Skin ADV
La Voce di Pistoia
  • 03:06 - 20/6/2019
  • 1290 utenti online
  • 30922 visite ieri
  • [protetta]
  • Cerca:
In evidenza:  
SCHERMA

La portacolori della Chiti Scherma ha registrato due prestazioni gagliarde dove soprattutto ha mostrato evidenti progressi nel suo rendimento sul piano tecnico. La dimostrazione è proprio la grande semifinale disputata nella gara di spada

PODISMO

Oltre 600 podisti hanno dato vita alla trentatresima edizione della <<Stranotturna di Agliana>>,gara podistica in notturna di km 10 e ludico-motoria di km 6 e organizzata dalla Podistica Misericordia Aglianese, con il patrocinio dell'amministrazione comunale.

PODISMO

Stiamo per entrare nel mese della PISTOIA-ABETONE, gara-leggenda del podismo italiano (giunta alla 44^ edizione), al via Domenica 30 Giugno con la consueta partenza alle ore 7.30 dalla storica Piazza del Duomo di Pistoia ed arrivo alle celebri “Piramidi” della famosa stazione sciistica montana

ATLETA DELL'ANNO

Quest’anno il titolo principale è andato Giulia Gabbrielleschi, una nuotatrice già bronzo mondiale e argento europeo, attualmente convocata nella nazionale italiana per le qualificazioni al mondiale del prossimo luglio

MTB

I ciclisti della decima edizione saranno invitati a fermarsi ai ristori, situati in sette punti lungo i quattro percorsi Strada e uno Mountain Bike, per reintegrare i liquidi persi e assaggiare prodotti locali, ma non finisce qui...

SCHERMA

Resta comunque un 4° posto di tutto rispetto che lascia la compagine pistoiese ai vertici nazionali. E ora tocca alle ragazze, che a giugno a Palermo dovranno lottare per conquistare la salvezza in serie A/1.

BILIARDO

Si ritorna in Italia e più precisamente a Pistoia. Il palazzetto dello sport cittadino, il PalaCarrara, ospiterà i biliardi sui quali si disputeranno le fasi finali della rassegna Iridata, giunta alla sua 24° edizione

CALCIO

È con profonda amarezza che dobbiamo purtroppo prendere atto che il calcio a Pistoia sta vivendo uno dei periodi più bui della sua storia quasi centenaria: eppure siamo nella terza serie professionistica nazionale e, almeno finora, non abbiamo corso seri pericoli di retrocessione

MUSICA

Al teatro Mascagni si esibiranno Daniele Donadelli e Michele Marini, Jimmy Villotti, Tchavolo Schmitt, Davide Riondino e Note Noire. Sabato pomeriggio al Maeba è in programma un corso di ballo swing

 
TEATRO

Terza edizione per il Pistoia TEATRO Festival: un ricco cartellone che animerà vari spazi, in giugno e luglio, con una vivace programmazione all'insegna dei diversi linguaggi artistici del nostro tempo, tra musica, teatro e danza.

STORIA

31 MAGGIO 2019 Presentazione del libro “O vivo morto dovrà ritornar, dovrà ritornar. Le vicissitudini di una comunità trentina nella Prima Guerra Mondiale” di  Gianfranco Molteni, Ore 17:30 – Pistoia, Libreria Lo Spazio, via dell’Ospizio 26-28

DIALOGHI SULL'UOMO

Vandana Shiva, fisica ed economista indiana, è tra i massimi esperti internazionali di ecologia sociale. Dirige la Research Foundation for Science, Technology, and Natural Resource Policy di Dehradun, in India.

Fernando Aramburu ai Dialoghi sull'Uomo

La difficoltà di convivere, l’odio, la vendetta sono da sempre temi centrali della letteratura di tutti i tempi. Lo sono anche del romanzo Patria e dei racconti di Dopo le fiamme di Fernando Aramburu, uno degli scrittori più amati degli ultimi anni

ARTE

Domenica 12 maggio dalle ore 17, presso Lo Spazio di via dell’ospizio, verrà inaugurata la mostra di disegni di Alessandro Sarteschi, "Imprendibile orizzonte".

TEATRO

Asciutto e sincero, empatico e semplice, costruito con l'amichevole supervisione de Gli Omini, Passo dopo arriva in Segheria, con una chitarra, una voce e un pianoforte

POESIA

Venerdì 10 maggio SassiScritti organizza a Pistoia Le cose illuminate una passeggiata poetica e musicale per ricordare Sergio Salabelle che, attraverso la libreria Les Bouquinistes ha costruito un centro di cultura e aggregazione importante per la città

Non ho bisogno di te, ho voglia di te. vita mia
Non .....
Mai sarebbe andata,
ma in qualche modo
lasciai .....
Dal libro
"PER MIA FORTUNA, AMANDO, MI SONO ROVINATO .....
Il consenso delle stelle

Esiste una favola vera
dove .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Pescia, centro storico, 3° piano.
Tre vani e ½ di mq. 60 .....
Randstad Italia Spa

Ricerca

per ALIA Servizi Ambientali .....
Quarrata
Montale
Pistoia
Quarrata
Quarrata
Quarrata
Montale
Serravalle Pistoiese
none_o
Scuola Bruno Ciari, i genitori: "Il Comune la tratta come una zavorra di cui liberarsi un pezzo alla volta"

3/4/2019 - 14:30

Perché il Comune di Pistoia ha deciso di passare allo Stato la gestione della scuola materna Bruno Ciari?

Nella delibera di Giunta del 17 ottobre dello scorso anno – approvata omettendo ogni coinvolgimento preliminare di noi genitori, come pure ogni comunicazione successiva – la giustificazione è stata quella della continuità educativa 3-14 anni. A molti di noi quella motivazione è subito apparsa pretestuosa. Perché non la continuità 0-6 con i nidi comunali?

 

La ragione era evidentemente economica.

In effetti si è poi saputo che l’amministrazione ha rappresentato ai sindacati la volontà di spostare su altri servizi le assunzioni che, con la statalizzazione, sarebbero possibili dopo il pensionamento del personale delle scuole. Da ultimo, abbiamo appreso che invece si tratterebbe semplicemente di tagliare la spesa per ovviare al lamentato problema dello squilibrio tra entrate ordinarie e spese ordinarie che affliggerebbe tuttora il bilancio comunale.

 

Noi genitori ci siamo mobilitati. Non potevamo accettare il passaggio allo Stato di una scuola comunale che ha fatto la storia della pubblica istruzione nella nostra città; una statalizzazione che metterebbe, anche simbolicamente, una pietra tombale sul metodo educativo pistoiese. Non potevamo accettare che una scelta così delicata e carica di futuro, non solo per i nostri figli ma per la Pistoia dei prossimi decenni, venisse adottata con metodi poco trasparenti e per nulla partecipati, oltre che con motivazioni reticenti, confuse, niente affatto esplicite. Così abbiamo protestato con tutte le nostre forze. Abbiamo sensibilizzato i pistoiesi sul tema informandoli delle caratteristiche che rendono speciale il nostro metodo educativo, non a caso studiato e preso a modello in tutto il mondo, i nostri nidi e le scuole d’infanzia comunali sono frequentemente meta di delegazioni straniere provenienti dall’Europa che vengono a osservare e ad imparare direttamente dalle nostre maestre. In poco tempo, a sostegno di un appello che chiedeva al Comune di bloccare l’iter della statalizzazione abbiamo raccolto 2.160 firme – prova di un tangibile, profondo interesse da parte della città – e le abbiamo consegnate al Sindaco.

Dopo il primo incontro con il primo cittadino molti di noi erano fiduciosi che l’amministrazione avrebbe riconsiderato la decisione, come accaduto con la scuola di Santomoro.

 

Il Sindaco Tomasi ci disse che aveva apprezzato i metodi civili e garbati della protesta e ci informò che erano allo studio altre soluzioni, come quella della riorganizzazione del servizio mensa. Mostrando interesse e apertura alle nostre ragioni ci chiese di attendere un po’ di tempo per le opportune verifiche tecniche e sindacali e di pazientare per eventualmente far maturare un diverso indirizzo. Ebbene, dopo quasi due mesi, la musica è cambiata. La risposta, alla fine, è stata a dir poco deludente. Il Comune prosegue imperterrito sulla via della statalizzazione. Si tratta – ci è stato detto – di una decisone politica e non si danno, oggi, soluzioni alternative. Quest’anno è andata così; il prossimo, se lo Stato non accetterà la scuola, chissà.

 

Con grande amarezza ne abbiamo preso atto. A nulla sono valsi i nostri argomenti. La volontà dell’amministrazione è chiaramente quella di mettere su un binario morto ciò che è rimasto della gloriosa esperienza dei servizi educativi pistoiesi mediante la statalizzazione delle materne e la privatizzazione dei nidi, in modo da racimolare un po’ di soldi da spendere non si sa come.

 

Una cosa è certa: noi continueremo la nostra lotta per difendere la scuola Bruno Ciari e il metodo educativo pistoiese. Non perché quel metodo sia migliore di altri ma perché l’esperienza delle nostre scuole è un patrimonio immateriale di inestimabile valore, riconosciuto dagli esperti del settore, fatto di principi, prassi educative, valori pedagogici che, nell’insieme, costituisce senza alcun dubbio una differenza da conservare con la massima cura e da mettere in comunicazione con gli altri sistemi, a partire da quello ministeriale. Si pensi a marzo 2018 il Comune di Pistoia ha inviato ad una conferenza internazionale dell’UNESCO a Parigi un suo rappresentante a illustrare le peculiarità delle nostre scuole per l’infanzia. Ci chiediamo: con quale coerenza?

 

Certo i soldi contano. Vale tanto per un’amministrazione quanto per una famiglia normale. Quando si riflette sulle spese da fare, arriva per tutti il momento di fissare le giuste priorità. In quel preciso istante ci guardiamo negli occhi e diciamo a noi stessi chi vogliamo essere, come intendiamo educare i nostri figli, come osservare il mondo e progettare il futuro.

È una promessa che definisce una parte essenziale della nostra identità. Ecco perché ci battiamo affinché questa eredità delle scuole comunali, tramandataci da coloro che, tanti anni fa, con lungimiranza e tenacia, fecero uno straordinario investimento a lungo termine nell’educazione, sia mantenuta e trasmessa a chi verrà dopo di noi.

Il Comune non può e non deve viverla come una zavorra di cui liberarsi un pezzo alla volta, meglio se non destando troppo clamore.

Deve esserne orgoglioso. Noi non ci fermeremo e chiediamo a tutti – cittadini, associazioni, forze politiche – di darci una mano.

Fonte: Comitato di gestione della Scuola per l’Infanzia Bruno Ciari
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: