Skin ADV
La Voce di Pistoia
  • 13:12 - 14/12/2018
  • 676 utenti online
  • 34312 visite ieri
  • [protetta]
  • Cerca:
In evidenza:  
SCI

Al via da metà dicembre le selezioni zonali dell’evento sciistico per ragazzi tra i 5 più importanti al mondo. Dal 30 marzo al 6 aprile appuntamento all’Abetone con le Finali Nazionali ed Internazionali

BASKET

Conferenza stampa pre-gara per coach Ramagli, che così presenta gli avversari di oggi al PalaCarrara: "Brescia è una squadra molto rinnovata, ma facile da presentare: tre giocatori della Nazionale, Vitali, Abass e Sacchetti, due giocatori che l'NBA l'hanno giocata per davvero e che però in Europa hanno avuto stagioni diverse fra loro.

CHITI SCHERMA

Inizia bene la stagione per gli schermitori master pistoiesi. Nelle prime due prove del circuito nazionale che porterà gli schermitori “diversamente giovani” all’europeo di maggio a Cognac e, per chi rientrerà fra i quattro migliori italiani, al mondiale del Cairo, i colori pistoiesi si sono fatti valere

ATLETICA

Nella 24° edizione del trofeo la società pistoiese si è imposta nella classifica generale, ma riconoscimenti sono arrivati anche a livello individuale. La premiazione è avvenuta presso la sede della Misericordia di Casalguidi

CHITI SCHERMA

Grande inizio di stagione per gli under 14 della Chiti Scherma che alla prima prova della fase interregionale del trofeo Kinder +Sport ha colto alcuni importanti successi, a partire dal prestigioso en-plein conquistato nella categoria allievi (2005/2006)

ATLETICA

Al via i corsi di avviamento all’atletica leggera per bambini e ragazzi dai 4 ai 15 anni: ecco tutti gli orari ed i referenti da contattare per chi fosse interessato

CHITI SCHERMA

La vittoria di Marco Gori nella prova regionale di qualificazione ai campionati italiani assoluti ha certamente un sapore particolare, visto che la gara, disputatasi nel palazzetto di Casalguidi, ha segnato il rientro alle competizioni del forte atleta pistoiese a sei mesi dalla rottura del legamento crociato

BASKET

Prima conferenza stampa pre-gara per coach Alessandro Ramagli nella sua avventura pistoiese. Il tecnico labronico ha incontrato i giornalisti questa mattina, prima della partenza per Pesaro, per presentare la sfida di domani dell'Adriatic Arena: "Affrontiamo una squadra - ha spiegato il coach- la cui impronta è data fortemente dai cinque stranieri". 

MOSTRA

Si inaugura a Pistoia il 15 dicembre alle ore 10,30 presso l'Atrio del Palazzo di Giano, organizzata da “Ipazia - Coltivar Culture”, la bipersonale d'arte di Michele Bertellotti e Clara Mallegni “Rebus 5-7”

PISTOIA MINIMAL
di Simone Magli

Con "Pistoia Minimal" si rinnova la missione di scoprire di valorizzare le bellezze artistiche 'della porta accanto'. L'obiettivo è far scoprire piccoli dettagli di Pistoia, dando ogni volta un'indicazione sul luogo dello scatto

MUSICA

Protagonista dell’inaugurazione della Stagione sabato 12 gennaio (ore 21) il celebre Quartetto Jerusalem, costituito da quattro musicisti israeliani che hanno intrapreso un viaggio di crescita e maturazione che li ha portati ad avere un vasto repertorio

LIBRI

Rileggendo materiale archivistico e documentale, l’opera è un percorso cronologico sulla storia della città delle origini fino alla Latina città nuova degli ultimi decenni, scevra da pregiudizi ideologici ma considerando il contesto sociale ed economico

MOSTRA

Giovedì 6 dicembre alle 17.30 nella biblioteca San Giorgio sarà inaugurata la mostra di Paolo Tesi dal titolo Lontano dalle gabbie. Paolo Tesi è un artista pistoiese della generazione che segue da vicino quella “di mezzo”

PISTOIA MINIMAL
di Simone Magli

Con "Pistoia Minimal" si rinnova la missione di scoprire di valorizzare le bellezze artistiche 'della porta accanto'. L'obiettivo è far scoprire piccoli dettagli di Pistoia, dando ogni volta un'indicazione sul luogo dello scatto

MOSTRA

Non poteva che innamorarsi di un luogo così connotato dal lavoro quotidiano un artista come Giovanni Termini, che incentra il proprio intervento artistico in relazione al contesto in cui l'opera prenderà vita

PREMIO CEPPO PISTOIA

Giovedì 6 dicembre 2018 alle ore 16:30 presso la libreria Spazio di Via dell’Ospizio di Pistoia, lo scrittore riceverà il Premio Ceppo Internazionale Fiction Non Fiction 2019 alla carriera da un rappresentante della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia

Non ho bisogno di te, ho voglia di te. vita mia
Non .....
Mai sarebbe andata,
ma in qualche modo
lasciai .....
Dal libro
"PER MIA FORTUNA, AMANDO, MI SONO ROVINATO .....
Il consenso delle stelle

Esiste una favola vera
dove .....
Randstad Italia Spa

Ricerca

per ALIA Servizi Ambientali .....
Randstad Italia Spa
Filiale di Lucca
Tel. : 0583 330111

Ricerca .....
Ho avuto i domiciliari per piccoli problemi con la legge. con .....
Certificazione Internazionale di Yoga della Risata con Andrea .....
none_o
Trovati con quasi mezza tonnellata di rifiuti nel furgone: denunciati29

24/11/2018 - 14:22

La Polizia di Stato ieri sera ha denunciato due cittadini marocchini per smaltimento illecito di rifiuti.

In particolare una pattuglia di Volante ieri sera, nell’attività di controllo del territorio, scorgeva un furgone bianco in via di Chiazzano e procedeva al controllo dello stesso e dei suoi occupanti, due cittadini marocchini di 35 e 40 anni. Sul retro venivano ritrovati 33 grossi sacchi pieni di scarti tessili pari a circa 495 kg di rifiuti.

I due, su richiesta degli operatori, affermavano di smaltire i rifiuti per dei cinesi di Prato.

Gli stessi, con altri precedenti per lo stesso tipo di reato, venivano denunciati per illecito smaltimento di rifiuti ai sensi del testo unico per la tutela ambientale. 
Tali controlli rientrano in una più ampia attività di controllo del territorio volta al contrasto a tali tipo di reati e ai reati contro il patrimonio in determinate aree in cui gli stessi si sono verificati maggiormente.

Fonte: Questura di Pistoia
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




30/11/2018 - 8:34

AUTORE:
Matteo

Denuncio e segnalo da anni. L'amministrazione comunale pistoiese è molto sensibile all'argomento abbandono rifiuti / decoro urbano e sta attuando molte azioni per mitigare il problema (task force dedicate , nuove telecamere).
I risultati si vedono e si leggono quotidianamente nei giornali

30/11/2018 - 6:56

AUTORE:
Alessandro

Concordo Lorenzo.
Le forze dell'ordine fanno quello che possono.
Questi delinquenti sono troppi e i vigili non posso riparare a tutto.
I cittadini sono chiamati a dare l'esempio denunciando e segnalando . Fare finta di nulla ,girarsi dall'altra parte , lamentarsi o peggio ancora prendersela con chi non c'entra nulla , non serve a nulla!

29/11/2018 - 20:02

AUTORE:
bibi

L'equidistanza non è un valore . Ancora solo riferendoci all'ultimo commento , sono solo affermazioni .
Quelli che , quelli che , quelli che .Ma voi pero' , ma voi pero' , ma voi pero'.
Ma voi di prima non tornerete mai . Noi abbiamo vinto le elezioni e quindi ....
Mai un ragionamento che non sia una asserzione , Mai un esame su cio' che sta succedendo per i rifiuti , niente di niente .
L'anonimato ? certamente perché abbiamo visto quello che è successo con Forza Nuova a Vicofaro .
Non vorrei svegliarmi col portone chiuso da uno striscione. A Lucca ho già avuto la "visita" di Casapound (è in atti giudiziari)
Infine credo veramente , rileggendo quello che ho scritto fino a venirmi il mal di testa ed il crampo da tastiera che dar del fascista ad un fascista è come dar dello scemo ad uno scemo . Naturalmente nessuno è scemo e nessuno è fascista. Solo che nessuno è in grado di sviluppare un qualsiasi ragionamento. ERGO chiudo con questo foglio e con l'equidistanza.

29/11/2018 - 18:33

AUTORE:
Lorenzo

Le persone che vengono colte a scaricare rifiuti tessili (quindi rifiuti speciali) e per questo denunciate sono extracomunitari. Fino a qui non ci piove.
I datori di lavoro di queste persone sono extracomunitari (cinesi) . Fino a qui non ci piove.
Poliziotti, vigili e carabinieri hanno bisogno come mai prima di cittadini con un alto valore civico che aiutino con segnalazioni e denunce.
Fino a quando ci saranno cittadini che invece di esprimere il loro punto di vista, commentano ed offendono chi non la pensa come loro dimostrano ciò che realmente sono.

29/11/2018 - 17:43

AUTORE:
La redazione

Come redazione e come giornale teniamo a precisare che i nostri valori, come uomini e come donne, prima ancora che come giornalisti, si fondano sulla Costituzione, che è nata antifascista e democratica.
Per questo non accettiamo che ci raggiunga neanche lontanamente l'accusa di essere fascisti.
Come accaduto per l'altro articolo, quello corredato da ben 32 commenti, alcuni dei quali volutamente "doppione", ci riserviamo di chiudere la discussione qualora tali commenti si palesassero anche qui.
Ci auguriamo che tutti esprimano in maniera rispettosa la propria opinione. Il dibattito che c'è oggi in Italia è polarizzato su due fronti e questo "foglio" ne è lo specchio, ma non vogliamo che la discussione oltrepassi certi limiti.
Gradiremmo inoltre che anche lei non si firmasse semplicemente "Bibi", ma indicasse almeno il suo nome di battesimo. E' una questione di serietà, altrimenti non capiamo la sua critica a chi si è firmato "Non ha importanza".

29/11/2018 - 15:20

AUTORE:
bibi

Di seguito un elenco di commentatori su questo argomento

MARCO LORENZO RICCARDO ANDREA

MIRKO GIORGIO MATTEO RIC

TOMMASO ALESSANDRO NICOLA

GREGORIO

Tutti questi signori , sia che siano uno uno o più di uno , con metodo hanno tutti sostenuto la stessa tesi . Tutte le problematiche delinquenziali inerenti lo smaltimento illegale dei rifiuti (ed ogni altra illegalità) è dovuta a stranieri .
NON UNO HA INDICATO RAGIONI O SOLUZIONI. SOLO CONDANNE.
Questi signori (o signore) costituiscono quanto di più vergognoso può esistere sul piano democratico .
Dare voce o visibilità a certi meschinelli , non porta bene .
Il fasciosalvinismo, casapound , forza nuova che in questo giornale non ho mai visto contrastare , dovrebbe preoccupare anche la redazione.
Da indipendente ad essere indicato come foglio fascista, il passo è veramente breve.

29/11/2018 - 13:01

AUTORE:
Alessandro

Che amarezza .
Costante e continue azioni criminali nel territorio pistoiese e non solo.
Le cose sono 2 : o diminuiscono i delinquenti o aumentano i controllori.
Quelli bravi vogliono più delinquenti e meno controlli.

29/11/2018 - 10:51

AUTORE:
Lorenzo

Sono anni che queste persone alimentano la criminalità smaltendo illegalmente rifiuti speciali come questi.
Si permettono di fare tutto questo in un paese che li accoglie e ha messo loro a disposizione tutti i servizi pubblici possibili.
Mi conforta il fatto che sono sempre di più i cittadini che aiutano le forze dell'ordine nel contrastare questi criminali con segnalazioni e denunce.
Un grazie alla Polizia Municipale e alla amministrazione comunale che sta mettendo a disposizione molte nuove telecamere per intercettare questi delinquenti.

29/11/2018 - 10:29

AUTORE:
Winston

Andare in giro la notte a fermare i vecchi furgoni con scarti tessili a bordo non risolve il problema.... innanzitutto quelli che li guidano, essendo spesso nullatenenti, se ne infischiano delle sanzioni, mentre i furgoni sequestrati non valgono più di 500 euro...
Sarebbe più utile una azione di monitoraggio all'esterno delle fabbriche tessili di Prato e dintorni per vedere chi è che consegna i sacchi agli smaltitori da cassonetto... e a loro si che la farei pagare salata...

29/11/2018 - 8:33

AUTORE:
bibi

Ma è possibile che chi commenta, sia sempre e comunque d'accordo nell'attribuire ai poveracci la colpa di tutto ?
Nessuno nega o giustifica le loro responsabilità, ci mancherebbe.
Chi spaccia delinque, ci mancherebbe.
Chi inquina delinque .
Siamo di fronte a problemi irrisolti e che crediamo di poter risolvere col manganello e con l'inasprimento delle pene.
Quando cerchiamo di capire "come funziona" delle due , o la cosa non ci interessa, o non abbiamo un minimo di strumenti per andare oltre e sfruttare quei due piccoli neuroni che abbiamo ancora nel cervello -
Ignorare che il problema dei rifiuti è generato dalla produzione dei medesimi e dello smaltimento che chi produce , trova più conveniente affidare a questi disperati , è demenziale.
Questi episodi fanno parte dei TIR di scarti (pericolosi e no) che viaggiano per l'Italia , prodotti dalle valorose industrie del Nord appoggiati dalla mafia e diretti a Sud ?
Il dito e la Luna. Buona o malafede in chi scrive?

28/11/2018 - 20:21

AUTORE:
Gregorio

Smaltiscono illegalmente rifiuti speciali ma la colpa non è loro.
Quando vengono arrestati per spaccio di droga la colpa non è loro.
A chi la diamo la colpa? A quelli che ce li vogliono?

28/11/2018 - 17:26

AUTORE:
Nicola

Chiudere gli occhi non serve a nulla anzi serve ad alimentare le attività criminali.
Chi sostiene la delinquenza dovrebbe a mio avviso ravvedersi.
A volte sembra quasi che il problema sia altrove ma la realtà è ben diversa e i fatti che si tratta quasi sempre di delinquenza straniera.

28/11/2018 - 9:40

AUTORE:
bibi

Ultimo commentatore ALESSANDRO .
La delinquenza avanza .
Bravo , bene , bis .........
E poi ?
Facile affermare che la delinquenza avanza.
Ci pensa il Salvini ?
Come risolviamo ? Leggi severissime ? E poi ?
Cassonetti con un paio di para' armati come a Piazza Duomo a Firenze ?
Ma se il dato della differenziata è al 37% , cosa fanno quei due su tre che non la fanno . Non sarà alla fine che fanno come i vari ALESSANDRO , tutti pronti a cercare punizioni esemplari PER GLI ALTRI

28/11/2018 - 6:45

AUTORE:
Alessandro

500 kg di rifiuti speciali Pronti per essere gettati via nei cassonetti. Ogni giorno la stessa storia.
Pur consapevoli di commettere un reato questi andranno avanti ad oltranza. E la delinquenza avanza.

27/11/2018 - 23:37

AUTORE:
bibi

Conto le righe di cui sono costituiti i miei interventi . Evidentemente troppo difficili da leggere . Pero' ...
Se scrivo , trovo un nuvolo di produttori di aforismi . Tutti allineati , stesse parole , stessi concetti , Un paio di righe e basta .Il tanto da assomigliare (loro poverini non lo sanno) alla sintassi mussoliniana . Negli scritti e discorsi edizione Hoepli ci sono i discorsi dialettici che vediamo spesso in tv ed il resto di un'opera immensa (una scatola da banane di libri stipati fitti fitti ) sono pochissime parole . Soggetto , predicato e complemento . Mai un'ipotetica , quindi mai un congiuntivo . Frasi secche che non prevedono nessuna spiegazione . Macigni verbali . Proprio le affermazioni lapidarie della pletora di semianalfabeti che seguitano pappagallescamente a ripetere le stesse frasi senza un ragionamento , un perché .
La tentazione di offenderli è forte . Ma non si meritano nemmeno questo . Vergogna

27/11/2018 - 20:38

AUTORE:
Tommaso

Cinesi e marocchini e volendo ci si può mettere anche altri già presi più di una volta. Ma non erano profughi sfuggiti dalla guerra? Questi fanno collezione di denunce in un paese troppo permissivo!!

27/11/2018 - 16:11

AUTORE:
bibi

Sono passati cinquanta anni . Mi piaceva andare alle Mulina a Firenze alle corse al trotto . Mi ricordo di un guidatore della famosa famiglia Baldi . Fra Vivaldo Baldi e Nello Bellei una rivalità senza pari . Tutti e due ottime guide. Mi ricordo anche di cavalli della scuderia di proprietà Nuvoletta guidati da Vivaldo . Belli e vincenti . Sapevano tutti chi era il Clan Nuvoletta .
Oggi per caso al Tg 3 ho sentito di una operazione nei confronti del Clan Nuvoletta.
Ma il problema è rappresentato dalla delinquenza di importazione (recente)-
Altra notizia per cui (cito il tg 3) Sinti e Rumeni (SIC?) rubano oro . I delinquenti , lo vendono a dei Compro Oro di Lucca e altrove. L'oro viene illegalmente fuso e senza punzone non è commerciabile. Allora il lingotto viene venduto ad orafi aretini che riciclano e rimettono in grazia l'oro vendendolo come gioiello .Ditemi se Sinti e Rumeni sono i più colpevoli ? Da soli non si fa mai niente .
E allora chi produce scarti tessili ?

27/11/2018 - 13:30

AUTORE:
RIC

QUANDO NON LI TROVI A SCARICARE RIFIUTI TESSILI,LI TROVI NEI PARCHI PUBBLICI O FUORI DAI BAR A SPACCIARE. LI PORTI IN QUESTURA E IL GIORNO DOPO LI TROVI FUORI A COMMETTERE I SOLITI REATI.
COSA DEVONO FARE DI PIU'?

27/11/2018 - 8:28

AUTORE:
Matteo

Il lavoro svolto dalle forze dell'ordine reso però invano da leggi troppo lassive.
Questi extracomunitari continueranno imperterriti a compiere quello che fanno.
l'Italia non ha bisogno di questi individui.

26/11/2018 - 18:23

AUTORE:
bibi

Scrivere e non leggere . Leggere al proprio libro . Essere nati imparati - e via andare.
Quousque tandem, in nome della libertà di esprimere il proprio parere, dovremo sopportare quelli che, magari consultando il sito del Viminale, il dato è quello della riduzione e non degli aumenti dei reati (ancora poi da dimostrare in sede giudiziaria che non compete a questo ministero).
Occorre trovar soluzione nei confronti di chi ignora i dati ufficiali, seguitando a propalare notizie prive di fondamento ma fomentatrici di odio .
VERGOGNA

26/11/2018 - 12:15

AUTORE:
Giorgio

Dovrebbero inviarli presso coloro che vogliono questa situazione.
Se la delinquenza è aumentata ci sarà un perché..

26/11/2018 - 9:13

AUTORE:
bibi

Da un'attenta osservazione di chi scrive, sono arrivato alla conclusione che si tratta o di una compagnia di giro, oppure della stessa persona.
Tutti concordi nelle parole e nei concetti a chiedere interventi e pene severissime verso questa delinquenza per razza, colore e condizione.
Quando si allarga il discorso cercando di capirci qualcosa, sembra di parlare con le Marianne sotto la ghigliottina.
Per questa "marmaglia" le soluzioni (inattuabili nei fatti) del fasciosalvinismo sono ideali e definitive . Tutti fuori dalle balle e pene dall'ergastolo in poi .
Mai una parola sul colore delle nostre mutande, le opere pubbliche cadono a pezzi, gli scarti di industrie del triangolo industriale viaggiano in una teoria di Tir notte e giorno in direzione Campania, il vivaismo e l'acqua sopra e sotto a Pistoia, i 140 miliardi di evasione fiscale, il pazzesco sfruttamento dei poveri italiani e no ..
Poi questi meschinellii intervengono in ranghi serrati.

26/11/2018 - 8:28

AUTORE:
Mirko

NON BASTA LA DENUNCIA.
Il GIORNO DOPO SONO NUOVAMENTE A DELINQUERE!!
QUESTA GENTE NON HA NULLA DA PERDERE E CONTINUERÀ IMPERTERRITA A FARE CIÒ CHE VUOLE.

26/11/2018 - 6:37

AUTORE:
Andrea

Non manca giorno che soggetti come questi vengono arrestati per droga o per altri atti di delinquenza.
I cassonetti sono invasi di rifiuti tessili nonostante le continue denunce. Questa gente può tornarsene da dove è venuta. L'Italia non ha necessità di altra delinquenza.

25/11/2018 - 14:46

AUTORE:
bibi

Bravi !!! Riccardo e Lorenzo (e tanti altri) vanno diritti con la loro granitica convinzione razzista a vedere nel fenomeno solo una parte e nemmeno la peggiore.
Prato ed i pratesi .... I cinesi producono manufatti e scarti ....
Ma i capannoni che da noi sono abbandonati , a Prato sono una risorsa per i pratesi . Idem per il mercato immobiliare etc. I cinesi sono per Prato una risorsa insostituibile. Per questo si chiudono anche due occhi ....
Mi domando poi chi consuma questi prodotti il cui costo non può non sottintendere processi produttivi illegali . Ma ... nessuno puo' obbligarci a spendere di più-
Questo lavoro "malato" presente in agricoltura è chiaro e non credo si potrebbe farne a meno . Fra merce ed etica produttiva è un'anatra con una gamba sola .
Allora vengono i nostri eroi che indicano in questo fenomeno i marocchini che portano in giro lo sporco ed i cinesi che lo producono .
Venite con me che vi faccio vedere Pistoia nel sudicio dei pistoiesi .

25/11/2018 - 10:08

AUTORE:
Riccardo

Cinesi,marocchini, e chi più ne ha più ne metta. Persone che aiutano l'economia italiana.

24/11/2018 - 20:29

AUTORE:
Lorenzo

Brava gente venuta in Italia per pagarci le pensioni.

24/11/2018 - 15:04

AUTORE:
Marco

Anche a Santomato bidoni sempre pieni di cenci, via vacchereccia e via di selvatana

24/11/2018 - 14:39

AUTORE:
bibi

Chi produce gli scarti , è segno che lavora il prodotto . O no ?????
Se seguitiamo ad ignorare chi produce con personale inesistente , che dorme e vive in luoghi inesistenti e vende al nero , ci sarà sempre qualcuno che esita questo prodotto . In piccolo è lo stesso fenomeno che porta all'emigrazione di scarti industriali, di interramenti e di terre dei fuochi .
Se non si parte dalla fonte, succederanno sempre queste cose con vari gradi di gravità.
A proposito, ma le montagne di "sudicio" delle ex trafilerie Martinelli e magari del campo Rom e della campagna circostante il San Jacopo, non sono interessanti quanto il tentativo di infilare nei cassonetti cinque quintali di cenci?