Skin ADV
La Voce di Pistoia
  • 18:04 - 23/4/2019
  • 598 utenti online
  • 22985 visite ieri
  • [protetta]
  • Cerca:
In evidenza:  
BASKET

In una situazione oggettivamente molto difficile, sarà importante per Pistoia riuscire a controllare anche l'aspetto emotivo: "E' una delle cose che ci sono mancate contro Torino -spiega Moretti- dal momento che per non aver saputo controllare i nervi abbiamo regalato ai nostri avversari tre possessi e sette tiri liberi"

BASKET

Finisce 81-78 al termine di una gara combattutissima: Pistoia, condannata anche dagli episodi, vede allontanarsi la salvezza.

SPADA

Grandissima impresa dello spadista della Chiti Fabio Mastromarino che a Caserta ha vinto la seconda prova del circuito nazionale under 14 Kinder + sport. Fabio ha vinto la gara con grande autorità, riscattando così la prima delle due gare del circuito nazionale in cui aveva reso al di sotto delle sue possibilità

BASKET

Dopo aver bagnato il suo secondo esordio sulla panchina biancorossa con  la vittoria del PalaDozza, Paolo Moretti cercherà il "raddoppio", domani, nel delicatissimo scontro diretto contro Torino

SCI

Il ricavato della manifestazione, 4.000 euro, andrà all’associazione Zeno Colò per l’ospedale Pacini di San Marcello Pistoiese

BASKET

I biancorossi si impongono in casa della Virtus con il punteggio di 78-67 e rispondono alla vittoria di Torino, attesa domenica al PalaCarrara in quello che si preannuncia come un vero e proprio spareggio per rimanere in serie A

SCHERMA

Grande la prova di Nicol Foietta, alle qualificazioni per i campionati italiani assoluti disputatesi a Caorle. La seconda prova di qualificazione, utile per individuare (all’esito delle due prove) le migliori 24 qualificate per le finali in programma a giugno a Palermo, ha visto Nicol issarsi fino al 3° posto grazie a una grande gara

SCI

Si è conclusa in Toscana all’Abetone sotto uno splendido sole la Fase Internazionale della 37° edizione di Pinocchio Sugli Sci, la rassegna giovanile di sci alpino fondata nel 1981 in onore del celebre burattino collodiano, la più amata d’Italia e tra le 5 più importanti al mondo.

MOSTRA

Proseguirà nel Battistero di San Giovanni in Corte fino a domenica 2 giugno 2019 (apertura tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 18) l'esposizione del Crocifisso di Jorio Vivarelli, insieme alle fotografie di Aurelio Amendola

TEATRO

La compagnia de Gli Omini lancia gli ultimi appuntamenti che completeranno la micro-stagione di spettacoli cominciata a gennaio 2019 in Segheria, lo spazio pistoiese in zona Sant’Agostino

MOSTRA

Venerdì 12 aprile alle ore 18 la Fondazione Marino Marini di Pistoia inaugura la personale della fotografa cinese Gao Yuan. La mostra rimarrà aperta fino al 16 giugno e propone laboratori per bambini condotti dalla stessa Yuan

LIBRI

Ivan Raversi è un quarantenne ancora costretto a vivere con i genitori, a mendicare affetto e a barcamenarsi nella ricerca di un’occupazione. Un nuovo impiego è l’occasione per risolvere tutti i suoi problemi. Ma a che prezzo?

TEATRO

Sabato 6 e 27 aprile vanno in scena al Teatro Moderno di Agliana due commedie avvincenti per la regia di Dora Donarelli e prodotte dalla Compagnia Il Rubino

MOSTRA

Inaugura sabato 30 marzo, alle 16.30 nelle sale Affrescate del Palazzo comunale l’installazione artistica site – specific Conflitti e Armonie di Luigi Petracchi a cura di Laura Monaldi, che resterà aperta fino al 28 aprile

MOSTRA

Villa Smilea ospita dal 30 marzo al 14 aprile “Anime vaganti”, la retrospettiva dell’artista pistoiese Riccardo Baldini, classe 1954, che ripercorre la china di una pittura dedicata all’indagine dell’interiorità umana

POESIA

In occasione della Giornata Mondiale  Unesco della Poesia, il 22 marzo al Consiglio Regionale della Toscana, la poeta Kathleen Jamie terrà la Ceppo Piero Bigongiari Lecture 2019 alla presenza di Eugenio Giani, Presidente del Consiglio Regionale della Toscana in Palazzo Bastogi a Firenze

Non ho bisogno di te, ho voglia di te. vita mia
Non .....
Mai sarebbe andata,
ma in qualche modo
lasciai .....
Dal libro
"PER MIA FORTUNA, AMANDO, MI SONO ROVINATO .....
Il consenso delle stelle

Esiste una favola vera
dove .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Pescia, centro storico, 3° piano.
Tre vani e ½ di mq. 60 .....
Randstad Italia Spa

Ricerca

per ALIA Servizi Ambientali .....
PROVINCIA
Asl: "Il percorso di dialisi ispirato all'umanizzazione". Tutti i numeri del reparto di nefrologia di Pistoia

12/3/2019 - 13:49

Un percorso complesso ed articolato quello del centro di nefrologia e dialisi di Pistoia, diretto dal dottor Alessandro Capitanini, dove “l’umanizzazione” delle cure è uno dei principi a cui si ispira il personale sanitario che vi opera. 107 pazienti in dialisi ospedaliera, 15 in terapia a domicilio ed un percorso ambulatoriale che prevede la presa in carico di pazienti con meno del 20% di funzione renale: sono questi i numeri della nefrologia che si articola in 3 centri dialisi sul territorio pistoise: uno presso l’Ospedale San Jacopo, uno all’interno dell’ex ospedale del Ceppo ed uno a San Marcello dove operano 46 professionisti, tra medici e infermieri.
E ancora. Un percorso dedicato vede la presa in carico di 62 pazienti affetti da glomerulo nefriti (patologia infiammatoria che interessa i reni compromettendone la loro capacità filtrante), un altro destinato a pazienti portatori di trapianto con 95 prese in carico (negli ultimi 3 anni sono stati trapiantati 21 pazienti di cui 6 con donazione da vivente), un follow up nutrizionale per 170 pazienti e 3 ambulatori per visite nefrologiche settimanali.


La struttura rivolge particolare attenzione anche all’aspetto emotivo dei pazienti applicando il così detto “concetto di umanizzazione delle cure”, introdotto per la prima volta nel patto per la salute 2014-2016 in cui si indica di avviare un percorso assistenziale a 360° capace di coinvolgere sia aspetti strutturali, organizzativi che relazionali.

“Il nostro impegno di porre il paziente al centro della cura è costante- spiega il dottor Capitanini- Per questo cerchiamo di passare da una medicina frenetica in cui il paziente è visto come mero portatore di una patologia ad una medicina lenta fatta di contatto e dialogo (“slow medicine”) con la persona, per capire le sue conoscenze, le esigenze e le sue aspettative rispetto al proprio stato di salute. Un paziente preso in carico nel nostro reparto è un soggetto destinato ad instaurare un rapporto quotidiano con il personale sanitario per questo è fondamentale creare un legame umano, empatico che sia funzionale ad entrambi. “

Il paziente con patologia renale rientra in quella categoria che per tutta la vita è destinata ad avere un rapporto costante con la struttura sanitaria soprattutto in fase di dialisi. A fronte di una riduzione estrema della funzione renale si presentano due strade: il trapianto, quando possibile, oppure la dialisi. In quest’ultimo caso il paziente ed i familiari sono informati dall’equipe di professionisti sanitari sulla possibilità di scelta della tipologia di trattamento di dialisi: in ospedale oppure a domicilio. Grazie a questa opportunità è possibile intraprendere la terapia più adatta ai bisogni ed alle aspettative del paziente.
Negli ultimi anni la dialisi a domicilio è stata riorganizzata per garantire al paziente maggiore sicurezza nella cura riuscendo a svolgere lo stesso trattamento a casa come in ospedale. Nel percorso a domicilio è centrale la figura dell’infermiere che segue direttamente la formazione del paziente e dei suoi familiari insegnando le modalità per effettuare la dialisi in autonomia ed acquisire così maggiore consapevolezza della propria patologia.
Il percorso, gestito da un team professionale composto da 5 infermieri coordinati dalla dottoressa Moira Arcangeli, prevede visite a domicilio settimanali ed una disponibilità telefonica h 24.
Allo stesso modo nei casi in cui è preferibile il trattamento in ospedale, il personale sanitario cerca di creare momenti di socializzazione con il paziente, festeggiando insieme le ricorrenze, per evitare quei momenti di solitudine e isolamento che potrebbero incidere negativamente sulla terapia.

Da alcuni anni il reparto di nefrologia e dialisi di Pistoia ha attivato, come primo centro dell’Azienda Usl TC e in Italia, il percorso di attività motoria durante la seduta di dialisi per migliorare lo stato psicofisico dei pazienti ed incentivare l’efficacia della terapia. Dal 2018 è possibile inoltre svolgere attività fisica in palestre convenzionate, in cui il paziente, valutato opportunamente da personale esperto segue un programma di attività motoria studiato su misura.  

Fonte: Asl
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: