Skin ADV
La Voce di Pistoia
  • 10:06 - 20/6/2019
  • 1474 utenti online
  • 30922 visite ieri
  • [protetta]
  • Cerca:
In evidenza:  
SCHERMA

La portacolori della Chiti Scherma ha registrato due prestazioni gagliarde dove soprattutto ha mostrato evidenti progressi nel suo rendimento sul piano tecnico. La dimostrazione è proprio la grande semifinale disputata nella gara di spada

PODISMO

Oltre 600 podisti hanno dato vita alla trentatresima edizione della <<Stranotturna di Agliana>>,gara podistica in notturna di km 10 e ludico-motoria di km 6 e organizzata dalla Podistica Misericordia Aglianese, con il patrocinio dell'amministrazione comunale.

PODISMO

Stiamo per entrare nel mese della PISTOIA-ABETONE, gara-leggenda del podismo italiano (giunta alla 44^ edizione), al via Domenica 30 Giugno con la consueta partenza alle ore 7.30 dalla storica Piazza del Duomo di Pistoia ed arrivo alle celebri “Piramidi” della famosa stazione sciistica montana

ATLETA DELL'ANNO

Quest’anno il titolo principale è andato Giulia Gabbrielleschi, una nuotatrice già bronzo mondiale e argento europeo, attualmente convocata nella nazionale italiana per le qualificazioni al mondiale del prossimo luglio

MTB

I ciclisti della decima edizione saranno invitati a fermarsi ai ristori, situati in sette punti lungo i quattro percorsi Strada e uno Mountain Bike, per reintegrare i liquidi persi e assaggiare prodotti locali, ma non finisce qui...

SCHERMA

Resta comunque un 4° posto di tutto rispetto che lascia la compagine pistoiese ai vertici nazionali. E ora tocca alle ragazze, che a giugno a Palermo dovranno lottare per conquistare la salvezza in serie A/1.

BILIARDO

Si ritorna in Italia e più precisamente a Pistoia. Il palazzetto dello sport cittadino, il PalaCarrara, ospiterà i biliardi sui quali si disputeranno le fasi finali della rassegna Iridata, giunta alla sua 24° edizione

CALCIO

È con profonda amarezza che dobbiamo purtroppo prendere atto che il calcio a Pistoia sta vivendo uno dei periodi più bui della sua storia quasi centenaria: eppure siamo nella terza serie professionistica nazionale e, almeno finora, non abbiamo corso seri pericoli di retrocessione

MUSICA

Al teatro Mascagni si esibiranno Daniele Donadelli e Michele Marini, Jimmy Villotti, Tchavolo Schmitt, Davide Riondino e Note Noire. Sabato pomeriggio al Maeba è in programma un corso di ballo swing

 
TEATRO

Terza edizione per il Pistoia TEATRO Festival: un ricco cartellone che animerà vari spazi, in giugno e luglio, con una vivace programmazione all'insegna dei diversi linguaggi artistici del nostro tempo, tra musica, teatro e danza.

STORIA

31 MAGGIO 2019 Presentazione del libro “O vivo morto dovrà ritornar, dovrà ritornar. Le vicissitudini di una comunità trentina nella Prima Guerra Mondiale” di  Gianfranco Molteni, Ore 17:30 – Pistoia, Libreria Lo Spazio, via dell’Ospizio 26-28

DIALOGHI SULL'UOMO

Vandana Shiva, fisica ed economista indiana, è tra i massimi esperti internazionali di ecologia sociale. Dirige la Research Foundation for Science, Technology, and Natural Resource Policy di Dehradun, in India.

Fernando Aramburu ai Dialoghi sull'Uomo

La difficoltà di convivere, l’odio, la vendetta sono da sempre temi centrali della letteratura di tutti i tempi. Lo sono anche del romanzo Patria e dei racconti di Dopo le fiamme di Fernando Aramburu, uno degli scrittori più amati degli ultimi anni

ARTE

Domenica 12 maggio dalle ore 17, presso Lo Spazio di via dell’ospizio, verrà inaugurata la mostra di disegni di Alessandro Sarteschi, "Imprendibile orizzonte".

TEATRO

Asciutto e sincero, empatico e semplice, costruito con l'amichevole supervisione de Gli Omini, Passo dopo arriva in Segheria, con una chitarra, una voce e un pianoforte

POESIA

Venerdì 10 maggio SassiScritti organizza a Pistoia Le cose illuminate una passeggiata poetica e musicale per ricordare Sergio Salabelle che, attraverso la libreria Les Bouquinistes ha costruito un centro di cultura e aggregazione importante per la città

Non ho bisogno di te, ho voglia di te. vita mia
Non .....
Mai sarebbe andata,
ma in qualche modo
lasciai .....
Dal libro
"PER MIA FORTUNA, AMANDO, MI SONO ROVINATO .....
Il consenso delle stelle

Esiste una favola vera
dove .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Pescia, centro storico, 3° piano.
Tre vani e ½ di mq. 60 .....
Randstad Italia Spa

Ricerca

per ALIA Servizi Ambientali .....
Pistoia
Quarrata
Pistoia
Quarrata
Montale
Pistoia
Quarrata
Quarrata
PISTOIA
A Pistoia si rinnova l'appuntamento della comunità degli economisti industriali

13/6/2019 - 8:50

 

Si è tenuto per il terzo anno consecutivo a Pistoia, chiamando a raccolta e a confronto il mondo della ricerca nel campo dell’economia industriale, il seminario residenziale del Centro Studi Confindustria “Le trasformazioni del sistema industriale”. 

 

Una due giorni di alto spessore, resa possibile dalla collaborazione fra il sistema Confindustria (nel livello nazionale e in quello locale di Confindustria Toscana Nord), e Intesa Sanpaolo. Determinante il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, che nell’antico Palazzo dei Vescovi ha ospitato i lavori.

 

Dopo una serie di relazioni sugli scenari di politica economica e sul posizionamento in essi del comparto manifatturiero nazionale, la parte finale del convegno è stata dedicata all’analisi dell’economia del territorio, in raffronto con il quadro nazionale; preziosi in questo senso il contributo scientifico offerto dalla prestigiosa Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaoloe dal Centro Studi di Confindustria Toscana Nord.

 

Lo studio mette in luce gli elementi di debolezza del sistema produttivo italiano (bassa concorrenza nei servizi, inefficienze della burocrazia, incertezza cronica delle normative e della stessa politica, deficit infrastrutturale, dinamiche demografiche), ma anche i fattori che gli consentono di rimanere vitale. In questo senso, il fitto tessuto di relazioni sui territori e nelle filiere ha permesso al modello italiano di reggere l’impatto della forte pressione concorrenziale dei paesi emergenti, mantenendo il saldo manifatturiero in positivo e su livelli tra i più elevati al mondo. 

 

Nella ricerca vengono messe in evidenza le performance dell'area Lucca-Pistoia-Pratosull'export: secondo la Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo, un buon contributo alla competitività internazionale italiana è venuto proprio dalle tre province, che nel 2018 hanno mostrato un progresso dell’export pari al 5,8%, quasi il doppio rispetto alla media italiana (“ferma” al +3,1%). Complessivamente tra il 2008 e il 2018 la crescita delle esportazioni di quest’area è stata pari al 26,7% (contro +25,4% dell’Italia). Lucca e Prato sono state trainanti, con un progresso dell’export rispettivamente pari al 38,3% e al 29,2%. La propensione all’export di Lucca-Pistoia-Prato è così salita al 34,6%, oltre cinque punti percentuali in più rispetto all’Italia. Spiccano, in particolare, i risultati conseguiti da alcuni settori tradizionali come l’abbigliamento a Prato e Lucca (+578 milioni di euro negli ultimi dieci anni in tutta l’area), la meccanica soprattutto a Lucca ma anche a Prato e Pistoia (+465 milioni), i prodotti in carta a Lucca (+394), ma anche da alcuni settori di nuova specializzazione di questi territori, come la farmaceutica a Lucca e limitatamente anche a Prato (+179 milioni), l’elettrotecnica a Lucca e Pistoia (+130 milioni), il biomedicale a Pistoia e Lucca (+28 milioni) e la cosmetica in tutta l’area (+24 milioni). Bene anche la filiera agro-alimentare dove si è messa in evidenza soprattutto la provincia di Pistoia. Le straordinarie performance di questi settori hanno in gran parte compensato le difficoltà dell’industria del mobile e del tessile.

 

Il distretto del tessile-abbigliamento di Pratosi conferma una realtà centrale per l’economia del territorio con un ruolo di rilievo anche nel contesto nazionale: un addetto su diecidel settore del tessile e abbigliamento è impiegato nella provincia toscana. Un aspetto particolarmente originale e pregevole dello studio è costituito dall'analisi del raggio spaziale entro cui avvengono le relazioni economiche(rapporti con clienti e fornitori, dall'approvvigionamento di materie prime ai servizi e alle attività terziarie in genere) nei distretti italiani. Nel caso di Prato le distanze sono particolarmente ravvicinate: il distretto pratese è superato solo, di poco, da quello conciario di Santa Croce. Una indicazione preziosa, questa, per evidenziare la natura spiccatamente distrettuale di Prato, che continua a trovare e a immettere al proprio interno risorse materiali, finanziarie e di servizi, con flussi che fanno perno sul territorio in misura nettamente maggiore rispetto ad altre realtà.

 

Il distretto cartario di Luccaha dimostrato negli anni uno spiccato dinamismo e rappresenta una realtà che è riuscita a imporsi nel territorio in un’ottica marcata di filiera, integrando sia la parte di progettazione e meccanica, sia la componente produttiva e commerciale. È significativo che più di un terzo degli addettiitaliani del comparto dei prodotti igienico-sanitari sia localizzato a Lucca. 

 

Nel territorio pistoiese il distretto calzaturierooccupa più di un addetto su diecidel manifatturiero. Questa rilevanza sale se consideriamo la capacità di proporsi verso i mercati esteri: le esportazioni del distretto rappresentano infatti il 13% dell’export manifatturiero della provincia. Questo ruolo si è rafforzato ulteriormente nell’ultimo anno, grazie a una crescita di dieci milioni che ha portato l’export a 134 milioni, valore superiore anche al dato del 2008 del 30%. Le prime evidenze disponibili su scala nazionale mostrano segnali incoraggianti anche per il 2019 con una crescita delle esportazioni della filiera della pelle pari a circa il 10%. E’ pertanto concreta la possibilità per il distretto toscano di consolidare il proprio ruolo in un settore che, pur in un quadro di forte incertezza a livello internazionale, presenta prospettive di espansione.

 

**** 

Il presidente di Confindustria Toscana Nord nell'avviare i lavori ha formulato l'auspicio che il seminario diventi un appuntamento stabile. Ha inoltre messo l’accento sui buoni frutti che nascono dalla collaborazione fra sistema di rappresentanza delle imprese e sistema bancario: “Credo – ha affermato Giulio Grossi– che sia compito di Confindustria, dei grandi istituti bancari, dell’associazionismo economico, alzare ulteriormente il livello dell’analisi delle dinamiche dell’economia reale, dei territori manifatturieri dove si compete e si crea ricchezza, per rendere ancora più autorevole e incisivo il lavoro di rappresentanza a livello nazionale e locale”.

 

 

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: