Skin ADV
La Voce di Pistoia
  • 17:05 - 27/5/2018
  • 978 utenti online
  • 48877 visite ieri
  • [protetta]
  • Cerca:
In evidenza:  
CHITI SCHERMA

Un successo di enorme prestigio per il giovane alfiere della Chiti Scherma e per tutto il movimento pistoiese. La gara si è disputata nella usuale cornice di Riccione, dove nell’arco di una settimana si sono alternati in pedana oltre 3000 atleti appartenenti alle categorie under 14

BASKET

Dopo tre anni ricchi di gioie e successi, le strade del Pistoia Basket 2000 e di coach Vincenzo Esposito si separano. Approdato a Pistoia nell'estate del 2015, Esposito ha totalizzato 97 presenze sulla panchina biancorossa (tutte in serie A) riportando alcuni significativi record nella storia del basket cittadino.

CALCIO

Alla manifestazione prenderanno parte 69 squadre (60 maschili e 9 femminili) per un totale di oltre 200 partite nei 16 campi da gioco allestiti all’impianto del Centro Sportivo Renzo Brizzi di Massa e Cozzile

MTB

Sono state consegnate due targhe, una alla società con la scritta "All'Avis Bike Pistoia, perché ​l'​unione fa la forza", l'altra con la dedica "Ad Edita Pucinskaite, Campionessa nello Sport e nella Vita"

CALCIO

Sono aperte le iscrizioni al “F. Real Madrid Clinics” il camp estivo riservato a ragazzi tra 7 e 15 anni in programma al campo Edy Morandi delle Fornaci dal 18 al 22 giugno prossimi

SCHERMA

L’ultima prova interregionale under 14 ha regalato molte soddisfazioni alla Chiti Scherma. La lunga maratona stagionale che ha portato gli atleti delle categorie più giovani a disputare ben tre prove nazionali, due interregionali e due regionali, si è conclusa sulle pedane di Arezzo

PODISMO

Domenica 15 aprile torna la kermesse sportiva  9° Trofeo CNA 10.000 City Run, la gara podistica competitiva (10 km) e ludico motoria (5 km) organizzata da CNA PENSIONATI TOSCANA CENTRO, Uisp e Associazione Silvano Fedi

ATLETICA CARIPIL

Sono nove le medaglie conquistate dalla società pistoiese ai Toscani Indoor Junior, Under16 e Under14. Spicca Alessio Geri che vince il titolo e poi piazza la seconda misura stagionale italiana dell’anno nel salto in alto con 1.86m fra gli Under16

MOSTRA

Alla Fondazione Vivarelli potremo vedere opere che contengono sia l’architettura, sia il paesaggio che la ospita. Questi lavori fanno parte di una ricerca che rimane un punto importante nel lavoro di Basetti, da cui ha tratto “linfa” vitale

PISTOIA MINIMAL
di Simone Magli

Per scoprire piccoli dettagli di Pistoia, dando ogni volta un’indicazione sul luogo dello scatto, ma senza svelare più di tanto, nella speranza che nei lettori si alimenti la voglia di osservare, stupirsi, conoscere angoli preziosi della città

MOSTRA FOTOGRAFICA

Dodici foto per raccontare gli eccessi della vita contemporanea. Dal 21 maggio alla San Giorgio la mostra di Legambiente Pistoia con foto di Beatrice Beneforti

PISTOIA MINIMAL
di Simone Magli

Per scoprire piccoli dettagli di Pistoia, dando ogni volta un’indicazione sul luogo dello scatto, ma senza svelare più di tanto, nella speranza che nei lettori si alimenti la voglia di osservare, stupirsi, conoscere angoli preziosi della città

MOSTRA

Tutti gli eventi si svolgeranno dal 17 al 30 maggio nella straordinaria cornice dell'ex chiesa di san Giovanni Battista in corso Gramsci 41

PISTOIA MINIMAL
di Simone Magli

Per scoprire piccoli dettagli di Pistoia, dando ogni volta un’indicazione sul luogo dello scatto, ma senza svelare più di tanto, nella speranza che nei lettori si alimenti la voglia di osservare, stupirsi, conoscere angoli preziosi della città

RASSEGNA TEATRALE

“In-canti sotto la luna” è il titolo che la Fondazione Turati ha voluto dare alla sua prima rassegna teatrale, articolata in 4 spettacoli,  che si terrà, nell’estate del 2018, nel giardino del Centro Socio-Sanitario che la Turati gestisce a Gavinana

PISTOIA MINIMAL
di Simone Magli

Per scoprire piccoli dettagli di Pistoia, dando ogni volta un’indicazione sul luogo dello scatto, ma senza svelare più di tanto, nella speranza che nei lettori si alimenti la voglia di osservare, stupirsi, conoscere angoli preziosi della città

Mai sarebbe andata,
ma in qualche modo
lasciai .....
Dal libro
"PER MIA FORTUNA, AMANDO, MI SONO ROVINATO .....
Il consenso delle stelle

Esiste una favola vera
dove .....
Una vasta prateria
campi e prati incolti
un ex soldato .....
EURO 63. 000, 00

Pescia, centro storico, 3° piano.
Tre .....
Vendo o scambio a 18 km da Bologna (Medicina) appartamento mansardato .....
La mostra si terrà presso lo spazio ArtistikaMente in Largo .....
Cerchiamo su Pistoia n. 3 ragazze disposte a fare da modelle .....
MOSTRA FOTOGRAFICA
"Asinara" di Marco Delogu

23/4/2018 - 9:09

MARCO DELOGU | ASINARA
 Palazzo Fabroni – Pistoia
22 aprile – 1° luglio 2018
Inaugurazione 21 aprile ore 18.00
 
 
A Palazzo Fabroni - Museo del Novecento e del Contemporaneo di Pistoia  la mostra Marco Delogu | ASINARA realizzata dal Comune di Pistoia/Palazzo Fabroni in collaborazione con la Fondazione di Sardegna.
La mostra è stata inaugurata sabato 21 aprile e resterà aperta al pubblico fino al 1° luglio.
Ventinove immagini, quasi tutte notturne, frutto del nuovo lavoro del fotografo Marco Delogu, accompagnate da ventidue studi e un video, colgono l'Asinara nella sua identità più profonda, offrendoci la bellezza di una natura perlopiù selvaggia e incontaminata, in forte contrasto con l’alterità fredda delle strutture sanitarie e carcerarie che, nel corso di oltre un secolo, hanno ridisegnato gli orizzonti dell'isola fino al 1997, anno di fondazione dell’Ente Parco.
 
«Ho scelto di lavorare sull’Asinara – scrive Marco Delogu - per via della sua storia e della sua geografia. Da bambino l’isola mi veniva narrata come una specie di inferno, e da ragazzo mi colpivano i racconti di un amico di famiglia, avvocato, che difendeva Renato Curcio e Raffaele Cutolo e andava a incontrarli sull’isola. Più tardi, a partire dal 1997, lavorando a Rebibbia per i ritratti di Cattività, avevo incontrato una serie di detenuti che erano stati all’Asinara, e dalle loro voci avevo ascoltato la storia delle rivolte di Fornelli. Non sono andato in Sardegna per moltissimi anni e per il mio 'ritorno' fotografico ho scelto un’isola che non conoscevo, così piena di ricordi dolorosi a contrasto con il grandissimo senso di bellezza e libertà che ora si prova».
Con la mostra Marco Delogu | ASINARA, un progetto della Fondazione di Sardegna nell’ambito di AR/S – Arte Condivisa, il tema del rapporto fra linguaggi visivi della contemporaneità e natura/paesaggio legato, nel caso specifico, alla fotografia come mezzo di documentazione ed espressione, torna al centro degli spazi espositivi di Palazzo Fabroni.
 
«Le sale del museo – dichiara il sindaco di Pistoia, Alessandro Tomasi - diventano le tappe di un suggestivo percorso in un’isola di contrasti in cui la luce lunare, protagonista delle fotografie di Delogu, sembra riconsegnare ad una primordiale purezza questa terra di prigionia per boss e terroristi che fu, al tempo stesso, luogo di esilio forzato per chi sacrificò la vita proprio contro le mafie. I ventinove ritratti dell’Asinara ci conducono nel silenzio delle interminabili notti di trentatré anni fa, illuminate dal coraggio di Giovanni Falcone e di Paolo Borsellino che su questa isola di contraddizioni, dove furono costretti all’esilio, continuarono a scrivere la requisitoria del maxiprocesso a Cosa Nostra. La mostra di Delogu inaugura la primavera 2018 di Palazzo Fabroni, un museo che intendiamo rendere maggiormente fruibile e vivo aprendone sempre più gli spazi agli incontri con gli artisti, alla formazione e alle iniziative culturali».
 
La rassegna è stata completamente ripensata per le sale del secondo piano di Palazzo Fabroni, in una relazione stretta ed organica con il contesto architettonico dell'edificio, a tal punto che l'alternanza degli spazi, irregolari di forma e differenti per dimensioni, governa la disposizione delle opere e racconta, anche attraverso le parole dello stesso Delogu sulle pareti, un viaggio d’artista, particolarmente poetico, alla scoperta dell'Asinara e dei suoi forti contrasti. Nel volume che accompagna il progetto e, dunque, la mostra, le ventinove opere fotografiche di Marco Delogu sono affiancate da un testo dello scrittore Edoardo Albinati, vincitore del Premio Strega 2016, che ha conosciuto da vicino le tematiche della detenzione durante gli oltre 20 anni da insegnante nel carcere di Rebibbia e che, come Delogu, ha vissuto un’esperienza di residenza all’Asinara.
 
Marco Delogu (Roma 1960). Fotografo, editore e curatore, vive e lavora a Londra.
Come autore la sua ricerca si concentra su ritratti di gruppi di persone con esperienze o linguaggi in comune; negli ultimi anni i suoi progetti si sono maggiormente concentrati sulla natura, nelle differenti declinazioni di un’attenzione che si sposta dall’uomo a ciò che lo circonda.
Ha pubblicato oltre venti libri, per editori come Einaudi, Bruno Mondadori, e/o, ecc.. Ha esposto in Italia e all'estero, in molte gallerie e musei, tra i quali: Accademia di Francia, Villa Medici, Roma (nel 2008 gli ha dedicato una grande retrospettiva dal titolo “Noir et Blanc”); Warburg Institute, Londra; Henry Moore Foundation, Leeds; IRCAM - Centre George Pompidou, Parigi; MACRO, Roma; Palazzo delle Esposizioni, Roma; Museé de l'Elysee, Losanna; PhotoMuseum, Mosca; Musei Capitolini, Roma.
Le sue fotografie sono presenti in numerose collezioni pubbliche e private.
Nel 2002 ha ideato FotoGrafia, festival internazionale di Roma di cui è il direttore artistico. Nel 2003 ha fondato la casa editrice Punctum, specializzata in fotografia con circa cento titoli in catalogo.
Nel 2014 ha girato il suo primo film corto, interamente ambientato in Sardegna, dal titolo “Ci sarà ancora il mare?”.
Nel gennaio 2015 è uscito il suo libro “Luce Attesa” edito da Koenig books e Punctum, che è una ricerca sulla sua città Roma con due racconti inediti di Edoardo Albinati e Jhumpa Lahiri, e scritti critici di Eric de Chasséy e Bartolomeo Pietromarchi.
Dal luglio 2015 dirige l’Istituto Italiano di Cultura di Londra.
Nel maggio 2017 ha esposto alla Somerset House di Londra in una mostra personale nell’ambito di PhotoLondon 2017.
 
Sede: Palazzo Fabroni, via Sant’Andrea 18 – Pistoia
Periodo: 22 aprile – 1° luglio 2018
Inaugurazione: sabato 21 aprile ore 18.00
Orari: dal martedì al giovedì ore 10.00/14.00; dal venerdì alla domenica, festivi e lunedì 30 aprile ore 10.00/18.00 | chiuso il lunedì
Biglietti d’ingresso (comprensivi anche della visita alla collezione permanente di Palazzo Fabroni):  intero € 3,50 - ridotto € 2,00
Catalogo: Punctum - € 50.00
 
Per informazioni
tel. 0573 371214
sito web: musei.comune.pistoia.it
Facebook: @museicivicipistoia

 

In allegato una nota di Edoardo Albinati


 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: