Skin ADV
La Voce di Pistoia
  • 14:03 - 21/3/2019
  • 527 utenti online
  • 29445 visite ieri
  • [protetta]
  • Cerca:
In evidenza:  
SCI

La carica dei giovanissimi: sabato 16 marzo è stato l’ultimo appuntamento del circuito del Trofeo Soldaini, riservato alle categorie da super baby (under 7) fino a cuccioli (under 12).

BASKET

Domenica prossima (palla a due alle 20.45) i biancorossi saranno di nuovo di scena al PalaCarrara contro Reggio Emilia, in quella che si annuncia come la classica sfida senza ritorno. Per l'OriOra sarà fondamentale raccogliere in fretta i cocci

BASKET

Domenica a Cremona è arrivata la sua miglior prestazione in carriera, a conferma di come, ad appena 21 anni, il suo contributo, anche in termini di atteggiamento, sia paragonabile a quello di un veterano

MTB

Anche gli atleti non iscritti a nessun Ente potranno partecipare presentando il Certificato medico e pagando una quota assicurativa giornaliera da aggiungere al costo d’iscrizione.

ATLETICA

Nella prima uscita stagionale il sodalizio pistoiese conquista tre ori, un argento e un bronzo piazzandosi al decimo posto nella classifica assoluta femminile e undicesimo in quella maschile

PODISMO

Continua il momento positivo della “SILVANO FEDI” che marcia alla grande per un 2019 già denso di successi (giunti a quota 45). All’Abetone, biancorossi in grande spolvero alla “Snow Run”, con vittoria di società, 1^ piazza di Manuela Bacci fra le “Ladies”

CHITI SCHERMA

Si è infatti classificata al 9° posto su un lotto di oltre 100 partecipanti provenienti da molti paesi, compresi Giappone, Hong Kong, Stati Uniti e Australia. Il girone di qualificazione chiuso senza sconfitte le ha consentito di ottenere la seconda testa di serie nel tabellone ad eliminazione diretta

BASKET

"La squadra è stata fin da subito informata, ma ha immediatamente compreso che, non potendo avere nessun tipo di controllo su questa situazione, non aveva senso stare a pensarci. E così onestamente è stato -prosegue il coach- e non ho visto da parte dei ragazzi nessun condizionamento sul piano mentale".

MOSTRA

Il cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci,  avvenuta a Amboise nel 1519, viene ricordato con la mostra ASSENZE dell’artista Andrea Dami che presenta una serie di opere-installazioni, alcune delle quali dedicate al Cenacolo di Leonardo da Vinci

TEATRO

Domenica 24 marzo l'omaggio di Tullio Solenghi alla comicità grottesca di Paolo Villaggio e dei suoi personaggi 

LIBRI

Sabato 23 marzo, alle ore 16.00, presso l’Auditorium della Banca Alta Toscana, a Vignole, Quarrata, avrà luogo la presentazione del volume “Spes nostra, salve. Luoghi di devozione nel territorio dell’Alta Toscana”, realizzato dalla Fondazione Banca Alta Toscana

TEATRO

Bartali: prima tappa, uno spettacolo, in forma di monologo, che vuole, attraverso la figura di uno dei ciclisti italiani più significativi del nostro secolo, approfondire alcune tematiche storiche connesse agli anni dell’occupazione nazista e alle relative conseguenze

MARZO, MESE DELLA DONNA

In questo marzo dedicato alla donna pubblichiamo un pensiero di Simone Magli, poeta e fotografo pistoiese

STORIA

Notizie dall'Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea di Pistoia e tutte le prossime iniziative

TEATRO

Il teatro e la passione di Elisabetta Salvatori per le grandi figure le hanno messe accanto e lo spettacolo, abbraccia Medioevo e Risorgimento, seguendo i fili che Caterina e Beatrice hanno in comune

TEATRO

Ancora la musica protagonista nella stagione del Manzoni di Pistoia che ospita dal 22 al 24 febbraio, in prima regionale, Don Giovanni di Mozart secondo l'Orchestra di Piazza Vittorio. Torna quindi a Pistoia l'Orchestra più multietnica d'Italia

Non ho bisogno di te, ho voglia di te. vita mia
Non .....
Mai sarebbe andata,
ma in qualche modo
lasciai .....
Dal libro
"PER MIA FORTUNA, AMANDO, MI SONO ROVINATO .....
Il consenso delle stelle

Esiste una favola vera
dove .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Pescia, centro storico, 3° piano.
Tre vani e ½ di mq. 60 .....
Randstad Italia Spa

Ricerca

per ALIA Servizi Ambientali .....
Quarrata
Pistoia
Pistoia
Montale
Montale
Pistoia
Pistoia
Quarrata
Quarrata
PISTOIA
Aperta nuova sede dell'Anpi, intitolata ad una partigiana pistoiese: Alberta Santini Sambusida

9/3/2019 - 12:01

Da ieri l’ANPI ha un nuovo circolo all’interno della Camera del Lavoro di Pistoia, il primo della nostra Provincia intitolato ad una donna, la professoressa Alberta Santini Sambusida, partigiana pistoiese e dirigente del Gruppo di Difesa della Donna.

 

“L’idea di fondare un circolo ANPI nella nostra Camera del Lavoro è nata alcuni mesi fa, quando la Sezione Gheradini ci ha proposto di rendere più strutturato un rapporto che in realtà c’è sempre stato, poiché l’ANPI ha sempre avuto, negli anni, un proprio nucleo in Camera del Lavoro. Abbiamo deciso di rendere ufficiale questa prassi proprio in questo momento con un chiaro intento politico: per significare pubblicamente che, nella fase di pericolosa regressione sociale e democratica che stiamo vivendo, la CGIL e l’ANPI procedono di pari passo, intrecciando ed intersecando i loro percorsi in maniera ancora più forte ed articolata di sempre. E’ fondamentale che, proprio adesso, nascano nuovi circoli ANPI ed è nello stesso modo importante che nascano proprio nelle Camere del Lavoro, presidi, come le sezioni ed i circoli ANPI, di democrazia, di legalità, di antifascismo ed antirazzismo” - dichiara Silvia Biagini della segreteria CGIL Pistoia nel corso dell’inaugurazione che ha ospitato l’intesa ed interessante lezione della professoressa Luciana Rocchi dell’Istituto Storico della Resistenza di Grosseto, sul determinante ruolo delle donne nella Resistenza e sull’ombra di silenzio che, tuttavia, ha per lunghi anni pervaso la loro presenza.

 

“Il protagonismo delle donne durante la Resistenza è caduto nel silenzio e quasi rimosso – afferma Luciana Rocchi - La loro scelta di disobbedienza civile è stata per molto tempo pervasa da stereotipi ed imbarazzo. In questo momento è necessario ripercorrere in modo critico la storia di quegli anni e di quelli successivi così da avere gli strumenti per comprendere come mai ci troviamo in questa fase. Ed è fondamentale farlo senza retorica per opporsi a quella subdola azione persuasiva che pare abbia la meglio su quelle che sono sembrate certezze e valori universali”. "La partecipazione delle donne alla Resistenza, in particolare, il ruolo svolto dai “Gruppi di difesa della donna” - afferma Rosalba Bonacchi, vice Presidente Sezione ANPI Gherardini - rappresenta una svolta epocale, così come la presa d’atto della presenza femminile ha modificato l’idea stessa di Resistenza, quella tramandata fino ai primi anni Settanta, in cui si è raccontato unicamente di eroici giovanotti che, armi in mano hanno combattuto contro uno dei più attrezzati eserciti del mondo. Ferruccio Parri nel novembre del 1945 disse che senza le donne non ci sarebbe stata la Resistenza. Si trattò di un’affermazione importante, che tuttavia fu trascurata per molti anni dalla storiografia ufficiale. Per decenni a livello storiografico ed istituzionale il contributo delle donne alla Resistenza è rimasto relegato ad un ruolo secondario, puramente assistenziale e materno, dato che la Lotta di Liberazione è stata tutta declinata" al maschile. La Resistenza, può dunque rappresentare l’ingresso delle donne nel mondo come titolari di diritti, come cittadine". “Quando la sezione Gherardini ci ha proposto di intitolare ad una partigiana il nuovo circolo ANPI ci siamo sentiti onorati di poter dare alla sua attività una prospettiva di genere poiché in questa fase, oltre allo strutturale gap che da sempre caratterizza la condizione femminile nel nostro paese, assistiamo ad un pericoloso arretramento che parte dal linguaggio ed arriva all’attacco dei diritti civili fondamentali.

 

La narrazione aggressiva e violenta che umilia e offende non soltanto la dignità di tutte le donne, ma il principio stesso di autodeterminazione di tutte noi e torna ad individuare le donne ed i loro corpi, come oggetti di proprietà maschile da adibire alla cura della famiglia e all'educazione dei figli è pericolosamente simile a quella utilizzata negli anni più oscuri del nostro paese: quelli del fascismo. Per questo motivo – continua Biagini - la battaglia per la difesa della democrazia e dei valori dell’antifascismo deve avere anche una declinazione di genere, poiché in un paese come il nostro, che presenta problematiche strutturali circa il rispetto delle pari opportunità di genere e dei principi di non discriminazione, l'ulteriore sdoganamento di questa narrazione, avrebbe un impatto ancora più devastante”.

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: