del pianeta demenza superano i 5 milioni. Previsioni? Pessime: di questo passo, con la popolazione che invecchia, si arriverà in pochi decenni a dati insostenibili.

Del decadimento cognitivo, comunque causato, se ne sa però già abbastanza per dire che lo si può in parte prevenire con uno stile di vita avveduto: sana alimentazione, attività intellettuale e fisica, relazioni sociali. Niente di complicato. Ma, come si diceva, manca chi aiuti gli anziani a uscire dall’isolamento.

A proposito di prevenzione il congresso propone varie relazioni. Tra le principali quelle del neurologo Ubaldo Bonuccelli che a Pisa ha appena avviato la seconda fase del progetto Train the Brain (allena il cervello) ideato per trattare i pazienti appunto con lo stile di vita; dello psicogeriatra Marco Trabucchi, presidente dell’Associazione scientifica della categoria, sulla solitudine nella demenza e i possibili rimedi; e dell’educatore Luca Carli Ballola che con il metodo TimeSlips aiuta i malati a risocializzarsi e ad esercitare la memoria tra visite ai musei e sedute di gruppo. Poi parola all’ex parlamentare M5S Laura Bignami che ha lavorato alla legge sul riconoscimento legale dei caregiver.

Sul fronte della ricerca, invece, l’odontoiatra Caterina Perra (Asl Toscana Centro) riferisce sulle novità internazionali circa il sorprendente rapporto tra masticazione e funzione cognitiva, oltre a quanto in tema già si fa nella regione. Due gli interventi dal prestigioso istituto Irccs S. Lucia di Roma: il biochimico Sergio Oddi con l’elogio della Marjiuana e i risultati dei promettenti test in corso sugli endocannabinoidi, la cannabis che il corpo produce naturalmente; il neuropsichiata Carlo Caltagirone sulle conseguenze dell’uscita dalla ricerca di Merck e Pfizer, due star di Big Pharma.

Dunque un programma di alto profilo scientifico assai bene articolato, merito anche della Fondazione Crpp che per il problema Alzheimer ha mostrato da tempo inconsueta sensibilità e lungimiranza.

“Aver sostenuto il congresso fin dalla prima edizione “ha detto ai giornalisti il presidente Iozzelli, “è per noi motivo di autentico orgoglio, così come siamo orgogliosi dei tanti investimenti nel sociale con iniziative di sostegno e di intervento diretto destinate appunto alle vittime dell’Alzheimer”.

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: