Skin ADV
La Voce di Pistoia
  • 14:03 - 20/3/2019
  • 659 utenti online
  • 31603 visite ieri
  • [protetta]
  • Cerca:
In evidenza:  
SCI

La carica dei giovanissimi: sabato 16 marzo è stato l’ultimo appuntamento del circuito del Trofeo Soldaini, riservato alle categorie da super baby (under 7) fino a cuccioli (under 12).

BASKET

Domenica prossima (palla a due alle 20.45) i biancorossi saranno di nuovo di scena al PalaCarrara contro Reggio Emilia, in quella che si annuncia come la classica sfida senza ritorno. Per l'OriOra sarà fondamentale raccogliere in fretta i cocci

BASKET

Domenica a Cremona è arrivata la sua miglior prestazione in carriera, a conferma di come, ad appena 21 anni, il suo contributo, anche in termini di atteggiamento, sia paragonabile a quello di un veterano

MTB

Anche gli atleti non iscritti a nessun Ente potranno partecipare presentando il Certificato medico e pagando una quota assicurativa giornaliera da aggiungere al costo d’iscrizione.

ATLETICA

Nella prima uscita stagionale il sodalizio pistoiese conquista tre ori, un argento e un bronzo piazzandosi al decimo posto nella classifica assoluta femminile e undicesimo in quella maschile

PODISMO

Continua il momento positivo della “SILVANO FEDI” che marcia alla grande per un 2019 già denso di successi (giunti a quota 45). All’Abetone, biancorossi in grande spolvero alla “Snow Run”, con vittoria di società, 1^ piazza di Manuela Bacci fra le “Ladies”

CHITI SCHERMA

Si è infatti classificata al 9° posto su un lotto di oltre 100 partecipanti provenienti da molti paesi, compresi Giappone, Hong Kong, Stati Uniti e Australia. Il girone di qualificazione chiuso senza sconfitte le ha consentito di ottenere la seconda testa di serie nel tabellone ad eliminazione diretta

BASKET

"La squadra è stata fin da subito informata, ma ha immediatamente compreso che, non potendo avere nessun tipo di controllo su questa situazione, non aveva senso stare a pensarci. E così onestamente è stato -prosegue il coach- e non ho visto da parte dei ragazzi nessun condizionamento sul piano mentale".

TEATRO

Domenica 24 marzo l'omaggio di Tullio Solenghi alla comicità grottesca di Paolo Villaggio e dei suoi personaggi 

LIBRI

Sabato 23 marzo, alle ore 16.00, presso l’Auditorium della Banca Alta Toscana, a Vignole, Quarrata, avrà luogo la presentazione del volume “Spes nostra, salve. Luoghi di devozione nel territorio dell’Alta Toscana”, realizzato dalla Fondazione Banca Alta Toscana

TEATRO

Bartali: prima tappa, uno spettacolo, in forma di monologo, che vuole, attraverso la figura di uno dei ciclisti italiani più significativi del nostro secolo, approfondire alcune tematiche storiche connesse agli anni dell’occupazione nazista e alle relative conseguenze

MARZO, MESE DELLA DONNA

In questo marzo dedicato alla donna pubblichiamo un pensiero di Simone Magli, poeta e fotografo pistoiese

STORIA

Notizie dall'Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea di Pistoia e tutte le prossime iniziative

TEATRO

Il teatro e la passione di Elisabetta Salvatori per le grandi figure le hanno messe accanto e lo spettacolo, abbraccia Medioevo e Risorgimento, seguendo i fili che Caterina e Beatrice hanno in comune

TEATRO

Ancora la musica protagonista nella stagione del Manzoni di Pistoia che ospita dal 22 al 24 febbraio, in prima regionale, Don Giovanni di Mozart secondo l'Orchestra di Piazza Vittorio. Torna quindi a Pistoia l'Orchestra più multietnica d'Italia

LIBRI

Nel giorno della Candelora, quando per tradizione il Vescovo  di Pistoia benedice i  pellegrini che si preparano a partire per Santiago di Compostella, c'è stato un incontro nella Libreria "Terra Santa" di Milano

Non ho bisogno di te, ho voglia di te. vita mia
Non .....
Mai sarebbe andata,
ma in qualche modo
lasciai .....
Dal libro
"PER MIA FORTUNA, AMANDO, MI SONO ROVINATO .....
Il consenso delle stelle

Esiste una favola vera
dove .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Pescia, centro storico, 3° piano.
Tre vani e ½ di mq. 60 .....
Randstad Italia Spa

Ricerca

per ALIA Servizi Ambientali .....
Quarrata
Pistoia
Pistoia
Montale
Montale
Pistoia
Pistoia
Quarrata
Quarrata
PISTOIA
A Vicofaro un incontro sul tema "La Grande Guerra o la grande menzogna?"1

1/11/2018 - 11:08

Nel centenario della conclusione della Prima Guerra mondiale, l’Assemblea permanente antirazzista antifascista/Vicofaro, insieme al Centro di accoglienza “don Lorenzo Milani” di Pistoia e alla Comunità parrocchiale di Vicofaro, sabato 3 novembre alle ore 18, organizza l’incontro-memoria La Grande Guerra o la grande menzogna?
 
L’iniziativa si propone di fornire strumenti di riflessione e di conoscenza per una memoria generatrice di coscienza, nel rispetto di quanti perirono in una guerra, di cui ignoravano le cause, gli obiettivi e i modi, nei quali si sarebbe svolta. Si trattò di una guerra voluta per interessi economici e imperialisti, decisa con un colpo di mano contro il Parlamento - il Patto di Londra – cui seguì una condotta criminale verso i soldati da parte degli alti comandi militari, dai gravissimi errori strategici – le demenziali “spallate dell’Isonzo” e la disfatta di Caporetto - fino a una vera e propria guerra interna contro il popolo nel paese e in trincea, con processi, decimazioni e fucilazioni.
 
Sono stati 750 i soldati italiani condannati a morte dai tribunali militari e fucilati per “mano amica” ai quali vanno aggiunti oltre 300 che subirono una fucilazione sommaria. Altro che ripristinare la data del 4 novembre “per celebrare la vittoria e l’eroismo italiano” e “il compimento del processo risorgimentale” come proposto nel consiglio comunale di Pistoia da Fratelli d’Italia con una mozione mistificante, che in realtà offende le vittime – oltre 650 mila, senza considerare le centinaia di migliaia di mutilati e “gli scemi di guerra” impazziti nelle trincee – il cui sacrificio va ricordato, invece per fare verità!


Strappare i loro nomi e le loro vicende all’oblio e alla vuota retorica, significa impedire che si vanifichino memoria, storia e orizzonti di umanità, tanto più importanti nel momento attuale, in cui si vogliono individuare nuovi nemici della patria e sangue, suolo, identità assumono un significato preoccupante e minaccioso da parte della propaganda xenofoba e razzista.
 
Le vittime, dalla più piccola frazione alle grandi città, lasciarono le loro famiglie, i loro lavori, i loro sogni, per avviarsi verso immani sofferenze spesso concluse con la morte. Sono stati piccoli e in apparenza ininfluenti pezzi dell’immenso ingranaggio bellico, eppure capaci di lasciare un segno nella Storia. Le parole di un grande storico, Mario Isnenghi, sono in questo senso illuminanti: “Il comportamento di milioni di uomini non può essere rinchiuso in formule rigide, nessuno potrà mai spiegare in termini esaustivi perché costoro abbiano affrontato la trincea e la morte. La ricerca storica può arrivare fino a un certo punto, oltre rimane il rispetto per questi uomini e il loro sacrificio”.


L’iniziativa avrà la seguente articolazione nella tensostruttura di Vicofaro:
ore 18 riflessioni sulla Grande Guerra, seguiranno la cena condivisa e la proiezione del film di C. Clarion Joyeux “Noel”. Una verità dimenticata dalla Storia, la commovente vicenda di straordinaria umanità e fratellanza ispirata alla tregua di Natale del 1914 sul fronte occidentale.  Prima e dopo il film interventi musicali del Coro "Novecento" di Fiesole che presenterà il proprio repertorio di canti antimilitaristi e contro la guerra.

Fonte: Assemblea permanente antirazzista antifascista/Vicofaro
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




1/11/2018 - 13:23

AUTORE:
bibi

La storiografia rappresenta i grandi eventi con grandi sintesi .
Talvolta appaiono delle "pagliuzze" insignificanti che però potrebbero illuminare il modo in cui chi "contava" considerava i soldati .
Una polizza vita INA copriva (gratuitamente e ci mancherebbe) tutti i soldati in caso di morte .
Mille lire per i famigliari . La perdita di un giovane al massimo del
proprio potenziale veniva valutata mille lire . Tante o poche che fossero , penso rappresentassero al momento un ristoro ad una setuazione drammatica . Però , però , e qui sta l'elemento che rivela una mentalità , è che non ritirando la cifra e lasciandola vincolata per un certo tempo , erano stabiliti gli interessi . Vergognosa follia .