Skin ADV
La Voce di Pistoia
  • 00:02 - 16/2/2019
  • 676 utenti online
  • 34141 visite ieri
  • [protetta]
  • Cerca:
In evidenza:  
PODISMO

Continua il momento positivo della “SILVANO FEDI” che marcia alla grande per un 2019 già denso di successi (giunti a quota 45). All’Abetone, biancorossi in grande spolvero alla “Snow Run”, con vittoria di società, 1^ piazza di Manuela Bacci fra le “Ladies”

CHITI SCHERMA

Si è infatti classificata al 9° posto su un lotto di oltre 100 partecipanti provenienti da molti paesi, compresi Giappone, Hong Kong, Stati Uniti e Australia. Il girone di qualificazione chiuso senza sconfitte le ha consentito di ottenere la seconda testa di serie nel tabellone ad eliminazione diretta

BASKET

"La squadra è stata fin da subito informata, ma ha immediatamente compreso che, non potendo avere nessun tipo di controllo su questa situazione, non aveva senso stare a pensarci. E così onestamente è stato -prosegue il coach- e non ho visto da parte dei ragazzi nessun condizionamento sul piano mentale".

CHITI SCHERMA

lla terza prova del circuito nazionale disputatasi a Bologna gli atleti della Chiti hanno portato a casa due vittorie nelle gare di spada. Nella categoria under 40, una sorta di categoria “ponte” fra gli under 23 e gli over 40, si è imposto Marco Gori

BASKET

Alessandro Ramagli con i suoi ragazzi, sarà atteso lunedì sera dal difficilissimo esame contro la capolista Armani Milano. "Sarà una partita in cui servirà grande forza mentale per vivere il match possesso dopo possesso"

MTB

In partenza la griglia d’onore sarà riservata alla partecipazione femminile. Sul palco Premio Speciale alla società con maggior numero di cicliste al via

BASKET

Giornata di vigilia in casa OriOra. I biancorossi completano oggi la preparazione in vista della difficilissima sfida di domani in casa della Reyer Venezia, in un match che sulla carta appare davvero proibitivo

HC PISTOIA

I ragazzi mostrano di aver fatto notevoli progressi grazie alle cure di Mister Treno, sono cresciute le loro capacità tecniche ma soprattutto ampi passi avanti nella tenuta mentale. Grande emozione e soddisfazione nel settore femminile: il gruppo è composto da atlete appassionate e che non si tirano indietro sul lavoro da fare

LIBRI

Nel giorno della Candelora, quando per tradizione il Vescovo  di Pistoia benedice i  pellegrini che si preparano a partire per Santiago di Compostella, c'è stato un incontro nella Libreria "Terra Santa" di Milano

PISTOIA MINIMAL
di Simone Magli

Con "Pistoia Minimal" si rinnova la missione di scoprire di valorizzare le bellezze artistiche 'della porta accanto'. L'obiettivo è far scoprire piccoli dettagli di Pistoia, dando ogni volta un'indicazione sul luogo dello scatto

POESIA

Il poeta Fabio Strinati dedica alcuni appassionati versi alla nostra città

PISTOIA MINIMAL
di Simone Magli

Con "Pistoia Minimal" si rinnova la missione di scoprire di valorizzare le bellezze artistiche 'della porta accanto'. L'obiettivo è far scoprire piccoli dettagli di Pistoia, dando ogni volta un'indicazione sul luogo dello scatto

PREMIO CEPPO

Nell’ambito del 63° Premio Letterario Internazionale Ceppo Pistoia (patrocinio Mibac), Paola Zannoner è la vincitrice del Premio Ceppo per l’Infanzia e l’Adolescenza 2019. Premiazione l’8 febbraio 2019 a Pistoia

STORIA

Notizie dall'Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea di Pistoia e tutte le prossime iniziative

PISTOIA MINIMAL
di Simone Magli

Con "Pistoia Minimal" si rinnova la missione di scoprire di valorizzare le bellezze artistiche 'della porta accanto'. L'obiettivo è far scoprire piccoli dettagli di Pistoia, dando ogni volta un'indicazione sul luogo dello scatto

MOSTRA

Inaugurazione domenica 27 gennaio alle 16.30 al secondo piano di Villa Bertelli, in collaborazione con la Fondazione Villa Bertelli e con Laura Tartarelli Contemporary Art. Ingresso gratuito. Seguirà il concerto ”Il mio pianoforte”

Non ho bisogno di te, ho voglia di te. vita mia
Non .....
Mai sarebbe andata,
ma in qualche modo
lasciai .....
Dal libro
"PER MIA FORTUNA, AMANDO, MI SONO ROVINATO .....
Il consenso delle stelle

Esiste una favola vera
dove .....
Randstad Italia Spa

Ricerca

per ALIA Servizi Ambientali .....
Randstad Italia Spa
Filiale di Lucca
Tel. : 0583 330111

Ricerca .....
Ho avuto i domiciliari per piccoli problemi con la legge. con .....
Certificazione Internazionale di Yoga della Risata con Andrea .....
MOSTRA
Artistikamente espone le opere di Mogol

6/10/2018 - 9:17

Da sabato 6 al 21 ottobre ArtistikaMente espone tre artisti fra i massimi rappresentanti  dell’arte contemporanea : ALFREDO RAPETTI MOGOL,  GIUSEPPE CHIARI, BERNARD AUBERTIN
La "pittoscrittura di Alfredo Rapetti Mogol, la "musica visiva" di Giuseppe Chiari, il "pyroman" Bernard Aubertin, (artista tra i fondatori del "guppo Zero" di Dusseldorf), eccezionalmente per tre settimane a Pistoia presso ArtistikaMente, con 25 opere. Apertura Sabato 6 Ottobre alle ore 18:00


ARTISTIKAMENTE Largo San Biagio, 53, Pistoia

Aperto dal LUNEDÌ al SABATO dalle 15.30 alle 19.00

GIUSEPPE CHIARI
Giuseppe Chiari (Firenze 1926 – 2007) è un artista, musicista italiano. E' l'esponente italiano del movimento artistico internazionale Fluxus. Negli anni 60' inizia le sue sperimentazioni, tra cui gli elaborati fondati sulla componente grafica della scrittura musicale. Composizioni non più fatte per essere eseguite - ascoltate ma osservate. Numerose le sue performances e concerti in tutto il mondo, Dagli anni 80' agli spartiti si affiancano i collage, composizioni con strumenti musicali.
All'interno del gruppo Fluxus sperimenta il concetto di "musica visiva" combinando l'arte visiva e musicale in un continum dove la musica si caratterizza per la sua componente visiva. "Sul fronte delle arti visive l'astrattismo e il concettuale conquistano irreversibilmente l'incorporeità tipica dell'espressione musicale.
Sue opere sono conservate in numerosi musei: nella collezione permanente di Palazzo Fabroni a Pistoia l'opera Art is to say della collezione Palli al Museo Novecento di Firenze, varie opere al Museo sperimentale d'arte contemporanea dell'Aquila e al MAMBO di Bologna.
 
ALFREDO RAPETTI MOGOL
Alfredo Rapetti (Milano, 1961).
La formazione del pittore è avviata dal nonno materno, Alfredo De Pedrini, Presidente dell'Associazione Arti Grafiche, che gli consente di frequentare molti pittori milanesi. La sua attività pittorica inizia tra gli anni 60-70, a sedici anni frequenta per due anni la scuola del Fumetto a Milano elaborando tecniche e stili diversi. A partire dal 1966 per quattro anni lavora con i maestri Alessandro Algardi e Mario Arlati, nel loro studio di via Nota, dove ha l'occasione per coniugare le sue due grandi passioni, pittura e scrittura. La sua opera va dunque a elaborare un aspetto mentale e psicologico al contempo. La tecnica utilizzata è quella dell'imputura che realizza la fusione tra linguaggio verbale e pittorico trasferendo le parole su tela. Si può dunque parlare di una "scrittura pittorica": dal 1998 ha inizio un lavoro di collaborazione per il fotografo Fabrizio Ferri e dal 1999 espone le sue opere in numerose mostre personali e collettive che riscontrano grande successo tra la critica. Meritevoli di menzione tra le mostre collettive quelle svoltesi presso il Museo della Permanente di Milano, presso il Salon d'Automne, l'Espace Charenton e Grand Palais di Parigi, presso il M'ARS Contemporary Art Museum, presso Palazzo Strozzi di Firenze e presso il Riga Foreign Art Museum di Riga. Tra le mostre personali quelle presso la Galleria Cà d'Oro di Roma, presso la Fondazione KPMG di Berlino, presso la Galleria Maretti Arte MOnaco di Montecarlo, presso Villa Olmo di Como, presso l'Albergo della Rovere di Palermo e presso la Certosa di San Lorenzo a Padula di Salerno.   
 
BERNARD AUBERTIN
Bernard Aubertin nasce a Fontenay-aux-Roses nel 1934. Compiuti gli studi presso la Scuola Statale di Decorazione, da autodidatta, si avvicina al cubismo ed al futurismo. Fondamentale fu il suo incontro nel 1957 con Yves Klein; dall’anno successivo, infatti, darà inizio alla creazione delle sue celebri tele monocrome. Aubertin inizia la sua storia di pittore monocromo realizzando i suoi primi "rouge total". Le ricerche dell’artista si focalizzano dapprima sul colore rosso, inteso come fuoco, energia. Realizza i cosiddetti Tableaux Feu (quadri fuoco), animando tele monocrome rosse, con chiodi (Tableaux Clous), fil di ferro (Tableaux Fil de Fer), fiammiferi (Parcours d’Allumettes) e svariati materiali, dai ceri, alle reti di ferro.
Bernard Aubertin, partecipa appieno al fervore di rinnovamento artistico degli anni Sessanta e fu tra gli animatori del “Gruppo Zero” di Düsseldorf  con Heinz Mack, Otto Piene e Günther Uecker. Il colore rosso è la base di tutte le sue opere, tinta intimamente legata all'elemento del fuoco, utilizzato come strumento di intervento sulle opere stesse che conquistano una nuova dimensione spaziale.
Nella serie Dessins de Feu sur Papier lo spazio fisico del foglio viene attraversato da cerini che imprimono tracce sulla superficie, dando così vita a nuove forme.
Nella serie Fer Brûlé, invce, la fiamma agisce su lamiere metalliche che, nei punti corrosi dal fuoco, svelano il tipico fondo rosso, che diviene una nuova forma dai contorni quasi grafici disegnati proprio dal fuoco stesso.

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: