Skin ADV
La Voce di Pistoia
  • 16:05 - 20/5/2019
  • 751 utenti online
  • 21475 visite ieri
  • [protetta]
  • Cerca:
In evidenza:  
SCHERMA

Resta comunque un 4° posto di tutto rispetto che lascia la compagine pistoiese ai vertici nazionali. E ora tocca alle ragazze, che a giugno a Palermo dovranno lottare per conquistare la salvezza in serie A/1.

BILIARDO

Si ritorna in Italia e più precisamente a Pistoia. Il palazzetto dello sport cittadino, il PalaCarrara, ospiterà i biliardi sui quali si disputeranno le fasi finali della rassegna Iridata, giunta alla sua 24° edizione

CALCIO

È con profonda amarezza che dobbiamo purtroppo prendere atto che il calcio a Pistoia sta vivendo uno dei periodi più bui della sua storia quasi centenaria: eppure siamo nella terza serie professionistica nazionale e, almeno finora, non abbiamo corso seri pericoli di retrocessione

BASKET

"Con i giocatori ho toccato spesso il tasto dell'amor proprio: la situazione è difficilissima, ma finire al meglio la stagione, anche sul piano individuale, può per ognuno di loro essere importante anche per il futuro. Proverò a far sì che i ragazzi prendano questo aspetto di natura personale per mettere insieme una buona prova di squadra"

ATLETICA

I migliori lanciatori over 35 d'Italia si sono dati appuntamento al campo scuola il 27 e 28 aprile scorsi. Pistoia sede di fiducia della FIDAL 

BASKET

Anche se virtualmente poi dovremo aspettare i risultati di domenica, non sono abituato a buttare la palla in tribuna: mi sembra evidente che per la situazione in cui siamo, per la classifica e per i numeri, domani è la nostra ultima chance

BASKET

In una situazione oggettivamente molto difficile, sarà importante per Pistoia riuscire a controllare anche l'aspetto emotivo: "E' una delle cose che ci sono mancate contro Torino -spiega Moretti- dal momento che per non aver saputo controllare i nervi abbiamo regalato ai nostri avversari tre possessi e sette tiri liberi"

BASKET

Finisce 81-78 al termine di una gara combattutissima: Pistoia, condannata anche dagli episodi, vede allontanarsi la salvezza.

Fernando Aramburu ai Dialoghi sull'Uomo

La difficoltà di convivere, l’odio, la vendetta sono da sempre temi centrali della letteratura di tutti i tempi. Lo sono anche del romanzo Patria e dei racconti di Dopo le fiamme di Fernando Aramburu, uno degli scrittori più amati degli ultimi anni

ARTE

Domenica 12 maggio dalle ore 17, presso Lo Spazio di via dell’ospizio, verrà inaugurata la mostra di disegni di Alessandro Sarteschi, "Imprendibile orizzonte".

TEATRO

Asciutto e sincero, empatico e semplice, costruito con l'amichevole supervisione de Gli Omini, Passo dopo arriva in Segheria, con una chitarra, una voce e un pianoforte

POESIA

Venerdì 10 maggio SassiScritti organizza a Pistoia Le cose illuminate una passeggiata poetica e musicale per ricordare Sergio Salabelle che, attraverso la libreria Les Bouquinistes ha costruito un centro di cultura e aggregazione importante per la città

STORIA

25 APRILE 2019 Festa di Liberazione, omaggio alla Resistenza Ore 11 - Piazza della Resistenza – Pistoia - Cerimonia al monumento ai caduti. Ore 12 – Piazza del Duomo – Pistoia - Concerto Bande. Organizzata da CUDIR Pistoia.

MOSTRA

Proseguirà nel Battistero di San Giovanni in Corte fino a domenica 2 giugno 2019 (apertura tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 18) l'esposizione del Crocifisso di Jorio Vivarelli, insieme alle fotografie di Aurelio Amendola

TEATRO

La compagnia de Gli Omini lancia gli ultimi appuntamenti che completeranno la micro-stagione di spettacoli cominciata a gennaio 2019 in Segheria, lo spazio pistoiese in zona Sant’Agostino

MOSTRA

Venerdì 12 aprile alle ore 18 la Fondazione Marino Marini di Pistoia inaugura la personale della fotografa cinese Gao Yuan. La mostra rimarrà aperta fino al 16 giugno e propone laboratori per bambini condotti dalla stessa Yuan

Non ho bisogno di te, ho voglia di te. vita mia
Non .....
Mai sarebbe andata,
ma in qualche modo
lasciai .....
Dal libro
"PER MIA FORTUNA, AMANDO, MI SONO ROVINATO .....
Il consenso delle stelle

Esiste una favola vera
dove .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Pescia, centro storico, 3° piano.
Tre vani e ½ di mq. 60 .....
Randstad Italia Spa

Ricerca

per ALIA Servizi Ambientali .....
PROVINCIA
Serravalle Jazz in tour a Gavinana, Abetone, Orsigna e alla Macchia Antonini

28/6/2018 - 10:45

La Montagna pistoiese si prepara ad animarsi per cinque pomeriggi estivi al ritmo del jazz: per la prima volta in diciassette edizioni, la rassegna musicale Serravalle Jazz si allontana dalla Rocca di Castruccio per raggiungere Gavinana, Abetone, Orsigna e la Macchia Antonini.


In programma nei giorni 8, 15, 22, 29 luglio e 5 agosto, Serravalle Jazz in tour – questo il titolo della manifestazione itinerante, principale novità del 2018 –  è organizzata da Fondazione Cassa di risparmio di Pistoia e Pescia, Fondazione Promusica, Comune di Serravalle Pistoiese ed Ecomuseo della Montagna pistoiese in collaborazione con i Comuni di Pistoia, Abetone Cutigliano e San Marcello Piteglio. Oltre alla squadra operativa e al direttore artistico Maurizio Tuci, restano invariate anche la qualità della musica proposta e la cura meticolosa nel reclutamento dei musicisti che contraddistinguono il festival serravallino.
 
Domenica 8 luglio alle 17 è in programma la prima tappa. Teatro dell'esibizione sarà la bella Pieve di Santa Maria Assunta a Gavinana. E proprio Assumption - Jazz nella Pieve è il titolo dello spettacolo di cui sarà protagonista Mauro Grossi. Pianista, compositore e direttore – nonché autore di una serie di arrangiamenti di Nature boy, celeberrimo brano interpretato da Nat King Cole, e dei pezzi che Chet Baker scrisse nel '59 in carcere a Lucca – Grossi  ha partecipato per ben cinque volte al Serravalle Jazz. Stavolta suonerà composizioni originali e improvvisazioni libere con lo storico organo Agati-Tronci della pieve di Gavinana.

 

“Fin da piccolo – ha commentato il musicista – sono stato attratto da qualunque strumento a tastiera, ma è sull’organo della parrocchia che ho mosso i primi fondamentali passi. Perciò, quella che mi si offre è un’occasione preziosa per testare il mio attuale pensiero musicale, ritrovando le origini”.
 
Domenica 15 luglio alle 17 il Serravalle Jazz in tour raggiungerà l'orto botanico forestale di Abetone. Qui si esibirà il Fat fingers sax quartet composto da Moraldo Marcheschi (sax soprano), Renzo Cristiano Telloli (sax alto), Alessandro Rizzardi (sax tenore) e Rossano Emili (sax baritono). Seppur di recentissima formazione, il quartetto riunisce musicisti che collaborano da molti anni militando anche nelle file della Barga Jazz Orchestra e in altre formazioni ad ampio organico. Gli arrangiamenti e le composizioni originali, opera di Emili, spaziano tra brani di ricerca e contaminazione tra i generi (classico, folkloristico, swing, jazz) e pezzi più mainstream, nel solco della tradizione jazzistica. Tra gli autori più rivisitati Thelonius Monk, Duke Ellington, Gerry Mulligan.
 
Domenica 22 luglio alle 17 la Macchia Antonini sarà la suggestiva location del concerto dei White Orcs. Vincenzo Genovese (rhodes e synth), Riccardo Onori (chitarra), Marco Galiero (basso), Francesco Cherubini (percussioni), Andrea Tofanelli (tromba), Luca Ravagni (alto sax), Stefano Scalzi (trombone), Nadyne Rush e Greta Mirall (voci soliste) sono i membri della band toscana.

 

"La musica è arte. Il funk è allegria. La tradizione stimola l’innovazione. La nostra terra d’origine condiziona, influenza ed ispira": si presentano così i White Orcs, che nascono dall'incontro tra jazz, funk, soul e gospel. Tra le migliori orchestre di black music della scena musicale italiana, propongono sia pezzi originali che un repertorio di brani internazionali rivisitati in modo del tutto coinvolgente, frutto non solo del lavoro di arrangiamento del leader Vincenzo Genovese ma anche della versatilità della sezione ritmica e di solisti di eccezione nella sezione fiati.
 
Domenica 29 luglio alle 17 si torna a Gavinana: stavolta l'osservatorio astronomico ospiterà i Botte di cool, ovvero Fabio Morgera (cornetta e flicorno), Dario Cecchini (sax baritono e soprano), Guido Zorn (contrabbasso) e Alessandro Fabbri (batteria). Si tratta di quattro noti jazzisti italiani che, con questo progetto, ripresentano i classici del Cool Jazz nella loro versione originale, ridando linfa vitale a un tipo di musica che spopolò durante gli anni ‘50. Suoneranno brani presi dalla storica incisione di Birth of the Cool di Miles Davis, dei gruppi di Gerry Mulligan e Chet Baker, di Dave Brubeck, Lennie Tristano e altri ancora.
 
Domenica 5 agosto alle 17, infine, sarà il Molino di Giamba all'Orsigna a fare da sfondo all'ultima tappa del Serravalle Jazz in tour. Si esibirà il Silvia Benesperi Quartet, composto da Daniele Biagini (pianoforte), Alessandro Antonini (contrabbasso), Alessandro Benedetti (batteria) e Silvia Benesperi (voce). Ospite d'onore Paolo Scali (sax tenore).
Focalizzando l’attenzione sul rapporto tra la musica jazz strumentale e il timbro vocale solista, i musicisti guideranno il pubblico alla scoperta del crooning, uno stile di canto che lega il jazz a un tipo di musica ballabile. Il crooner è infatti un cantante “confidenziale”, a metà strada tra la musica popolare e la musica jazz, che fa leva su tutte quelle qualità vocali più vicine al parlato e che comprendono, ad esempio, il sussurro, creando così una dinamica musicale di grande effetto.
 
"Devo ringraziare soprattutto il presidente della Fondazione Caript Luca Iozzelli – dichiara Maurizio Tuci – che ha avuto l'idea di portare il Serravalle Jazz fuori dalla Rocca di Castruccio, e il consigliere Ezio Menchi, presente anche nella fase organizzativa della rassegna in tour. Ho accolto con emozione la proposta: è arrivata inattesa, ma mi ha permesso di realizzare un grande desiderio".
 
"Abbiamo deciso – prosegue il presidente Iozzelli – di confermare la presenza del Serravalle Jazz non solo alla Rocca di Castruccio (V. PDF ALLEGATO) una cornice veramente magica che ha contribuito a promuovere fortemente questa manifestazione, ma anche in altre parti della provincia: portiamo il jazz sulla Montagna pistoiese. Abbiamo scelto questa soluzione consapevoli che la montagna è orfana di Sentieri acustici, esperienza promossa dalla Provincia di Pistoia, e che può offrire una serie di location suggestive. L'obiettivo è fare in modo che chiunque abbia interesse o curiosità possa assistere a un concerto dal vivo. Crediamo che la musica di qualità debba trovare una sua centralità nell'attenzione delle persone".

 

"Ospiteremo con molto onore – conclude il sindaco di Serravalle Pistoiese Piero Lunardi – la diciassettesima edizione della manifestazione, che richiama gente da tutta Italia e non solo dando lustro al nostro Comune. L'anno scorso abbiamo avuto musicisti del calibro di Tullio De Piscopo e Gianluca Petrella. Quest'anno siamo felici che il festival si espanda ulteriormente". 


Il tour in montagna della manifestazione musicale farà da apripista a molte altre iniziative del genere, che prenderanno direzioni sempre nuove ma saranno comunque caratterizzate dalle tradizionali prerogative del festival.
 
Per ulteriori informazioni è possibile contattare l'Ecomuseo della Montagna pistoiese ai numeri 800/974102, 333/3609717 o 0573/638025 oppure tramite posta elettronica all'indirizzo ecomuseopt@gmail.com.
 
Serravalle Jazz in tour ringrazia per la collaborazione la cooperativa Val d’Orsigna, l'Unione Comuni dell'Appennino e la Diocesi di Pistoia.


 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: