Skin ADV
La Voce di Pistoia
  • 14:03 - 20/3/2019
  • 674 utenti online
  • 31603 visite ieri
  • [protetta]
  • Cerca:
In evidenza:  
SCI

La carica dei giovanissimi: sabato 16 marzo è stato l’ultimo appuntamento del circuito del Trofeo Soldaini, riservato alle categorie da super baby (under 7) fino a cuccioli (under 12).

BASKET

Domenica prossima (palla a due alle 20.45) i biancorossi saranno di nuovo di scena al PalaCarrara contro Reggio Emilia, in quella che si annuncia come la classica sfida senza ritorno. Per l'OriOra sarà fondamentale raccogliere in fretta i cocci

BASKET

Domenica a Cremona è arrivata la sua miglior prestazione in carriera, a conferma di come, ad appena 21 anni, il suo contributo, anche in termini di atteggiamento, sia paragonabile a quello di un veterano

MTB

Anche gli atleti non iscritti a nessun Ente potranno partecipare presentando il Certificato medico e pagando una quota assicurativa giornaliera da aggiungere al costo d’iscrizione.

ATLETICA

Nella prima uscita stagionale il sodalizio pistoiese conquista tre ori, un argento e un bronzo piazzandosi al decimo posto nella classifica assoluta femminile e undicesimo in quella maschile

PODISMO

Continua il momento positivo della “SILVANO FEDI” che marcia alla grande per un 2019 già denso di successi (giunti a quota 45). All’Abetone, biancorossi in grande spolvero alla “Snow Run”, con vittoria di società, 1^ piazza di Manuela Bacci fra le “Ladies”

CHITI SCHERMA

Si è infatti classificata al 9° posto su un lotto di oltre 100 partecipanti provenienti da molti paesi, compresi Giappone, Hong Kong, Stati Uniti e Australia. Il girone di qualificazione chiuso senza sconfitte le ha consentito di ottenere la seconda testa di serie nel tabellone ad eliminazione diretta

BASKET

"La squadra è stata fin da subito informata, ma ha immediatamente compreso che, non potendo avere nessun tipo di controllo su questa situazione, non aveva senso stare a pensarci. E così onestamente è stato -prosegue il coach- e non ho visto da parte dei ragazzi nessun condizionamento sul piano mentale".

MOSTRA

Il cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci,  avvenuta a Amboise nel 1519, viene ricordato con la mostra ASSENZE dell’artista Andrea Dami che presenta una serie di opere-installazioni, alcune delle quali dedicate al Cenacolo di Leonardo da Vinci

TEATRO

Domenica 24 marzo l'omaggio di Tullio Solenghi alla comicità grottesca di Paolo Villaggio e dei suoi personaggi 

LIBRI

Sabato 23 marzo, alle ore 16.00, presso l’Auditorium della Banca Alta Toscana, a Vignole, Quarrata, avrà luogo la presentazione del volume “Spes nostra, salve. Luoghi di devozione nel territorio dell’Alta Toscana”, realizzato dalla Fondazione Banca Alta Toscana

TEATRO

Bartali: prima tappa, uno spettacolo, in forma di monologo, che vuole, attraverso la figura di uno dei ciclisti italiani più significativi del nostro secolo, approfondire alcune tematiche storiche connesse agli anni dell’occupazione nazista e alle relative conseguenze

MARZO, MESE DELLA DONNA

In questo marzo dedicato alla donna pubblichiamo un pensiero di Simone Magli, poeta e fotografo pistoiese

STORIA

Notizie dall'Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea di Pistoia e tutte le prossime iniziative

TEATRO

Il teatro e la passione di Elisabetta Salvatori per le grandi figure le hanno messe accanto e lo spettacolo, abbraccia Medioevo e Risorgimento, seguendo i fili che Caterina e Beatrice hanno in comune

TEATRO

Ancora la musica protagonista nella stagione del Manzoni di Pistoia che ospita dal 22 al 24 febbraio, in prima regionale, Don Giovanni di Mozart secondo l'Orchestra di Piazza Vittorio. Torna quindi a Pistoia l'Orchestra più multietnica d'Italia

Non ho bisogno di te, ho voglia di te. vita mia
Non .....
Mai sarebbe andata,
ma in qualche modo
lasciai .....
Dal libro
"PER MIA FORTUNA, AMANDO, MI SONO ROVINATO .....
Il consenso delle stelle

Esiste una favola vera
dove .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Pescia, centro storico, 3° piano.
Tre vani e ½ di mq. 60 .....
Randstad Italia Spa

Ricerca

per ALIA Servizi Ambientali .....
Quarrata
Pistoia
Pistoia
Montale
Montale
Pistoia
Pistoia
Quarrata
Quarrata
PISTOIA
Una lettrice: "La badante di mia madre, regolarmente assunta, era una di famiglia e ora ci chiede 51mila euro"4

19/10/2018 - 10:04

Una nostra lettrice, Grazia Nardini, ci dà conto di una storia familiare che ha per oggetto il rapporto di lavoro con la badante della propria madre

 

"Mi rivolgo a tutte quelle famiglie che hanno genitori anziani o disabili che devono necessariamente rivolgersi a badanti per un welfare “fatto in casa” che permetta di conciliare casa lavoro e l’opprimente burocrazia.

Nel 2011 mia madre è stata colpita da ictus celebrale con conseguente paralisi parte destra e afasia, impossibilitata a deambulare, a svolgere qualunque funzione in autonomia, a comunicare con la parola (e  viveva sola con la pensione al minimo).

Noi figlie, da subito, abbiamo previlegiato l’inserimento di una badante nell’abitazione della mamma per non allontanarla dal suo ambiente; abbiamo dotato l’appartamento di presidi adeguati per consentire alla mamma una qualità di vita dignitosa con grandissimo dispendio sia in termini economici che di sacrificio del nostro tempo.

La badante in questione, straniera, regolarmente assunta, era trattata nel perfetto rispetto delle regole.

Aveva un contratto come convivente per 54 ore settimanali e in aggiunta alla paga sindacale avevamo stabilito anche un superminimo di € 100. Veniva retribuita mensilmente e ogni metà del mese, come da sua richiesta, le veniva erogato un anticipo competenze; annualmente chiedeva e riceveva l’acconto del 70% del TFR.

Usufruiva delle ore giornaliere e settimanali di riposo previste dal CCNL ed eventuali  straordinari venivano regolarmente retribuiti con il cedolino. Usufruiva a sua scelta di due periodi di ferie nell’anno.

Il contratto di lavoro veniva gestito da consulenti del lavoro qualificati e pagati a nss. spese.

La badante in questi 7 anni è stata trattata come una di “famiglia”.

Nel gennaio 2018 mia madre ha cominciato a manifestare segni di maggiore sofferenza fisica che richiedeva la frequente presenza di personale medico infermieristico.

Dopo aver valutato il problema ed i maggiori sacrifici economici ai quali saremmo andate incontro, abbiamo pensato  di inserire mia madre presso una struttura (ovviamente con le spese a totale nostro carico), comunicando anche alla badante la nostra intenzione.

A settembre, si è reso disponibile un posto nella struttura da noi prescelta e nel rispetto delle norme abbiamo consegnato alla badante regolare lettera di  risoluzione del rapporto di lavoro;  le abbiamo anche detto che era nostra intenzione corrisponderle, oltre a quanto previsto contrattualmente,  una piccola somma di denaro a titolo di regalo per tutti gli anni passati con la nostra madre.

Non stiamo a dilungarci sulle  deliranti accuse formulate  nei nostri confronti dalla badante, che nonostante il nostro rispetto delle regole ha iniziato ad accampare pretese, ma quello ci ha fatto veramente indignare sono le richieste avanzate da questa signora tramite i patronati CISL e CGIL, quest’ ultimo è arrivato a quantificare maggiori spettanze a nostro carico per complessivi  51.152,82 Euro.

E’ mai possibile che famiglie non benestanti, traumatizzate e sofferenti per la grave malattia di un proprio caro, dopo aver dato fondo a tutti i propri risparmi per far fronte all’assistenza che strutture pubbliche carenti non riescono a dare, ottemperando tutti gli obblighi di legge,  devono poi anche essere umiliate,  offese  e oltremodo vessate da   truffe legalizzate?

Proveniamo da una famiglia di operai e con storie di emigrazione, abbiamo il pieno rispetto di chi lavora compresi gli stranieri che regolarmente svolgono il loro lavoro in Italia e sono sempre stata rispettosa delle regole, ma la vicenda che stiamo vivendo ci fa gridare che  c’è qualcosa che non funziona nella legislazione e nell’etica di certe persone che rappresentano le organizzazioni dei lavoratori".

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




19/10/2018 - 18:25

AUTORE:
bibi

Ho letto e sono intervenuto in un articolo pubblicato su di un foglio on line. La storia era la stessa , ma i dettagli ed i commenti dei familiari erano veramente vergognosi . L'articolo ed il mio commento sono spariti da quel foglio e se non mi sbaglio , anche alcuni miei commenti su l'articolo che compare in questo .
Una situazione poco lineare in cui il lavoratore "trattato come uno di famiglia" , quando si rivolge ad un sindacato è un ingrato se non peggio.
Capisco il sentimento dei parenti che dovranno in ogni modo "sistemare" la questione.
Mi domando poi maliziosamente se sia costata più la badante oppure l'eventuale retta presso una casa per non autosufficienti . Spero di non vedere ancora un taglialingua . D'altra parte la lamentela è divenuta pubblica e non è affatto edificante.

19/10/2018 - 16:22

AUTORE:
maria

Salve, se questa assistente familiare era assunta con regolare contratto , contributi ecc. ecc. come mai i patronati hanno riscontrato questa carenza non di 1000€ 0 2000 ma ben 50 000€. Mi viene un dubbio.
La '' badante straniera'' regolarmente assunta semplicemente è andata dai patronati come un comune cittadino italiano, sono i patronati che fanno i calcoli ,la badante non ha rubato niente e non ha ucciso nessuno....

19/10/2018 - 14:19

AUTORE:
bibi

Forse mi sono dimenticato e forse no, ma
" nell’etica di certe persone che rappresentano le organizzazioni dei lavoratori".

Non mi piace assolutamente -

19/10/2018 - 10:43

AUTORE:
bibi

Leggo l'articolo su questo foglio e condivido il pensiero circa le enormi carenze del sistema circa l'assistenza degli anziani non autosufficienti .