Skin ADV
La Voce di Pistoia
  • 02:04 - 25/4/2019
  • 423 utenti online
  • 21005 visite ieri
  • [protetta]
  • Cerca:
In evidenza:  
BASKET

In una situazione oggettivamente molto difficile, sarà importante per Pistoia riuscire a controllare anche l'aspetto emotivo: "E' una delle cose che ci sono mancate contro Torino -spiega Moretti- dal momento che per non aver saputo controllare i nervi abbiamo regalato ai nostri avversari tre possessi e sette tiri liberi"

BASKET

Finisce 81-78 al termine di una gara combattutissima: Pistoia, condannata anche dagli episodi, vede allontanarsi la salvezza.

SPADA

Grandissima impresa dello spadista della Chiti Fabio Mastromarino che a Caserta ha vinto la seconda prova del circuito nazionale under 14 Kinder + sport. Fabio ha vinto la gara con grande autorità, riscattando così la prima delle due gare del circuito nazionale in cui aveva reso al di sotto delle sue possibilità

BASKET

Dopo aver bagnato il suo secondo esordio sulla panchina biancorossa con  la vittoria del PalaDozza, Paolo Moretti cercherà il "raddoppio", domani, nel delicatissimo scontro diretto contro Torino

SCI

Il ricavato della manifestazione, 4.000 euro, andrà all’associazione Zeno Colò per l’ospedale Pacini di San Marcello Pistoiese

BASKET

I biancorossi si impongono in casa della Virtus con il punteggio di 78-67 e rispondono alla vittoria di Torino, attesa domenica al PalaCarrara in quello che si preannuncia come un vero e proprio spareggio per rimanere in serie A

SCHERMA

Grande la prova di Nicol Foietta, alle qualificazioni per i campionati italiani assoluti disputatesi a Caorle. La seconda prova di qualificazione, utile per individuare (all’esito delle due prove) le migliori 24 qualificate per le finali in programma a giugno a Palermo, ha visto Nicol issarsi fino al 3° posto grazie a una grande gara

SCI

Si è conclusa in Toscana all’Abetone sotto uno splendido sole la Fase Internazionale della 37° edizione di Pinocchio Sugli Sci, la rassegna giovanile di sci alpino fondata nel 1981 in onore del celebre burattino collodiano, la più amata d’Italia e tra le 5 più importanti al mondo.

STORIA

25 APRILE 2019 Festa di Liberazione, omaggio alla Resistenza Ore 11 - Piazza della Resistenza – Pistoia - Cerimonia al monumento ai caduti. Ore 12 – Piazza del Duomo – Pistoia - Concerto Bande. Organizzata da CUDIR Pistoia.

MOSTRA

Proseguirà nel Battistero di San Giovanni in Corte fino a domenica 2 giugno 2019 (apertura tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 18) l'esposizione del Crocifisso di Jorio Vivarelli, insieme alle fotografie di Aurelio Amendola

TEATRO

La compagnia de Gli Omini lancia gli ultimi appuntamenti che completeranno la micro-stagione di spettacoli cominciata a gennaio 2019 in Segheria, lo spazio pistoiese in zona Sant’Agostino

MOSTRA

Venerdì 12 aprile alle ore 18 la Fondazione Marino Marini di Pistoia inaugura la personale della fotografa cinese Gao Yuan. La mostra rimarrà aperta fino al 16 giugno e propone laboratori per bambini condotti dalla stessa Yuan

LIBRI

Ivan Raversi è un quarantenne ancora costretto a vivere con i genitori, a mendicare affetto e a barcamenarsi nella ricerca di un’occupazione. Un nuovo impiego è l’occasione per risolvere tutti i suoi problemi. Ma a che prezzo?

TEATRO

Sabato 6 e 27 aprile vanno in scena al Teatro Moderno di Agliana due commedie avvincenti per la regia di Dora Donarelli e prodotte dalla Compagnia Il Rubino

MOSTRA

Inaugura sabato 30 marzo, alle 16.30 nelle sale Affrescate del Palazzo comunale l’installazione artistica site – specific Conflitti e Armonie di Luigi Petracchi a cura di Laura Monaldi, che resterà aperta fino al 28 aprile

MOSTRA

Villa Smilea ospita dal 30 marzo al 14 aprile “Anime vaganti”, la retrospettiva dell’artista pistoiese Riccardo Baldini, classe 1954, che ripercorre la china di una pittura dedicata all’indagine dell’interiorità umana

Non ho bisogno di te, ho voglia di te. vita mia
Non .....
Mai sarebbe andata,
ma in qualche modo
lasciai .....
Dal libro
"PER MIA FORTUNA, AMANDO, MI SONO ROVINATO .....
Il consenso delle stelle

Esiste una favola vera
dove .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Pescia, centro storico, 3° piano.
Tre vani e ½ di mq. 60 .....
Randstad Italia Spa

Ricerca

per ALIA Servizi Ambientali .....
PISTOIA
Vivaista sventa furto grazie a una app sul cellulare: arrestato ladro, fuggito il complice. Sparati colpi di pistola12

18/3/2019 - 14:30

Nella decorsa notte, la Polizia di Stato di Pistoia ha proceduto all’arresto di D. R., cittadino albanese di anni 34 residente a Quarrata, nella flagranza del reato di rapina in concorso con ignoti in danno del proprietario di un vivaio ubicato a Pistoia.

In particolare, nella serata di ieri 17 marzo u.s., verso le ore 21.00, il proprietario del vivaio, veniva informato telefonicamente da un suo collega di lavoro che gli riferiva di aver notato uno o due individui all’interno del vivaio di sua proprietà.

Il proprietario verificava la veridicità dell’informazione visionando le immagini del sistema di video sorveglianza attraverso l’apposita applicazione sul telefono cellulare, appurando che effettivamente vi erano uno o due individui che si aggiravano all’interno della sua proprietà.

Considerato che negli ultimi tempi egli aveva subito diversi furti e anche danneggiamenti di ingente valore, decideva di andare sul luogo, portandosi al seguito anche una pistola regolarmente detenuta con porto d’armi per difesa personale.

Giunto sul luogo notava che sul ciglio della strada che costeggia il vivaio vi erano diverse piante di “palme tropicali” che erano state rimosse dalla loro posizione originale e portate al di fuori della proprietà, verosimilmente pronte per essere “caricate/trasportate”. Inoltre, scendendo dalla vettura, notava, nascosto dietro una pianta di alto fusto, una persona accovacciata, la quale, vedendosi scoperta, usciva dal proprio nascondiglio e saltando il fosso di confine, con fare aggressivo e minaccioso si dirigeva verso la parte offesa che contattava immediatamente la Polizia al numero di emergenza 113.

Nel frattempo in zona transitava un automobilista che si fermava per prestare aiuto.

L’individuo, nonostante la presenza di più persone, non desisteva nella propria condotta continuando a dirigersi verso il proprietario del vivaio con fare minaccioso. Questi, per evitare il contatto, indietreggiava mantenendo un’opportuna distanza, accorgendosi tra l’altro che sul fianco destro del soggetto spuntava, da sotto il giaccone, una custodia porta ascia/pennato, immediatamente riconosciuta perché attrezzo comune dagli addetti ai lavori. A questo punto, temendo per la propria incolumità estraeva la pistola tenendola con la canna rivolta verso terra a scopo intimidatorio.

Il soggetto, tuttavia, continuava ad andargli incontro facendolo arretrare per circa 100 metri. In tale frangente sopraggiungeva un’autovettura con un complice che si fermava di fronte al denunciante, con i fari abbaglianti puntati, facendo salire a bordo il primo individuo. Dopodiché ripartiva velocemente verso di lui che, a quel punto, istintivamente si spostava dalla carreggiata per non essere investito ed esplodeva un primo colpo in aria a scopo intimidatorio ed un secondo all’indirizzo del pneumatico anteriore destro che veniva attinto provocando l’interruzione della marcia.

 Entrambi i soggetti scendevano immediatamente dall’auto con intenti aggressivi e minacciosi nel chiaro intento di guadagnare la fuga.

Proprio in quel momento giungeva sul posto personale di una Volante della Questura che bloccava uno dei due aggressori traendolo in arresto, mentre l’altro riusciva a scappare dileguandosi tra le piante.

Da un immediato riscontro sul luogo, si appurava che erano state sottratte circa 10-15 piante di “palma” in vaso di 50 cm di diametro in plastica nera, mentre altre 18 erano sul ciglio della strada fuori dalla proprietà, pronte per essere caricate. Il valore delle piante rubate era di circa 200 € cadauna, per un totale di 2.000 / 2.500 euro, non coperto da assicurazione. 

Sul posto interveniva immediatamente anche personale della Squadra Mobile che coadiuvava il personale della Squadra Volante nelle ricerche del fuggitivo che davano esito negativo.

Sono in corso indagini finalizzate ad individuare il complice dell’arrestato sottrattosi alla cattura.

Esperite le formalità di rito, l’arrestato veniva condotto presso il carcere di Pistoia a disposizione del Pubblico Ministero di turno dott. Luigi Boccia.

 

Fonte: Squadra Mobile
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




24/3/2019 - 14:20

AUTORE:
Federico

Se qualcuno entra nella mia proprietà per rubare il tappeto rosso non glielo stendo.
Il dato certo è che questo era anche armato!! Altro che ladro !

23/3/2019 - 19:10

AUTORE:
Federico

Che piaccia o no il ladro era armato , rubava con un pennato sotto il giaccone !
Ma da quando un ladro vistosi scoperto invece di scappare affronta il proprietario minacciandolo con un pennato ??
Ma da quando un ladro vistosi scoperto invece di scappare affronta il proprietario cercando di investirlo ??
Allora sono solo ladri??

23/3/2019 - 10:25

AUTORE:
luigi filippo d'Orléans

Il comportamento del vivaista è stato improvvido. Se si fosse mosso , come avrebbe dovuto per elementare prudenza (ed altro) di concerto con la polizia, la situazione sarebbe stata ben differente . Una azione come quella dell'intervento personale, probabilmente corroborata mentalmente dal possesso dell'arma , deve essere criticata da chi ha ancora un po' di buon senso . Comunque il dato che sembrerebbe certo è che qualcuno ha sparato ad un'auto di uno che probabilmente stava scappando nel tentativo di cattura che non mi risulta sia azione da considerare difesa- In quanto al ladro "armato" , da sempre i ladri scappano e non "rapinano" vivai nottetempo dove non è presente nessuno .

22/3/2019 - 16:08

AUTORE:
Federico

Non è lecito secondo te luigi difendere la propria persona di fronte ad un rapinatore che minaccia con un coltello o altra arma da taglio?
Si deve aspettare di avere un coltello piantato nel petto prima di difendersi?
Si deve aspettare di essere investiti e schiacciati bene bene prima di difendersi?
Insomma ............. si deve aspettare di essere uccisi prima di difendersi?

22/3/2019 - 8:41

AUTORE:
luigi filippo d'Orléans

Forse non sono riuscito a spiegarmi. Punto primo : il principio della legittima difesa si rivolge alla integrità della persona e non certamente ad impedire la sottrazione dolosa di propri beni materiali. Punto secondo: quale azione ha potuto constatare attraverso le immagini sul proprio congegno e cioè un tentativo di furto . Indubitabilmente questo elemento presupponeva , sia per buon senso , sia anche in punta di diritto , la richiesta di azione delle forze dell'ordine. L'azione del vivaista , ha creato una situazione pericolosissima per tutti gli "attori" di cui egli potrebbe essere riconosciuto responsabile.
I fatti saranno analizzati dal magistrato. Alla prova dei fatti , penso che al vivaista il porto d'armi , dovrebbe essere revocato.
Per legittima difesa , non si spara certamente alle gomme.

20/3/2019 - 13:09

AUTORE:
Federico

Chi delinque non può e non deve mai essere giustificato.
Chi continua a giustificare certa gente ne è complice.

20/3/2019 - 10:32

AUTORE:
luigi filippo d'Orléans

Mettiamo in fila i fatti , senza commenti . Un vicino avverte la presenza di ladri confermata dalla visione di immagini sul tablet del proprietario . Il proprietario parte in direzione del vivaio armandosi della sua pistola . Quando arriva trova una situazione di furto in dinamica. Si trova poi in presenza di uno o due individui che erano presenti . A questo punto (leggo l'articolo) allerta il 113 che giunge sul luogo dopo che il vivaista ha già sparato due volte - Interviene la polizia e ferma etc etc .
La magistratura cercherà di far luce sui fatti e giudicherà come di competenza. Detto questo (risulta dallo scritto che leggo più sopra) posso aggiungere che : trovo quanto meno avventato il precipitarsi armato senza allertare ed attendere le forze di polizia . L'azione rappresenta un pericolo sia per il derubato sia per i ladri . L'intento era quello di sventare un furto che ormai , dato pesi e volumi delle palme , e quindi di un furgone etc etc .. Ma che ci pigliate per il cubo ?

19/3/2019 - 14:16

AUTORE:
cris

caro Luigi Filippo, mi sembra che fino ad ora siano state anche troppe le vittime a causa di ladri,omicidi, spacciatori etc..
queste persone non ritengono che la tua vita sia sacra..
siamo sempre li...mai x primo, ma quando una persona tenta di farti molto male,a quel punto reagisco..buonisti o no...reagisco..

19/3/2019 - 13:26

AUTORE:
Federico

Leggo il commento di chiun si fa chiamare Luigi Filippo.
Un pratica chi subisce il furto,la rapina,il tentato omicidio , secondo costui è il vero delinquente . Insomma è da processare chi subisce non chi delinque.
Luigi filippo invece di pensare a salvini pensi a badare bene a quello che dice . La prossima volta conti fino a 1000 prima di dire certe castronerie!

19/3/2019 - 9:25

AUTORE:
Lorenzo

continuiamo a difendere i ladri i delinquenti.

19/3/2019 - 7:20

AUTORE:
Alessandro

Le forze dell’ordine sanno benissimo chi sono.....

18/3/2019 - 17:25

AUTORE:
luigi filippo di Orleans

Leggo diversi fogli on line . Leggo quanto sopra che differisce solo apparentemente da altri articoli . La consecutio , sembrerebbe avvalorare quello che altri fogli scrivono . In effetti leggendo quanto sopra , il vivaista si è mosso dopo essersi armato , indipendentemente dalla polizia ed affrontando da solo i ladri . Solo in tempi successivi è intervenuta la polizia. Ora ci si domanda se sarebbe cambiato qualcosa se prima di intervenire , si fossero attese le forze dell'ordine.
Queste azioni di singoli proprietari armati sono pericolosissime per l'incolumità di loro stessi e quella anche dei ladri la cui vita è comunque sacra.
Una azione sconclusionata in un clima da pistoleri che il salvinismo sta dispensando a piene mani fino a che non ci scapperà il morto .