Skin ADV
La Voce di Pistoia
  • 12:04 - 24/4/2019
  • 419 utenti online
  • 21639 visite ieri
  • [protetta]
  • Cerca:
In evidenza:  
BASKET

In una situazione oggettivamente molto difficile, sarà importante per Pistoia riuscire a controllare anche l'aspetto emotivo: "E' una delle cose che ci sono mancate contro Torino -spiega Moretti- dal momento che per non aver saputo controllare i nervi abbiamo regalato ai nostri avversari tre possessi e sette tiri liberi"

BASKET

Finisce 81-78 al termine di una gara combattutissima: Pistoia, condannata anche dagli episodi, vede allontanarsi la salvezza.

SPADA

Grandissima impresa dello spadista della Chiti Fabio Mastromarino che a Caserta ha vinto la seconda prova del circuito nazionale under 14 Kinder + sport. Fabio ha vinto la gara con grande autorità, riscattando così la prima delle due gare del circuito nazionale in cui aveva reso al di sotto delle sue possibilità

BASKET

Dopo aver bagnato il suo secondo esordio sulla panchina biancorossa con  la vittoria del PalaDozza, Paolo Moretti cercherà il "raddoppio", domani, nel delicatissimo scontro diretto contro Torino

SCI

Il ricavato della manifestazione, 4.000 euro, andrà all’associazione Zeno Colò per l’ospedale Pacini di San Marcello Pistoiese

BASKET

I biancorossi si impongono in casa della Virtus con il punteggio di 78-67 e rispondono alla vittoria di Torino, attesa domenica al PalaCarrara in quello che si preannuncia come un vero e proprio spareggio per rimanere in serie A

SCHERMA

Grande la prova di Nicol Foietta, alle qualificazioni per i campionati italiani assoluti disputatesi a Caorle. La seconda prova di qualificazione, utile per individuare (all’esito delle due prove) le migliori 24 qualificate per le finali in programma a giugno a Palermo, ha visto Nicol issarsi fino al 3° posto grazie a una grande gara

SCI

Si è conclusa in Toscana all’Abetone sotto uno splendido sole la Fase Internazionale della 37° edizione di Pinocchio Sugli Sci, la rassegna giovanile di sci alpino fondata nel 1981 in onore del celebre burattino collodiano, la più amata d’Italia e tra le 5 più importanti al mondo.

STORIA

25 APRILE 2019 Festa di Liberazione, omaggio alla Resistenza Ore 11 - Piazza della Resistenza – Pistoia - Cerimonia al monumento ai caduti. Ore 12 – Piazza del Duomo – Pistoia - Concerto Bande. Organizzata da CUDIR Pistoia.

MOSTRA

Proseguirà nel Battistero di San Giovanni in Corte fino a domenica 2 giugno 2019 (apertura tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 18) l'esposizione del Crocifisso di Jorio Vivarelli, insieme alle fotografie di Aurelio Amendola

TEATRO

La compagnia de Gli Omini lancia gli ultimi appuntamenti che completeranno la micro-stagione di spettacoli cominciata a gennaio 2019 in Segheria, lo spazio pistoiese in zona Sant’Agostino

MOSTRA

Venerdì 12 aprile alle ore 18 la Fondazione Marino Marini di Pistoia inaugura la personale della fotografa cinese Gao Yuan. La mostra rimarrà aperta fino al 16 giugno e propone laboratori per bambini condotti dalla stessa Yuan

LIBRI

Ivan Raversi è un quarantenne ancora costretto a vivere con i genitori, a mendicare affetto e a barcamenarsi nella ricerca di un’occupazione. Un nuovo impiego è l’occasione per risolvere tutti i suoi problemi. Ma a che prezzo?

TEATRO

Sabato 6 e 27 aprile vanno in scena al Teatro Moderno di Agliana due commedie avvincenti per la regia di Dora Donarelli e prodotte dalla Compagnia Il Rubino

MOSTRA

Inaugura sabato 30 marzo, alle 16.30 nelle sale Affrescate del Palazzo comunale l’installazione artistica site – specific Conflitti e Armonie di Luigi Petracchi a cura di Laura Monaldi, che resterà aperta fino al 28 aprile

MOSTRA

Villa Smilea ospita dal 30 marzo al 14 aprile “Anime vaganti”, la retrospettiva dell’artista pistoiese Riccardo Baldini, classe 1954, che ripercorre la china di una pittura dedicata all’indagine dell’interiorità umana

Non ho bisogno di te, ho voglia di te. vita mia
Non .....
Mai sarebbe andata,
ma in qualche modo
lasciai .....
Dal libro
"PER MIA FORTUNA, AMANDO, MI SONO ROVINATO .....
Il consenso delle stelle

Esiste una favola vera
dove .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Pescia, centro storico, 3° piano.
Tre vani e ½ di mq. 60 .....
Randstad Italia Spa

Ricerca

per ALIA Servizi Ambientali .....
none_o
Montagna, medici di famiglia alle istituzioni: "Non prendeteci più in giro, vi ricordate di noi solo quando fa comodo"

31/1/2019 - 11:41

Il Dottor Ettore Dereviziis, medico di medicina generale residente a Sambuca Pistoiese, invia un documento scritto insieme ai suoi colleghi degli altri paesi montani, intitolato "La farsa delle politiche per la montagna":

 

Tutti ormai sono d'accordo nel riconoscere alla montagna Pistoiese un ruolo primario nell'interesse politico, locale e non solo, per le difficoltà ma anche per le potenzialità non completamente espresse dal territorio, ricco di tradizione e cultura.

Quotidianamente si assiste ad un susseguirsi di prese di posizione a favore di questa o quella iniziativa volta a valorizzare aspetti si importanti, come il turismo, ma per ciò che riguarda i bisogni primari della popolazione, i servizi essenziali per la sopravvivenza di intere fasce di cittadini che vivono in zone difficili si continua a far finta di niente, a tutti i livelli, tranne poche eccezioni a livello locale.

 

Comunicazioni difficili o inesistenti, zone non coperte da segnale telefonico o internet, assenza di sportelli per il disbrigo di pratiche burocratiche purtroppo essenziali sono una parte importante dei disagi che gli abitanti della montagna devono sopportare.

E per quanto riguarda la salute? L'assistenza primaria sulterritorio e di secondo livello, specialistico/ospedaliera?

Chi scrive lo fa a nome dei Medici operanti sul territorio montano della Provincia di Pistoia.

Questi medici hanno in carico circa 15.000 assistiti sparsi su tutto il comprensorio che va da Marliana a Sambuca Pistoiese, un comprensorio vastissimo, complesso e geograficamente impervio.

Da decenni garantiscono assistenza quotidiana in condizioni climatiche difficili svolgendo ambulatori in sedi per lo più fatiscenti e assistendo a domicilio le fasce più deboli della popolazione.

 

Alcuni di loro sono andati o andranno in pensione da qui a breve, e appare sempre più evidente che un ricambio generazionale di giovani medici è complicato, se non francamente impossibile.

Il problema è noto a livello nazionale, ma in montagna sta assumendo vere e proprie dimensioni critiche.

D'altra parte, a chi può venire voglia di andare a lavorare in territori difficili, con un impegno costante nell'arco della giornata, accollandosi spese per la corretta gestione del lavoro che stanno divenendo insostenibili? A parità di stipendio con i medici che lavorano in zone urbanizzate, le spese di mobilità e comunicazione rendono questo lavoro sempre meno appetibile.

 

Da anni cerchiamo di sensibilizzare politici e amministratori sulla necessità di offrire un giusto guadagno per un duro lavoro, attraverso incentivi economici e sgravi di spese.

Ma nessuno, e sottolineo nessuno, ha ascoltato le voci di preoccupazione che si levavano da chi, nel territorio, ci vive e lavora. Anche l'incontro avvenuto con i rappresentanti dell'amministrazione di San Marcello, con il Dr. Gori, funzionario della Regione, nel quale illustravamo la criticità del territorio dal punto di vista sanitario, a tutt'oggi non ha sortito alcun effetto!

Peraltro, le indennità di zone disagiate riguardanti il 2017, non sono state a tutt'ora (2019) corrisposte! Indennità che fanno parte integrante del nostro stipendio, mentre siamo costretti a rispettare in pieno gl iobblighi contrattuali con un sempre maggior impegno in termini di tempo e di spesa.

 

Il risultato di questa cecità politico amministrativa è sotto gli occhi di tutti: mancano medici in montagna, e alcuni di quelli che ci sono si sono già allontanati o stanno per lasciare per trasferirsi altrove.

Le nostre rivendicazioni nascono da lontano, dalla consapevolezza in questi decenni di non aver mai sottratto ai nostri assistiti il tempo necessario per la loro cura. Nessuno di noi svolge altri lavori privati, il nostro impegno è totalmente rivolto alla medicina generale e i conseguenti stipendi vengono solo da questo lavoro.

 

Chiediamo quindi a tutti voi, al Governatore della Regione Toscana, all'assessore alla sanità, ai sindaci tutti e ai direttori generali delle varie Asl: smettetela di prendere in giro noi e i nostri assistiti ricordandovi della montagna solo ed esclusivamente quando fa comodo.

E' evidente che nessuno di voi ha veramente interesse a far sì che in montagna si possa ancora vivere, con i servizi necessari dedicati a persone che, comunque, sono tra i contribuenti più fedeli.

AFT Montagna Pistoiese: Dr. Sandro Andreotti, Dr. Massimo Cantalini, Dr. Nilo Vivarelli, Dr.ssa SiviaBelvedere, Dr.ssa Patrizia Michelozzi, Dr. Federico Calvani, Dr. Stefano Ferrari, Dr. Stefano Brizzi, Dr.Ettore Dereviziis.

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: