Skin ADV
La Voce di Pistoia
  • 13:04 - 23/4/2019
  • 495 utenti online
  • 22985 visite ieri
  • [protetta]
  • Cerca:
In evidenza:  
BASKET

In una situazione oggettivamente molto difficile, sarà importante per Pistoia riuscire a controllare anche l'aspetto emotivo: "E' una delle cose che ci sono mancate contro Torino -spiega Moretti- dal momento che per non aver saputo controllare i nervi abbiamo regalato ai nostri avversari tre possessi e sette tiri liberi"

BASKET

Finisce 81-78 al termine di una gara combattutissima: Pistoia, condannata anche dagli episodi, vede allontanarsi la salvezza.

SPADA

Grandissima impresa dello spadista della Chiti Fabio Mastromarino che a Caserta ha vinto la seconda prova del circuito nazionale under 14 Kinder + sport. Fabio ha vinto la gara con grande autorità, riscattando così la prima delle due gare del circuito nazionale in cui aveva reso al di sotto delle sue possibilità

BASKET

Dopo aver bagnato il suo secondo esordio sulla panchina biancorossa con  la vittoria del PalaDozza, Paolo Moretti cercherà il "raddoppio", domani, nel delicatissimo scontro diretto contro Torino

SCI

Il ricavato della manifestazione, 4.000 euro, andrà all’associazione Zeno Colò per l’ospedale Pacini di San Marcello Pistoiese

BASKET

I biancorossi si impongono in casa della Virtus con il punteggio di 78-67 e rispondono alla vittoria di Torino, attesa domenica al PalaCarrara in quello che si preannuncia come un vero e proprio spareggio per rimanere in serie A

SCHERMA

Grande la prova di Nicol Foietta, alle qualificazioni per i campionati italiani assoluti disputatesi a Caorle. La seconda prova di qualificazione, utile per individuare (all’esito delle due prove) le migliori 24 qualificate per le finali in programma a giugno a Palermo, ha visto Nicol issarsi fino al 3° posto grazie a una grande gara

SCI

Si è conclusa in Toscana all’Abetone sotto uno splendido sole la Fase Internazionale della 37° edizione di Pinocchio Sugli Sci, la rassegna giovanile di sci alpino fondata nel 1981 in onore del celebre burattino collodiano, la più amata d’Italia e tra le 5 più importanti al mondo.

MOSTRA

Proseguirà nel Battistero di San Giovanni in Corte fino a domenica 2 giugno 2019 (apertura tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 18) l'esposizione del Crocifisso di Jorio Vivarelli, insieme alle fotografie di Aurelio Amendola

TEATRO

La compagnia de Gli Omini lancia gli ultimi appuntamenti che completeranno la micro-stagione di spettacoli cominciata a gennaio 2019 in Segheria, lo spazio pistoiese in zona Sant’Agostino

MOSTRA

Venerdì 12 aprile alle ore 18 la Fondazione Marino Marini di Pistoia inaugura la personale della fotografa cinese Gao Yuan. La mostra rimarrà aperta fino al 16 giugno e propone laboratori per bambini condotti dalla stessa Yuan

LIBRI

Ivan Raversi è un quarantenne ancora costretto a vivere con i genitori, a mendicare affetto e a barcamenarsi nella ricerca di un’occupazione. Un nuovo impiego è l’occasione per risolvere tutti i suoi problemi. Ma a che prezzo?

TEATRO

Sabato 6 e 27 aprile vanno in scena al Teatro Moderno di Agliana due commedie avvincenti per la regia di Dora Donarelli e prodotte dalla Compagnia Il Rubino

MOSTRA

Inaugura sabato 30 marzo, alle 16.30 nelle sale Affrescate del Palazzo comunale l’installazione artistica site – specific Conflitti e Armonie di Luigi Petracchi a cura di Laura Monaldi, che resterà aperta fino al 28 aprile

MOSTRA

Villa Smilea ospita dal 30 marzo al 14 aprile “Anime vaganti”, la retrospettiva dell’artista pistoiese Riccardo Baldini, classe 1954, che ripercorre la china di una pittura dedicata all’indagine dell’interiorità umana

POESIA

In occasione della Giornata Mondiale  Unesco della Poesia, il 22 marzo al Consiglio Regionale della Toscana, la poeta Kathleen Jamie terrà la Ceppo Piero Bigongiari Lecture 2019 alla presenza di Eugenio Giani, Presidente del Consiglio Regionale della Toscana in Palazzo Bastogi a Firenze

Non ho bisogno di te, ho voglia di te. vita mia
Non .....
Mai sarebbe andata,
ma in qualche modo
lasciai .....
Dal libro
"PER MIA FORTUNA, AMANDO, MI SONO ROVINATO .....
Il consenso delle stelle

Esiste una favola vera
dove .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Pescia, centro storico, 3° piano.
Tre vani e ½ di mq. 60 .....
Randstad Italia Spa

Ricerca

per ALIA Servizi Ambientali .....
PISTOIA
Dieci anni di "Dialoghi": l’antropologo Marco Aime si interroga sul senso del vivere nel rispetto dell'altro

28/1/2019 - 9:59

Il festival di antropologia del contemporaneo Pistoia – Dialoghi sull’uomo si prepara alla sua decima edizione, dal 24 al 26 maggio, con il percorso di approfondimento, che anticipa il festival fin dalla sua nascita, per avvicinare gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado e universitari al tema della manifestazione. Ideato dalla direttrice dei Dialoghi Giulia Cogoli e promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, il ciclo di lezioni di antropologia in questi anni ha visto la partecipazione di oltre 20.000 ragazzi, non solo di istituti cittadini e della provincia, ma di altre città italiane grazie alla diretta streaming.
Novità per il 2019: a seguito di numerose richieste gli organizzatori hanno deciso di aprire gli incontri anche al pubblico. L’ingresso è libero ma si potrà accedere solo previa prenotazione (scrivendo a f.bechini@comune.pistoia.it).
 
Mercoledì 30 gennaio alle ore 11 al teatro Manzoni di Pistoia, l’antropologo Marco Aime terrà il primo dei tre appuntamenti di quest’anno, introducendo il tema del festival “Il mestiere di con-vivere: intrecciare vite, storie e destini”.
 
Con-vivere, “vivere con”, assieme, nel rispetto dell’altro. Sappiamo ancora farlo? Marco Aime proverà a rispondere a questo interrogativo, riflettendo sulla società in cui viviamo.
Una società sempre più segnata da una accelerazione generale, in cui il presente diventa sempre più ampio a scapito del passato e del futuro, in cui le informazioni si susseguono e ci avvolgono con una rapidità tale da lasciare sempre meno tempo alla sedimentazione delle emozioni e degli elementi su cui si fondano le relazioni.
I rapporti sono sempre più mediati dal digitale e i legami si indeboliscono a causa del venire meno di quelle narrazioni che stanno alla base di ogni comunità, diventa perciò sempre più difficile stabilire un dialogo reciproco, profondo ed egualitario.
Le città sempre più frammentate e la crisi dello stato sociale fanno sentire il cittadino sempre più solo e il fenomeno migratorio ha modificato in modo rapido e radicale il nostro immaginario, creando nuove incertezze.


«Proprio perché viviamo un’epoca di profonde transizioni – spiega Aime – sentiamo sempre di più il bisogno di ritrovare legami forti, che ci facciano sentire parte di una comunità su cui poter contare. Convivere non significa solamente condividere uno stesso spazio e uno stesso tempo, ma riconoscersi gli uni con gli altri come simili, come pari, anche se con delle differenze. Significa condividere dei valori fondanti la comunità. Occorre abbattere le molte barriere di pregiudizio, che ci separano dagli altri e imparare che in fondo ci sono tante differenze tra noi e gli altri quante ce ne sono al nostro interno.»


Per dare vita a una nuova umanità è necessario imparare a confrontarsi e a scambiarsi idee, informazioni ed elaborarle. È un processo lungo, a volte faticoso, ma necessario, che richiede un impegno costante e duraturo, come ogni relazione che sia davvero umana.
 
Gli altri due incontri in programma saranno con:
il genetista Guido Barbujani con “Tutti parenti tutti differenti. Contro la tentazione del razzismo, la verità spiegata dalla scienza” (26 febbraio);
lo storico Carlo Greppi con “La frontiera come luogo di incontro” (2 aprile).
 
Marco Aime insegna Antropologia culturale all’Università di Genova. Ha condotto ricerche sulle Alpi e in Africa Occidentale (Benin, Burkina Faso, Mali). Oltre a numerosi articoli scientifici, ha pubblicato favole per ragazzi, saggi e testi di narrativa, tra cui: Le radici nella sabbia (EDT, 1999 e 2013); La macchia della razza (Elèuthera, 2012); Il primo libro di antropologia (2008), L’altro e l’altrove (con D. Papotti, 2012) per Einaudi; Verdi tribù del Nord (Laterza, 2012); African graffiti (Stampalternativa, 2012); Gli specchi di Gulliver (2006), Timbuctu (2008), Il diverso come icona del male (con Emanuele Severino, 2009), Gli uccelli della solitudine (2010), Cultura (2013), L'isola del non arrivo. Voci da Lampedusa (2018) per Bollati Boringhieri; I piccoli viaggi di Beppe Gulliver (Emi, 2014); All’Avogadro si cominciava a ottobre (Agenzia X, 2014); Etnografia del quotidiano (Elèuthera, 2014). La fatica di diventare grandi. La scomparsa dei riti di passaggio (Einaudi, 2014); Je so' pazzo. Pop e dialetto nella canzone d'autore italiana da Jannacci a Pino Daniele (con E. Visconti EDT, 2014); Tra i castagni dell'Appennino. Conversazione con Francesco Guccini (2014); Senza sponda (2015) per Utet; Contro il razzismo. Quattro ragionamenti (con G. Barbujani, C. Bartoli, F. Faloppa Einaudi, 2016); Fuori dal tunnel. Viaggio antropologico in valle di Susa (Meltemi, 2016). Ha recentemente tradotto e curato Atlante delle frontiere di Bruno Tertrais e Delphine Papin (ADD editore, 2018).
 
Tutti gli incontri sono visibili in diretta streaming sul sito www.dialoghisulluomo.it. Le classi collegate in streaming potranno inoltre dialogare o porre domande attraverso twitter usando l’hashtag #DialoghiPistoia.
 
Info: www.dialoghisulluomo.it 

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: