Skin ADV
La Voce di Pistoia
  • 12:04 - 24/4/2019
  • 390 utenti online
  • 21639 visite ieri
  • [protetta]
  • Cerca:
In evidenza:  
BASKET

In una situazione oggettivamente molto difficile, sarà importante per Pistoia riuscire a controllare anche l'aspetto emotivo: "E' una delle cose che ci sono mancate contro Torino -spiega Moretti- dal momento che per non aver saputo controllare i nervi abbiamo regalato ai nostri avversari tre possessi e sette tiri liberi"

BASKET

Finisce 81-78 al termine di una gara combattutissima: Pistoia, condannata anche dagli episodi, vede allontanarsi la salvezza.

SPADA

Grandissima impresa dello spadista della Chiti Fabio Mastromarino che a Caserta ha vinto la seconda prova del circuito nazionale under 14 Kinder + sport. Fabio ha vinto la gara con grande autorità, riscattando così la prima delle due gare del circuito nazionale in cui aveva reso al di sotto delle sue possibilità

BASKET

Dopo aver bagnato il suo secondo esordio sulla panchina biancorossa con  la vittoria del PalaDozza, Paolo Moretti cercherà il "raddoppio", domani, nel delicatissimo scontro diretto contro Torino

SCI

Il ricavato della manifestazione, 4.000 euro, andrà all’associazione Zeno Colò per l’ospedale Pacini di San Marcello Pistoiese

BASKET

I biancorossi si impongono in casa della Virtus con il punteggio di 78-67 e rispondono alla vittoria di Torino, attesa domenica al PalaCarrara in quello che si preannuncia come un vero e proprio spareggio per rimanere in serie A

SCHERMA

Grande la prova di Nicol Foietta, alle qualificazioni per i campionati italiani assoluti disputatesi a Caorle. La seconda prova di qualificazione, utile per individuare (all’esito delle due prove) le migliori 24 qualificate per le finali in programma a giugno a Palermo, ha visto Nicol issarsi fino al 3° posto grazie a una grande gara

SCI

Si è conclusa in Toscana all’Abetone sotto uno splendido sole la Fase Internazionale della 37° edizione di Pinocchio Sugli Sci, la rassegna giovanile di sci alpino fondata nel 1981 in onore del celebre burattino collodiano, la più amata d’Italia e tra le 5 più importanti al mondo.

STORIA

25 APRILE 2019 Festa di Liberazione, omaggio alla Resistenza Ore 11 - Piazza della Resistenza – Pistoia - Cerimonia al monumento ai caduti. Ore 12 – Piazza del Duomo – Pistoia - Concerto Bande. Organizzata da CUDIR Pistoia.

MOSTRA

Proseguirà nel Battistero di San Giovanni in Corte fino a domenica 2 giugno 2019 (apertura tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 18) l'esposizione del Crocifisso di Jorio Vivarelli, insieme alle fotografie di Aurelio Amendola

TEATRO

La compagnia de Gli Omini lancia gli ultimi appuntamenti che completeranno la micro-stagione di spettacoli cominciata a gennaio 2019 in Segheria, lo spazio pistoiese in zona Sant’Agostino

MOSTRA

Venerdì 12 aprile alle ore 18 la Fondazione Marino Marini di Pistoia inaugura la personale della fotografa cinese Gao Yuan. La mostra rimarrà aperta fino al 16 giugno e propone laboratori per bambini condotti dalla stessa Yuan

LIBRI

Ivan Raversi è un quarantenne ancora costretto a vivere con i genitori, a mendicare affetto e a barcamenarsi nella ricerca di un’occupazione. Un nuovo impiego è l’occasione per risolvere tutti i suoi problemi. Ma a che prezzo?

TEATRO

Sabato 6 e 27 aprile vanno in scena al Teatro Moderno di Agliana due commedie avvincenti per la regia di Dora Donarelli e prodotte dalla Compagnia Il Rubino

MOSTRA

Inaugura sabato 30 marzo, alle 16.30 nelle sale Affrescate del Palazzo comunale l’installazione artistica site – specific Conflitti e Armonie di Luigi Petracchi a cura di Laura Monaldi, che resterà aperta fino al 28 aprile

MOSTRA

Villa Smilea ospita dal 30 marzo al 14 aprile “Anime vaganti”, la retrospettiva dell’artista pistoiese Riccardo Baldini, classe 1954, che ripercorre la china di una pittura dedicata all’indagine dell’interiorità umana

Non ho bisogno di te, ho voglia di te. vita mia
Non .....
Mai sarebbe andata,
ma in qualche modo
lasciai .....
Dal libro
"PER MIA FORTUNA, AMANDO, MI SONO ROVINATO .....
Il consenso delle stelle

Esiste una favola vera
dove .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Pescia, centro storico, 3° piano.
Tre vani e ½ di mq. 60 .....
Randstad Italia Spa

Ricerca

per ALIA Servizi Ambientali .....
none_o
Ex Breda, ok a delibera che sposta la validità del piano al 2022.
Il sindaco: "Perseguito l'interesse pubblico"

14/1/2019 - 21:27

Il Consiglio comunale ha approvato la delibera per il differimento dei termini di efficacia del piano particolareggiato dell’area ex Breda Est.

La proposta è stata presentata dal sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi e dall’assessore all’urbanistica Alessandro Capecchi durante il consiglio comunale di oggi, in cui è stato votato il provvedimento.
Con l’atto deliberato è stata concessa una proroga di tre anni al piano attuativo dell’area compresa tra le vie Pacinotti, Ciliegiole e XX Settembre, che sarebbe altrimenti scaduto il 18 gennaio 2019.


La curatela fallimentare, subentrata nella vicenda dell’ex Breda a seguito del fallimento (sentenza del 15 giugno 2018 del Tribunale di Pistoia) del soggetto attuatore del piano, Giusti per l’Edilizia Spa, avrà tre anni di tempo per la vendita all’incanto dell’area. Erano stati proprio i curatori, Silvio De Lazzer e Manuela Olastri, a chiedere all’amministrazione comunale, nel dicembre scorso, il differimento dei termini a seguito delle manifestazioni di interesse per l’acquisto ricevute da alcuni fondi, così come ribadito dalla curatela anche mercoledì scorso durante la commissione urbanistica in cui è stata prospettata l’apertura dell’asta entro l’estate 2019 (naturalmente nel caso di approvazione della proroga necessaria a garantire la certezza dei tempi e delle previsioni urbanistiche per poter dar corso al tentativo di vendita).


A seguito del fallimento della società Giusti per l’Edilizia e visto lo stato di paralisi di alcuni comparti dell’area, con il conseguente blocco delle opere pubbliche di completamento del quartiere - la spina centrale, le due piazze e i 430 parcheggi a destinazione pubblica – che, per i lotti ancora da finire, continua a versare in uno stato di degrado e ad essere esposto all’usura di quanto in parte già realizzato, il differimento del termine finale del piano attuativo è risultato essere lo strumento più utile da adottare nell’interesse pubblico, al fine di consentire il completamento dell’area.


La vendita dei lotti ( O – B – D – H ) avverrà nell’ambito di una procedura concorsuale soggetta al controllo dell’autorità giudiziaria. Il nuovo soggetto attuatore dovrà assumersi tutti gli obblighi già stabiliti e prestare le idonee fideiussioni, a garanzia degli obblighi assunti.


Il provvedimento è stato presentato durante il consiglio comunale dall’assessore all’urbanistica Alessandro Capecchi.

«L’interesse del Comune e della città – ha detto l’assessore - è quella di giungere nel tempo più breve possibile al completamento delle opere pubbliche, e per farlo il differimento dei termini di scadenza del piano è stato ritenuto lo strumento più utile dai tecnici comunali, dall’ufficio legale e dallo studio legale esterno incaricato dal Comune.

 

Il fallimento del Giusti e la richiesta della curatela sono due passaggi (puntualmente riportati in delibera) fondamentali nel ragionamento che abbiamo svolto. Oltre alla richiesta della curatela, il Comune ha avuto due richieste analoghe da parte di Sistemi Urbani, proprietaria degli edifici del dopolavoro ferroviario, e Le Professioni Spa, proprietaria della palazzina Coppedè (dove secondo il piano vigente è prevista la realizzazione della sede degli ordini professionali).

 

Inoltre l’Inail (lotto i) ha già richiesto il rilascio dei permessi a costruire. Ci siamo trovati a dover individuare la strada migliore da percorrere per avere il completamento delle opere pubbliche nel più breve tempo possibile, individuandola nel differimento dei termini del piano a tutela dell’interesse pubblico, forti comunque del fatto che siamo garantiti dalle fideiussioni, su cui l’Amministrazione ha già da tempo avviato il procedimento per l’escussione.

 

La commistione di proprietà delle aree, pubbliche e private, è stato un ulteriore elemento valutato nel ragionamento per il differimento dei tempi di efficacia del piano, per l’incidenza che avrebbe sui tempi di realizzazione delle opere pubbliche.

L’interesse pubblico è quello di avere nel minor tempo possibile il completamento dei 434 posti auto (lotto H), specialmente in una zona che riunisce molte funzioni pubbliche come nell’area ex Breda, e di portare a completamento la copertura della spina centrale e delle due piazze. Nell’attuale situazione – ha specificato infine l’assessore Capecchi – una eventuale ripianificazione sarebbe un’operazione a medio lungo termine».


Il sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi è intervenuto a conclusione del punto all’ordine del giorno sull’area ex Breda.

«Questa giunta – ha detto il sindaco - cerca di prendere le migliori decisioni possibili per la città. Persegue sempre l’interesse pubblico. Lo persegue certamente in questa vicenda. Dal luglio scorso, a seguito del fallimento, lavoriamo in modo serrato con i nostri avvocati e con i tecnici comunali di riferimento su questa vicenda. Su quanto emerso dagli approfondimenti fatti nel corso dei mesi, abbiamo voluto un parere scritto dell’avvocato Chierroni, legale esterno incaricato dall’Amministrazione per seguire la vicenda.

 

Ovviamente l’interesse non è solo quello della curatela ma anche di altri soggetti: Sistemi Urbani e Le Professioni (gli ordini professionali), che hanno manifestato più volte l’intenzione di andare avanti; e anche di Inail (le conferenze di servizio sono in corso). Con il differimento si tenta di aprire una possibilità, quella di trovare un investitore serio che possa concludere la trasformazione di quell’area muovendosi all’interno della convenzione. Non abbiamo certamente motivi di dubitare di ciò che è stato formalizzato dai nostri avvocati e dalla curatela sull’interesse dei privati. Per l’amministrazione resta la priorità che siano terminate le opere pubbliche. Sulle aree pubbliche – ha concluso il sindaco - la discussione è aperta, si possono ripensare funzioni a miglioramento del quartiere. Siamo stati chiamati a prendere una decisione, abbiamo approfondito ogni aspetto e predisposto un provvedimento che, in questa situazione, fosse il più utile da seguire per l’interesse della città».

Fonte: Comune di Pistoia
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: