Skin ADV
La Voce di Pistoia
  • 08:06 - 27/6/2019
  • 581 utenti online
  • 30928 visite ieri
  • [protetta]
  • Cerca:
In evidenza:  
SCHERMA

Festa grande alla Chiti per una premio bello e meritato. La stagione master ha regalato ad Antonio Vannucci la qualificazione ai campionati del mondo master nella categoria over 60 fioretto.

SCHERMA

La portacolori della Chiti Scherma ha registrato due prestazioni gagliarde dove soprattutto ha mostrato evidenti progressi nel suo rendimento sul piano tecnico. La dimostrazione è proprio la grande semifinale disputata nella gara di spada

PODISMO

Oltre 600 podisti hanno dato vita alla trentatresima edizione della <<Stranotturna di Agliana>>,gara podistica in notturna di km 10 e ludico-motoria di km 6 e organizzata dalla Podistica Misericordia Aglianese, con il patrocinio dell'amministrazione comunale.

PODISMO

Stiamo per entrare nel mese della PISTOIA-ABETONE, gara-leggenda del podismo italiano (giunta alla 44^ edizione), al via Domenica 30 Giugno con la consueta partenza alle ore 7.30 dalla storica Piazza del Duomo di Pistoia ed arrivo alle celebri “Piramidi” della famosa stazione sciistica montana

ATLETA DELL'ANNO

Quest’anno il titolo principale è andato Giulia Gabbrielleschi, una nuotatrice già bronzo mondiale e argento europeo, attualmente convocata nella nazionale italiana per le qualificazioni al mondiale del prossimo luglio

MTB

I ciclisti della decima edizione saranno invitati a fermarsi ai ristori, situati in sette punti lungo i quattro percorsi Strada e uno Mountain Bike, per reintegrare i liquidi persi e assaggiare prodotti locali, ma non finisce qui...

SCHERMA

Resta comunque un 4° posto di tutto rispetto che lascia la compagine pistoiese ai vertici nazionali. E ora tocca alle ragazze, che a giugno a Palermo dovranno lottare per conquistare la salvezza in serie A/1.

BILIARDO

Si ritorna in Italia e più precisamente a Pistoia. Il palazzetto dello sport cittadino, il PalaCarrara, ospiterà i biliardi sui quali si disputeranno le fasi finali della rassegna Iridata, giunta alla sua 24° edizione

MUSICA

Al teatro Mascagni si esibiranno Daniele Donadelli e Michele Marini, Jimmy Villotti, Tchavolo Schmitt, Davide Riondino e Note Noire. Sabato pomeriggio al Maeba è in programma un corso di ballo swing

 
TEATRO

Terza edizione per il Pistoia TEATRO Festival: un ricco cartellone che animerà vari spazi, in giugno e luglio, con una vivace programmazione all'insegna dei diversi linguaggi artistici del nostro tempo, tra musica, teatro e danza.

STORIA

31 MAGGIO 2019 Presentazione del libro “O vivo morto dovrà ritornar, dovrà ritornar. Le vicissitudini di una comunità trentina nella Prima Guerra Mondiale” di  Gianfranco Molteni, Ore 17:30 – Pistoia, Libreria Lo Spazio, via dell’Ospizio 26-28

DIALOGHI SULL'UOMO

Vandana Shiva, fisica ed economista indiana, è tra i massimi esperti internazionali di ecologia sociale. Dirige la Research Foundation for Science, Technology, and Natural Resource Policy di Dehradun, in India.

Fernando Aramburu ai Dialoghi sull'Uomo

La difficoltà di convivere, l’odio, la vendetta sono da sempre temi centrali della letteratura di tutti i tempi. Lo sono anche del romanzo Patria e dei racconti di Dopo le fiamme di Fernando Aramburu, uno degli scrittori più amati degli ultimi anni

ARTE

Domenica 12 maggio dalle ore 17, presso Lo Spazio di via dell’ospizio, verrà inaugurata la mostra di disegni di Alessandro Sarteschi, "Imprendibile orizzonte".

TEATRO

Asciutto e sincero, empatico e semplice, costruito con l'amichevole supervisione de Gli Omini, Passo dopo arriva in Segheria, con una chitarra, una voce e un pianoforte

POESIA

Venerdì 10 maggio SassiScritti organizza a Pistoia Le cose illuminate una passeggiata poetica e musicale per ricordare Sergio Salabelle che, attraverso la libreria Les Bouquinistes ha costruito un centro di cultura e aggregazione importante per la città

Non ho bisogno di te, ho voglia di te. vita mia
Non .....
Mai sarebbe andata,
ma in qualche modo
lasciai .....
Dal libro
"PER MIA FORTUNA, AMANDO, MI SONO ROVINATO .....
Il consenso delle stelle

Esiste una favola vera
dove .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Pescia, centro storico, 3° piano.
Tre vani e ½ di mq. 60 .....
Randstad Italia Spa

Ricerca

per ALIA Servizi Ambientali .....
none_o
Festa della Polizia, il bilancio del questore La Porta: "Calano furti e rapine, aumentano i reati informatici"

11/4/2019 - 9:58

Ieri si è celebrato il 167° anniversario della fondazione della Polizia di Stato. La cerimonia si è svolta al liceo Scientifico Amedeo di Savoia Duca D’Aosta.


Pubblichiamo il discorso che il questore Salvatore La Porta ha tenuto nel corso di questa importante occasione, unitamente al bilancio numerico dei delitti commessi nella provincia di Pistoia dal 10 aprile 2018 al 28 marzo 2019

 

"Tema della manifestazione odierna, come negli anni  scorsi è: 'Esserci sempre', espressione che sottolinea la nostra mission, dedicata appunto alla vicinanza ai cittadini ed alle loro esigenze di sicurezza.
Esserci sempre in questo momento difficile che stiamo attraversando vuol dire tutelare la libertà e la sicurezza dei cittadini insidiate da nuove articolazioni criminali, da nuove pulsioni eversive e  da fenomeni di tensione e disordine presenti nella società.
Esserci sempre perché tutti insieme, dobbiamo contribuire ad una percezione della sicurezza come riconoscimento dell’identità delle persone e della loro partecipazione alla vita sociale, come contesto favorevole alla legalità ed al raggiungimento delle aspettative di ciascuno in contrapposizione ad una concezione distorta, frutto dell’incertezza di una crisi che è economica, ma anche sociale e morale.
E appunto per il nostro esserci sempre non a caso abbiamo voluto festeggiare il nostro anniversario in questa scuola che da più di settanta anni, coniugando in maniera armonica ed equilibrata la formazione scientifica con quella umanistica, forma generazioni di studenti preparandoli ad essere protagonisti nella società.
 Insieme  ai loro docenti,  abbiamo il dovere morale di garantire il futuro delle nuove generazioni segnando, unitamente alla società civile, alle altre istituzioni un esempio concreto di un percorso da condividere per seguire con impegno e determinazione l’affermazione della legalità, anche in tempi difficili come questi in cui la mancanza di validi riferimenti confondono le nuove generazioni, spesso ingannate da specchietti per le allodole e falsi profeti.

La famiglia, la scuola, le istituzioni,  la Polizia di Stato hanno l’obbligo morale di diffondere la cultura della legalità e della coscienza civile.
I giovani debbono comprendere che la legalità va intesa come responsabilità e non come un insieme di regole da rispettare a prescindere, vissuta e praticata  in prima persona per contrastare seriamente l’imperante individualismo con conseguente vuoto culturale,insofferenza alle regole, disinteresse per la cosa pubblica.
Noi che rappresentiamo le istituzioni, con compiti e competenze diverse nei confronti di questi giovani, siamo tenuti all’onestà personale e collettiva, contrastando fermamente certi atteggiamenti della classe dirigente  che incidono in maniera fortemente negativa sui processi di legalità. Abbiamo il dovere di evitare il comune sentire del 'cosi fan tutti', suscitando specialmente tra le giovani generazioni, scoraggiamento, disinteresse e l’impressione che le cose, malgrado l’impegno individuale, non cambieranno mai.

Corrado Alvaro, scrittore di S.Luca, paese tristemente noto per essere una capitale della ndrangheta, affermava che la disperazione peggiore di una società è il dubbio che vivere onestamente sia inutile.

Quindi abbiamo il dovere di infondere nei nostri giovani la consapevolezza che essi soli debbono essere arbitri della loro esistenza e decidere liberamente del proprio futuro, senza condizionamenti, nella consapevolezza che si può essere protagonisti nella società solo per le proprie capacità, le proprie ambizioni e attitudini, senza ricorrere, per affermarsi, a certi espedienti molto diffusi nella nostra società, specie nelle nostre pubbliche amministrazioni.
Per questo la Polizia di Stato, deve insieme alle altre istituzioni impostare una strategia a largo spettro, occupandosi non solo di reprimere  i reati sotto l’attenta guida della Magistratura inquirente e di gestire l’ordine pubblico di cui sono responsabili  Prefetto e Questore, ma   cercare di rendere più fruibile ed intellegibile il  servizio, dialogando con Istituzioni, Comuni, Associazioni, Scuole, Enti e società civile, sforzandosi di interpretare il bisogno di sicurezza esattamente come inteso e voluto dai cittadini.
E per esserci sempre i nostri Funzionari hanno partecipato a più di 100 incontri e convegni   con studenti nelle scuole di ogni ordine e grado per sensibilizzare le coscienze  alle tematiche della legalità e del rispetto dei valori civili e democratici, discutendo con loro di argomenti attuali quali il bullismo, la violenza, la dipendenza da alcool e droghe, di sicurezza stradale e pericoli della rete, sono stati coinvolti con incontri dedicati anche i genitori ed i professori.  

Tutte queste attività hanno consentito sicuramente di avvicinare il mondo della scuola all’attività della polizia, mi si è aperto il cuore quando alla fine della sentita manifestazione studentesca svoltasi  l’11 gennaio e a cui hanno partecipato gran parte degli studenti delle scuole secondarie pistoiesi, alcuni studenti hanno invitato i manifestanti ad applaudire i poliziotti presenti,un segno tangibile del riconoscimento dell’istituzione che rappresentiamo, che in tempi non lontani non era ipotizzabile, e che ci incoraggia ad andare avanti nel cammino intrapreso.
Altre iniziative sono state intraprese a tutela delle donne e degli anziani anche con corsi teorico pratici di difesa personale tenuti dai nostri istruttori e la diffusione di opuscoli informativi.
Ci siamo aperti, per esserci sempre, al confronto su tematiche varie con la società civile che abbiamo incontrato nei convegni, nei circoli, nelle associazioni,  abbiamo dato e ricevuto informazioni e a volte anche critiche, tutte utili per finalizzare al meglio la nostra mission, per fare come sempre il nostro dovere, con fermezza passione, ma soprattutto con spirito di servizio per garantire l’ordine e la sicurezza pubblica in questa provincia .
A tal proposito rivolgo il mio più sentito ringraziamento  a tutti gli operatori della Polizia di Stato e dell’amministrazione civile dell’interno   per aver contribuito, senza limiti di tempo, alla piena realizzazione dei nostri compiti istituzionali, spesso in modo umile e silenzioso, ma sempre con una profonda carica motivazionale e un ammirevole entusiasmo.
Grazie al loro impegno nel contrasto ad ogni forma di illegalità,  di seguito accennerò  alcuni dati dell’anno trascorso, che evidenziano un significativo calo di quasi tutti i reati, che confermano il trend già in atto da qualche anno.

 

I dati forniti dal centro elaborazione del Ministero dell’Interno che si riferiscono all’andamento generale della provincia in relazione all’attività di tutte le forze di polizia, sottolineano come le denunce di reato presentate nel periodo aprile 2018 - marzo 2019 presso gli uffici delle forze dell’ordine in ambito provinciale sono sensibilmente diminuite 11580 a fronte delle 13.097 dello stesso periodo dell’anno precedente. 

I reati che più allarmano i cittadini e cioè quelli contro il patrimonio segnano una sensibile  diminuzione  5718 furti (in abitazione, esercizi commerciali, con destrezza su autovettura ecc.) denunciati rispetto ai 6798  dell’anno precedente.

Le rapine (su strada, in esercizi pubblici, improprie ed altro) registrate nel periodo in questione sono 67 a fronte delle 102 dell’anno precedente. I dati completi   riferiti ad una disamina dell’andamento della criminalità sul nostro territorio per il periodo compreso tra aprile 2018 e marzo 2019,  saranno forniti per un analisi attenta agli organi di stampa.


Di seguito voglio sottolineare, anche per dare conto dell’attività della Questura, solo alcuni  significativi risultati di servizio che meritano di essere sottoposti alla vostra attenzione.  

 

Gli arresti in flagranza di reato effettuati dalle articolazioni di polizia sul territorio sono 186 e le persone deferite all’A.G. in stato di libertà 1386.
Significativo è stato il contrasto al traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, basta citare le operazioni condotte da questa squadra mobile e dai commissariati distaccati di Montecatini e Pescia quali “Parchi sicuri 2, Black Spring, Dike, Scuole sicure e recentemente  la completa disarticolazione di una centrale di spaccio ubicata ad  Agliana, che hanno consentito di individuare e arrestare i componenti di  più sodalizi operanti in provincia dediti al traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, con il conseguente sequestro di circa kg.15 di sostanze stupefacente di vario tipo.


Apprezzabile l’opera di contrasto ai reati contro il patrimonio che con diverse operazioni  portavano all’arresto di più gruppi di malviventi dediti a furti in abitazione e rapine, basti ricordare le operazioni della squadra mobile che  in tempi diversi arrestava una banda di pregiudicati di nazionalità Giorgiana resasi responsabile di 10 furti in abitazione e quella successiva che   disarticolava un sodalizio di malviventi di nazionalità albanese responsabile di decine di furti in abitazione.

Analoghe operazioni venivano effettuate dai commissariati di Montecatini e Pescia che portavano all’individuazione ed all’arresto di  più soggetti responsabili di oltre 140 furti perpetrati nelle province di Pisa, Pistoia e Lucca.
Da ricordare  l’operazione della squadra mobile   che disarticolava un’organizzazione dedita allo sfruttamento di cittadini stranieri nell’agricoltura con l’arresto e il deferimento di 7 persone responsabili a vario titolo di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro cd. Caporalato.


Particolare impegno hanno richiesto i 188 servizi di ordine pubblico in ambito provinciale pianificati dall’ufficio gabinetto e le 210 vigilanze su obiettivi ritenuti sensibili, che hanno visto i nostri poliziotti  impegnati nel gestire delicate manifestazioni e vigilare su situazioni a rischio. La Digos è stata impegnata nelle manifestazioni a rischio, inoltre , a seguito di opportuni servizi informativi, unitamente ai colleghi dell’ufficio immigrazione consentiva l’immediata espulsione  dal territorio nazionale di tre cittadini stranieri pericolosi per la sicurezza e l’ordine pubblico.


Sono stati emessi 15 Daspo a seguito di accertamenti della Digos e della Divisione Anticrimine che hanno vietato a soggetti violenti la partecipazione ad eventi sportivi.

 

Con orgoglio rilevo che nel trascorso periodo, cosi come in passato, ogni cittadino che si sia rivolto ai nostri poliziotti, di giorno e di notte, ha ricevuto riscontro immediato alle sue richieste che su linea 113 sono state 11.925 con 2570 interventi. I controlli su strada delle volanti e delle altre articolazioni della Polizia in ambito provinciale hanno consentito di identificare circa 13700 persone e controllare 6400 veicoli.

Quanto importante può essere l’intervento delle nostre volanti è sottolineato dal recente episodio che le ha visto intervenire ed arrestare una donna che con una molteplicità di inneschi incendiari tentava di dar fuoco alla propria abitazione e al proprio esercizio commerciale.

Nell’occasione solo il pronto intervento dei nostri poliziotti unitamente ai vigili del fuoco scongiurava gravi pericoli per l’incolumità pubblica neutralizzando il principio di incendio ed impedendo al fuoco di innescare l’esplosione di alcune bombole di gas.

 

Il contrasto all’illegalità si fa anche con un continuo monitoraggio dei soggetti pericolosi, circoscrivendone  il raggio d’azione, a tal proposito la Divisione Anticrimine della Questura ha eseguito 180 misure di prevenzione: fogli di via, avvisi del questore, sorveglianze speciali, DASPO, ammonimenti per stalking.
La Polizia Amministrativa e l’Ufficio Immigrazione, oltre ai sempre più gravosi compiti d’ufficio per il rilascio di autorizzazioni varie e connessi controlli, con la collaborazione dei commissariati di Montecatini e Pescia, hanno nell’ambito delle rispettive competenze, emesso provvedimenti finalizzati a garantire l’ordine e la sicurezza pubblica: sono stati chiusi con provvedimento del Questore 6 esercizi pubblici dove si erano verificate turbative all’ordine pubblico o frequentati da pregiudicati. Inoltre venivano chiusi con sequestro preventivo n. 4 locali di pubblico spettacolo a seguito di controlli operati congiuntamente ai vigili del fuoco, all’ispettorato del lavoro ed all’asl, per violazioni inerenti alla sicurezza, in tali occasioni venivano rilevate e sanzionate numerose altre irregolarità attinenti anche alla disciplina immigratoria, del lavoro e salubrità dei locali.  Sono stati espulsi 61 extracomunitari su provvedimento del Prefetto di Pistoia, con conseguente accompagnamento ai centri di espulsione alla frontiera o agevolando le partenze volontarie. 


Particolare interessante, emerso dagli accertamenti dell’ufficio immigrazione, è quello relativo a numerose irregolarità contributive di cittadini stranieri  per 2.073.026,00 euro , di cui 65.224,78 già recuperate dall’agenzia delle Entrate.
Un ringraziamento particolare va agli uffici  del personale,  tecnico logistico e sanitario che con professionalità in questi anni hanno consentito di raggiungere risultati importantissimi nella gestione e il benessere del personale, basti pensare alle procedure che hanno consentito il  trasferimento nella nuova Questura e nel prossimo periodo estivo nei nuovi locali del Commissariato di Montecatini Terme.
Importante anche il contributo delle specialità, che negli ambiti di competenza hanno raggiunto apprezzabili risultati, ne evidenzio i più significativi.


La Polizia Stradale durante i continui controlli sulle nostre strade con ben 3484 pattuglie ha contestato 17256. violazioni al codice della strada e controllato 11.840 persone per rilevare il tasso alcolemico, decurtati 29.471 punti patenti. Inoltre ha arrestato 6 persone deferendone140. Ricordo l’operazione conclusasi con l’arresto di un pregiudicato straniero e il sequestro di kg.1,5 di eroina e quella che consentiva di arrestare un intera banda dedita al traffico di veicoli di grossa cilindrata  tra Toscana e Campania.


La Polizia Postale nel contrasto ai sempre più diffusi reati informatici ha deferito 212 persone per reati che spaziano dalla pedofilia alle truffe informatiche, ai crimini informatici e al cyber terrorismo ed ai cd. reati d’odio. 


La polizia ferroviaria ha effettuato 589 servizi di pattuglia e di scorta treni identificando 6320 persone in ambito ferroviario che hanno portato ad elevare numerose denunce e alcuni arresti.

Concludo rivolgendo un pensiero commosso  ai caduti della Polizia di Stato che per difendere le Istituzioni, la collettività civile, la legalità hanno pagato tale impegno fino a sacrificare la vita. Ai loro familiari va il mio abbraccio e la mia vicinanza.  
Saluto inoltre i nostri rappresentanti dell’A.N.P.S. di Pistoia e Montecatini che con la loro presenza costante e continua  rappresentano   la continuità e la memoria storica della nostra Istituzione.
Ringrazio tutte le Organizzazioni Sindacali della Polizia di Stato e dell’Amministrazione Civile dell’Interno che con la loro preziosa collaborazione, rappresentano lo stimolo ed il sostegno della Questura nel solco della ricerca di un interesse comune.
Nell’anno in cui mi appresto a lasciare il servizio  consentitemi di rimarcare il mio  sentito riconoscimento e il tributo di gratitudine infinita  che rivolgo ai Funzionari, alle donne e agli uomini della Polizia di Stato  che ho il privilegio di guidare e che mi hanno permesso di trascorrere serenamente  questi anni con ottimi risultati professionali e umani, riconosciuti da tutta la comunità.
Auguri a voi tutti ed alle vostre famiglie grazie per quello che fate e continuerete a fare.
 
Viva la Polizia di Stato, viva la Repubblica, viva l’Italia".                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                       


 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: