Skin ADV
La Voce di Pistoia
  • 20:02 - 18/2/2019
  • 798 utenti online
  • 30900 visite ieri
  • [protetta]
  • Cerca:
In evidenza:  
PODISMO

Continua il momento positivo della “SILVANO FEDI” che marcia alla grande per un 2019 già denso di successi (giunti a quota 45). All’Abetone, biancorossi in grande spolvero alla “Snow Run”, con vittoria di società, 1^ piazza di Manuela Bacci fra le “Ladies”

CHITI SCHERMA

Si è infatti classificata al 9° posto su un lotto di oltre 100 partecipanti provenienti da molti paesi, compresi Giappone, Hong Kong, Stati Uniti e Australia. Il girone di qualificazione chiuso senza sconfitte le ha consentito di ottenere la seconda testa di serie nel tabellone ad eliminazione diretta

BASKET

"La squadra è stata fin da subito informata, ma ha immediatamente compreso che, non potendo avere nessun tipo di controllo su questa situazione, non aveva senso stare a pensarci. E così onestamente è stato -prosegue il coach- e non ho visto da parte dei ragazzi nessun condizionamento sul piano mentale".

CHITI SCHERMA

lla terza prova del circuito nazionale disputatasi a Bologna gli atleti della Chiti hanno portato a casa due vittorie nelle gare di spada. Nella categoria under 40, una sorta di categoria “ponte” fra gli under 23 e gli over 40, si è imposto Marco Gori

BASKET

Alessandro Ramagli con i suoi ragazzi, sarà atteso lunedì sera dal difficilissimo esame contro la capolista Armani Milano. "Sarà una partita in cui servirà grande forza mentale per vivere il match possesso dopo possesso"

MTB

In partenza la griglia d’onore sarà riservata alla partecipazione femminile. Sul palco Premio Speciale alla società con maggior numero di cicliste al via

BASKET

Giornata di vigilia in casa OriOra. I biancorossi completano oggi la preparazione in vista della difficilissima sfida di domani in casa della Reyer Venezia, in un match che sulla carta appare davvero proibitivo

HC PISTOIA

I ragazzi mostrano di aver fatto notevoli progressi grazie alle cure di Mister Treno, sono cresciute le loro capacità tecniche ma soprattutto ampi passi avanti nella tenuta mentale. Grande emozione e soddisfazione nel settore femminile: il gruppo è composto da atlete appassionate e che non si tirano indietro sul lavoro da fare

LIBRI

Nel giorno della Candelora, quando per tradizione il Vescovo  di Pistoia benedice i  pellegrini che si preparano a partire per Santiago di Compostella, c'è stato un incontro nella Libreria "Terra Santa" di Milano

PISTOIA MINIMAL
di Simone Magli

Con "Pistoia Minimal" si rinnova la missione di scoprire di valorizzare le bellezze artistiche 'della porta accanto'. L'obiettivo è far scoprire piccoli dettagli di Pistoia, dando ogni volta un'indicazione sul luogo dello scatto

POESIA

Il poeta Fabio Strinati dedica alcuni appassionati versi alla nostra città

PISTOIA MINIMAL
di Simone Magli

Con "Pistoia Minimal" si rinnova la missione di scoprire di valorizzare le bellezze artistiche 'della porta accanto'. L'obiettivo è far scoprire piccoli dettagli di Pistoia, dando ogni volta un'indicazione sul luogo dello scatto

PREMIO CEPPO

Nell’ambito del 63° Premio Letterario Internazionale Ceppo Pistoia (patrocinio Mibac), Paola Zannoner è la vincitrice del Premio Ceppo per l’Infanzia e l’Adolescenza 2019. Premiazione l’8 febbraio 2019 a Pistoia

STORIA

Notizie dall'Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea di Pistoia e tutte le prossime iniziative

PISTOIA MINIMAL
di Simone Magli

Con "Pistoia Minimal" si rinnova la missione di scoprire di valorizzare le bellezze artistiche 'della porta accanto'. L'obiettivo è far scoprire piccoli dettagli di Pistoia, dando ogni volta un'indicazione sul luogo dello scatto

MOSTRA

Inaugurazione domenica 27 gennaio alle 16.30 al secondo piano di Villa Bertelli, in collaborazione con la Fondazione Villa Bertelli e con Laura Tartarelli Contemporary Art. Ingresso gratuito. Seguirà il concerto ”Il mio pianoforte”

Non ho bisogno di te, ho voglia di te. vita mia
Non .....
Mai sarebbe andata,
ma in qualche modo
lasciai .....
Dal libro
"PER MIA FORTUNA, AMANDO, MI SONO ROVINATO .....
Il consenso delle stelle

Esiste una favola vera
dove .....
Randstad Italia Spa

Ricerca

per ALIA Servizi Ambientali .....
Randstad Italia Spa
Filiale di Lucca
Tel. : 0583 330111

Ricerca .....
Ho avuto i domiciliari per piccoli problemi con la legge. con .....
Certificazione Internazionale di Yoga della Risata con Andrea .....
none_o
Montagna, medici di famiglia alle istituzioni: "Non prendeteci più in giro, vi ricordate di noi solo quando fa comodo"

31/1/2019 - 11:41

Il Dottor Ettore Dereviziis, medico di medicina generale residente a Sambuca Pistoiese, invia un documento scritto insieme ai suoi colleghi degli altri paesi montani, intitolato "La farsa delle politiche per la montagna":

 

Tutti ormai sono d'accordo nel riconoscere alla montagna Pistoiese un ruolo primario nell'interesse politico, locale e non solo, per le difficoltà ma anche per le potenzialità non completamente espresse dal territorio, ricco di tradizione e cultura.

Quotidianamente si assiste ad un susseguirsi di prese di posizione a favore di questa o quella iniziativa volta a valorizzare aspetti si importanti, come il turismo, ma per ciò che riguarda i bisogni primari della popolazione, i servizi essenziali per la sopravvivenza di intere fasce di cittadini che vivono in zone difficili si continua a far finta di niente, a tutti i livelli, tranne poche eccezioni a livello locale.

 

Comunicazioni difficili o inesistenti, zone non coperte da segnale telefonico o internet, assenza di sportelli per il disbrigo di pratiche burocratiche purtroppo essenziali sono una parte importante dei disagi che gli abitanti della montagna devono sopportare.

E per quanto riguarda la salute? L'assistenza primaria sulterritorio e di secondo livello, specialistico/ospedaliera?

Chi scrive lo fa a nome dei Medici operanti sul territorio montano della Provincia di Pistoia.

Questi medici hanno in carico circa 15.000 assistiti sparsi su tutto il comprensorio che va da Marliana a Sambuca Pistoiese, un comprensorio vastissimo, complesso e geograficamente impervio.

Da decenni garantiscono assistenza quotidiana in condizioni climatiche difficili svolgendo ambulatori in sedi per lo più fatiscenti e assistendo a domicilio le fasce più deboli della popolazione.

 

Alcuni di loro sono andati o andranno in pensione da qui a breve, e appare sempre più evidente che un ricambio generazionale di giovani medici è complicato, se non francamente impossibile.

Il problema è noto a livello nazionale, ma in montagna sta assumendo vere e proprie dimensioni critiche.

D'altra parte, a chi può venire voglia di andare a lavorare in territori difficili, con un impegno costante nell'arco della giornata, accollandosi spese per la corretta gestione del lavoro che stanno divenendo insostenibili? A parità di stipendio con i medici che lavorano in zone urbanizzate, le spese di mobilità e comunicazione rendono questo lavoro sempre meno appetibile.

 

Da anni cerchiamo di sensibilizzare politici e amministratori sulla necessità di offrire un giusto guadagno per un duro lavoro, attraverso incentivi economici e sgravi di spese.

Ma nessuno, e sottolineo nessuno, ha ascoltato le voci di preoccupazione che si levavano da chi, nel territorio, ci vive e lavora. Anche l'incontro avvenuto con i rappresentanti dell'amministrazione di San Marcello, con il Dr. Gori, funzionario della Regione, nel quale illustravamo la criticità del territorio dal punto di vista sanitario, a tutt'oggi non ha sortito alcun effetto!

Peraltro, le indennità di zone disagiate riguardanti il 2017, non sono state a tutt'ora (2019) corrisposte! Indennità che fanno parte integrante del nostro stipendio, mentre siamo costretti a rispettare in pieno gl iobblighi contrattuali con un sempre maggior impegno in termini di tempo e di spesa.

 

Il risultato di questa cecità politico amministrativa è sotto gli occhi di tutti: mancano medici in montagna, e alcuni di quelli che ci sono si sono già allontanati o stanno per lasciare per trasferirsi altrove.

Le nostre rivendicazioni nascono da lontano, dalla consapevolezza in questi decenni di non aver mai sottratto ai nostri assistiti il tempo necessario per la loro cura. Nessuno di noi svolge altri lavori privati, il nostro impegno è totalmente rivolto alla medicina generale e i conseguenti stipendi vengono solo da questo lavoro.

 

Chiediamo quindi a tutti voi, al Governatore della Regione Toscana, all'assessore alla sanità, ai sindaci tutti e ai direttori generali delle varie Asl: smettetela di prendere in giro noi e i nostri assistiti ricordandovi della montagna solo ed esclusivamente quando fa comodo.

E' evidente che nessuno di voi ha veramente interesse a far sì che in montagna si possa ancora vivere, con i servizi necessari dedicati a persone che, comunque, sono tra i contribuenti più fedeli.

AFT Montagna Pistoiese: Dr. Sandro Andreotti, Dr. Massimo Cantalini, Dr. Nilo Vivarelli, Dr.ssa SiviaBelvedere, Dr.ssa Patrizia Michelozzi, Dr. Federico Calvani, Dr. Stefano Ferrari, Dr. Stefano Brizzi, Dr.Ettore Dereviziis.

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: