Skin ADV
La Voce di Pistoia
  • 14:05 - 26/5/2018
  • 1069 utenti online
  • 48104 visite ieri
  • [protetta]
  • Cerca:
In evidenza:  
CHITI SCHERMA

Un successo di enorme prestigio per il giovane alfiere della Chiti Scherma e per tutto il movimento pistoiese. La gara si è disputata nella usuale cornice di Riccione, dove nell’arco di una settimana si sono alternati in pedana oltre 3000 atleti appartenenti alle categorie under 14

BASKET

Dopo tre anni ricchi di gioie e successi, le strade del Pistoia Basket 2000 e di coach Vincenzo Esposito si separano. Approdato a Pistoia nell'estate del 2015, Esposito ha totalizzato 97 presenze sulla panchina biancorossa (tutte in serie A) riportando alcuni significativi record nella storia del basket cittadino.

CALCIO

Alla manifestazione prenderanno parte 69 squadre (60 maschili e 9 femminili) per un totale di oltre 200 partite nei 16 campi da gioco allestiti all’impianto del Centro Sportivo Renzo Brizzi di Massa e Cozzile

MTB

Sono state consegnate due targhe, una alla società con la scritta "All'Avis Bike Pistoia, perché ​l'​unione fa la forza", l'altra con la dedica "Ad Edita Pucinskaite, Campionessa nello Sport e nella Vita"

CALCIO

Sono aperte le iscrizioni al “F. Real Madrid Clinics” il camp estivo riservato a ragazzi tra 7 e 15 anni in programma al campo Edy Morandi delle Fornaci dal 18 al 22 giugno prossimi

SCHERMA

L’ultima prova interregionale under 14 ha regalato molte soddisfazioni alla Chiti Scherma. La lunga maratona stagionale che ha portato gli atleti delle categorie più giovani a disputare ben tre prove nazionali, due interregionali e due regionali, si è conclusa sulle pedane di Arezzo

PODISMO

Domenica 15 aprile torna la kermesse sportiva  9° Trofeo CNA 10.000 City Run, la gara podistica competitiva (10 km) e ludico motoria (5 km) organizzata da CNA PENSIONATI TOSCANA CENTRO, Uisp e Associazione Silvano Fedi

ATLETICA CARIPIL

Sono nove le medaglie conquistate dalla società pistoiese ai Toscani Indoor Junior, Under16 e Under14. Spicca Alessio Geri che vince il titolo e poi piazza la seconda misura stagionale italiana dell’anno nel salto in alto con 1.86m fra gli Under16

MOSTRA

Alla Fondazione Vivarelli potremo vedere opere che contengono sia l’architettura, sia il paesaggio che la ospita. Questi lavori fanno parte di una ricerca che rimane un punto importante nel lavoro di Basetti, da cui ha tratto “linfa” vitale

PISTOIA MINIMAL
di Simone Magli

Per scoprire piccoli dettagli di Pistoia, dando ogni volta un’indicazione sul luogo dello scatto, ma senza svelare più di tanto, nella speranza che nei lettori si alimenti la voglia di osservare, stupirsi, conoscere angoli preziosi della città

MOSTRA FOTOGRAFICA

Dodici foto per raccontare gli eccessi della vita contemporanea. Dal 21 maggio alla San Giorgio la mostra di Legambiente Pistoia con foto di Beatrice Beneforti

PISTOIA MINIMAL
di Simone Magli

Per scoprire piccoli dettagli di Pistoia, dando ogni volta un’indicazione sul luogo dello scatto, ma senza svelare più di tanto, nella speranza che nei lettori si alimenti la voglia di osservare, stupirsi, conoscere angoli preziosi della città

MOSTRA

Tutti gli eventi si svolgeranno dal 17 al 30 maggio nella straordinaria cornice dell'ex chiesa di san Giovanni Battista in corso Gramsci 41

PISTOIA MINIMAL
di Simone Magli

Per scoprire piccoli dettagli di Pistoia, dando ogni volta un’indicazione sul luogo dello scatto, ma senza svelare più di tanto, nella speranza che nei lettori si alimenti la voglia di osservare, stupirsi, conoscere angoli preziosi della città

RASSEGNA TEATRALE

“In-canti sotto la luna” è il titolo che la Fondazione Turati ha voluto dare alla sua prima rassegna teatrale, articolata in 4 spettacoli,  che si terrà, nell’estate del 2018, nel giardino del Centro Socio-Sanitario che la Turati gestisce a Gavinana

PISTOIA MINIMAL
di Simone Magli

Per scoprire piccoli dettagli di Pistoia, dando ogni volta un’indicazione sul luogo dello scatto, ma senza svelare più di tanto, nella speranza che nei lettori si alimenti la voglia di osservare, stupirsi, conoscere angoli preziosi della città

Mai sarebbe andata,
ma in qualche modo
lasciai .....
Dal libro
"PER MIA FORTUNA, AMANDO, MI SONO ROVINATO .....
Il consenso delle stelle

Esiste una favola vera
dove .....
Una vasta prateria
campi e prati incolti
un ex soldato .....
EURO 63. 000, 00

Pescia, centro storico, 3° piano.
Tre .....
Vendo o scambio a 18 km da Bologna (Medicina) appartamento mansardato .....
La mostra si terrà presso lo spazio ArtistikaMente in Largo .....
Cerchiamo su Pistoia n. 3 ragazze disposte a fare da modelle .....
PREMIO CEPPO
Premio Ceppo, ecco i finalisti della sezione racconto

5/2/2018 - 11:01

Le narrazioni dell’impegno verso il bene, inteso sulla scia di Simon Weil come tensione verso la comprensione della realtà, con una profonda riflessione sugli altri e sui drammi della Storia novecentesca che pare riaffiorare, come acque carsiche, nel nuovo secolo tecnologico e social: questo è il filo conduttore del 62° Premio Internazionale CEPPO Pistoia.

I tre libri vincitori del Ceppo Selezione Racconto e in gara per la finale del Ceppo Racconto sono: I difetti fondamentali di RICCI; La guerra dei murazzi di REMMERT; Mastica e sputa di ROVEREDO.

 

Sia che si offrano come analisi delle pulsioni più animali in una tensione d’amore, o che siano il cammino dentro la notte della Storia attraverso gli amori corruschi dei personaggi, o che si definiscano nella caduta dalla Storia tra redenzioni in extremis e condanne irreversibili, sono tutti titoli che guidano il lettore verso una riflessione sui valori civili ed etici sottesi alle narrazioni. In linea col concetto portante di imparare a leggere la realtà, ci sono anche i due premi speciali Ceppo Racconto, uno dedicato alle nuove voci, l’altro alla voce fuori dal coro.

 

Sul fronte tre “Lectures” originali che il 62° CEPPO propone: la Ceppo Piero Bigongiari Lecture di Ughetto (La poesia sarà “civile” oppure non sarà), dove il traduttore delle Mura di Pistoia del poeta pistoiese (Mondadori 1958), partendo da un riferimento alle parole dell’attivista cinese Liu Xiaobo, morto l’anno scorso da detenuto eppure vincitore del Premio Nobel per la Pace, sottolinea proprio per questo libro il valore di una poesia che è “civile” anche quando parla d’amore o di natura; la Ceppo Regione Toscana Lecture di Echenoz (Geografia e romanzo) che pone l’accento sull’importanza dei luoghi nelle narrazioni, a partire da Flaubert ma anche pensando a un romanzo come ’14, uno dei più palpitanti sulla Prima guerra mondiale; la Ceppo Ragazzi Lecture di D’Adamo (Reale e immaginario unitevi!) che a partire dai valori dell’impegno e dal potere della fantasia sembra davvero un omaggio all’eredità del Sessantotto.

 

La riflessione sul poeta Xiaobo, da cui parte la lectio di Ughetto, torna nel primo degli appuntamenti con le arti visive del Ceppo, proposto come punto di arrivo della mostra del pittore CAPECCHI (Pietro Leopoldo contro la pena di morte. Da Sacco e Vanzetti a Liu Xiaobo),che inaugura il 62° Premio Ceppo all’interno della Festa della Toscana 2017, con un viaggio nel “rosso” della pena di morte (ancora in vigore in 140 stati del mondo), che comprende anche un omaggio a Wilde e una conferenza sulla pena di morte nel mondo.

L’incontro tra arte e letteratura chiude anche il 62° Ceppo con l’omaggio, delle nuove voci, il Ceppo indica in MARCHESINI (poeta, critico e narratore) uno dei giovani intellettuali più promettenti e gli assegna il Ceppo Racconto Under 40 per False coscienze, tre parabole del nuovo millennio o tre scenari che traggono linfa da velleità a perdere e teatrini di ordinaria follia.

 

Mentre a ORECCHIO la Giuria Letteraria assegna il Ceppo Racconto Fiction/non fiction per Mio padre la rivoluzione, uno dei libri più folgoranti degli ultimi anni, tra racconto, poesia e saggio, un azzardo della letteratura che riscrive il mito della Rivoluzione novecentesca in un eterno rinnovarsi e che conferma la poliedricità di una penna che compete con le migliori proposte della letteratura europea. Fuori gara invece i premi dedicati all’intera opera di tre grandi nomi che, per origine o campo di indagine, si muovono fuori dai confini nazionali. Da un lato la consueta apertura alla letteratura straniera, quest’anno tutta francese, con la poesia di UGHETTO (Ceppo Internazionale Bigongiari) e la narrazione di ECHENOZ (Ceppo Internazionale Fiction/non fiction): due autori nati a poca distanza uno dall’altro nel sud della Francia, paese sotto i riflettori per la svolta politica di Macron e alla ribalta anche nel 50° anniversario dal Sessantotto. Dall’altro le storie di ragazzi nei grandi drammi internazionali che sono la firma di D’ADAMO (Ceppo per l’Infanzia e dell’Adolescenza).

 

Senza dimenticare la voce del poeta Alberto Bertoni (con letture dal nuovo libro di Iacuzzi, Folla delle vene, Corsiero Editore, dedicato anche ai pittori in mostra alla Galleria Vannucci), al pittore GUERZONI in mostra alla Galleria Vannucci dai primi di aprile.

Così il Premio Ceppo,col suo DNA di narrazione, poesia e arte, rappresentato dal Fregio dell’ex Ospedale, intende rinnovare, far rigermogliare anno dopo anno, edizione dopo edizione, questo indissolubile legame, fondamento delle civiltà umane.

Il tutto senza dimenticare il più grande critico letterario vivente, PICCIONI, fondatore e già presidente del Premio Nazionale Ceppo, al quale viene dedicato un “Omaggio” alla Biblioteca San Giorgio, a partire dalla sua attenzione critica e umana per i grandi poeti (come Montale e Ungaretti) e i grandi scrittori del Novecento, in una tensione etica e civile che solo la critica militante sa accendere.

 

L’Accademia Internazionale del Ceppo Onlus è riuscita a preparare anche quest’anno un’altra edizione speciale, dedicata soprattutto alle giovani generazioni, col Progetto educativo Lettori Uniti del Ceppo.

Oltre allaGiuria dei Giovani Lettori, che assegnerà in diretta il Premio Ceppo Racconto, il progetto comprende anche il Premio Laboratorio Ceppo Ragazzi, il Premio Laboratorio Ceppo Giovani e l’alternanza scuola lavoro Ceppo dei Lettori Selvaggi (blog dei ragazzi), sulla scia di MONTESANO, Come diventare vivi (Bompiani), presentato alla Biblioteca San Giorgio durante il Forum del libro.

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: