Skin ADV
La Voce di Pistoia
  • 17:05 - 20/5/2019
  • 456 utenti online
  • 21475 visite ieri
  • [protetta]
  • Cerca:
In evidenza:  
SCHERMA

Resta comunque un 4° posto di tutto rispetto che lascia la compagine pistoiese ai vertici nazionali. E ora tocca alle ragazze, che a giugno a Palermo dovranno lottare per conquistare la salvezza in serie A/1.

BILIARDO

Si ritorna in Italia e più precisamente a Pistoia. Il palazzetto dello sport cittadino, il PalaCarrara, ospiterà i biliardi sui quali si disputeranno le fasi finali della rassegna Iridata, giunta alla sua 24° edizione

CALCIO

È con profonda amarezza che dobbiamo purtroppo prendere atto che il calcio a Pistoia sta vivendo uno dei periodi più bui della sua storia quasi centenaria: eppure siamo nella terza serie professionistica nazionale e, almeno finora, non abbiamo corso seri pericoli di retrocessione

BASKET

"Con i giocatori ho toccato spesso il tasto dell'amor proprio: la situazione è difficilissima, ma finire al meglio la stagione, anche sul piano individuale, può per ognuno di loro essere importante anche per il futuro. Proverò a far sì che i ragazzi prendano questo aspetto di natura personale per mettere insieme una buona prova di squadra"

ATLETICA

I migliori lanciatori over 35 d'Italia si sono dati appuntamento al campo scuola il 27 e 28 aprile scorsi. Pistoia sede di fiducia della FIDAL 

BASKET

Anche se virtualmente poi dovremo aspettare i risultati di domenica, non sono abituato a buttare la palla in tribuna: mi sembra evidente che per la situazione in cui siamo, per la classifica e per i numeri, domani è la nostra ultima chance

BASKET

In una situazione oggettivamente molto difficile, sarà importante per Pistoia riuscire a controllare anche l'aspetto emotivo: "E' una delle cose che ci sono mancate contro Torino -spiega Moretti- dal momento che per non aver saputo controllare i nervi abbiamo regalato ai nostri avversari tre possessi e sette tiri liberi"

BASKET

Finisce 81-78 al termine di una gara combattutissima: Pistoia, condannata anche dagli episodi, vede allontanarsi la salvezza.

Fernando Aramburu ai Dialoghi sull'Uomo

La difficoltà di convivere, l’odio, la vendetta sono da sempre temi centrali della letteratura di tutti i tempi. Lo sono anche del romanzo Patria e dei racconti di Dopo le fiamme di Fernando Aramburu, uno degli scrittori più amati degli ultimi anni

ARTE

Domenica 12 maggio dalle ore 17, presso Lo Spazio di via dell’ospizio, verrà inaugurata la mostra di disegni di Alessandro Sarteschi, "Imprendibile orizzonte".

TEATRO

Asciutto e sincero, empatico e semplice, costruito con l'amichevole supervisione de Gli Omini, Passo dopo arriva in Segheria, con una chitarra, una voce e un pianoforte

POESIA

Venerdì 10 maggio SassiScritti organizza a Pistoia Le cose illuminate una passeggiata poetica e musicale per ricordare Sergio Salabelle che, attraverso la libreria Les Bouquinistes ha costruito un centro di cultura e aggregazione importante per la città

STORIA

25 APRILE 2019 Festa di Liberazione, omaggio alla Resistenza Ore 11 - Piazza della Resistenza – Pistoia - Cerimonia al monumento ai caduti. Ore 12 – Piazza del Duomo – Pistoia - Concerto Bande. Organizzata da CUDIR Pistoia.

MOSTRA

Proseguirà nel Battistero di San Giovanni in Corte fino a domenica 2 giugno 2019 (apertura tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 18) l'esposizione del Crocifisso di Jorio Vivarelli, insieme alle fotografie di Aurelio Amendola

TEATRO

La compagnia de Gli Omini lancia gli ultimi appuntamenti che completeranno la micro-stagione di spettacoli cominciata a gennaio 2019 in Segheria, lo spazio pistoiese in zona Sant’Agostino

MOSTRA

Venerdì 12 aprile alle ore 18 la Fondazione Marino Marini di Pistoia inaugura la personale della fotografa cinese Gao Yuan. La mostra rimarrà aperta fino al 16 giugno e propone laboratori per bambini condotti dalla stessa Yuan

Non ho bisogno di te, ho voglia di te. vita mia
Non .....
Mai sarebbe andata,
ma in qualche modo
lasciai .....
Dal libro
"PER MIA FORTUNA, AMANDO, MI SONO ROVINATO .....
Il consenso delle stelle

Esiste una favola vera
dove .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Pescia, centro storico, 3° piano.
Tre vani e ½ di mq. 60 .....
Randstad Italia Spa

Ricerca

per ALIA Servizi Ambientali .....
none_o
Centro Don Lorenzo Milani: "Per combattere il razzismo, ricordare le infami Leggi razziali"

25/1/2018 - 10:40

In quest’anno ricorrono gli ottant’anni di un avvenimento che rappresenta una vera e propria vergogna per il popolo italiano, l’emanazione delle Leggi razziali da parte del regime fascista.

La Giornata della Memoria 2018 può servire a ricordare quest’infamia in un’epoca nella quale l’orrore del razzismo sembra di nuovo permeare impunemente la società italiana. Nel luglio 1938 il Parlamento italiano emanava le leggi che cancellavano di fatto dallo status di cittadini una minoranza che da secoli . alcuni gruppi da millenni – abitavano la penisola. La loro approvazione all’unanimità fu accolta da applausi e da applausi e dall’inno fascista “Eia, eia, alalà”: una vera e propria vergogna! Gli ebrei venivano così licenziati dalle amministrazioni militari e civili, dagli enti provinciali e comunali, dagli enti parastatali, dalle banche, dalle assicurazioni e dall'insegnamento nelle scuole di qualunque ordine e grado. Infine, i ragazzi ebrei non potevano più essere accolti nelle scuole statali. Si dimenticò che gli Ebrei avevano contribuito notevolmente allo sviluppo culturale, scientifico e artistico del paese, senza considerare che personalità ebraiche si erano distinte nel campo politico e anche militare.

 

Si corse, nell’ opportunismo e nell’indifferenza più biechi, a occupare i vuoti lasciati in posti importanti dalle personalità ebraiche rimosse. Nessun giornale ebbe la dignità di protestare! La propaganda del regime assunse connotati ripugnanti. Bastano alcuni esempi, come quello della rivista La Difesa della Razza: il senso della copertina del numero 1 è chiaro: la spada del fascismo  divide il bel profilo dell'italico antico romano dalle altre razze, quella africana e quella semita spurie e animalesche. Né meno evidente nel suo razzismo è l’introduzione del volume Guida dell’Africa Orientale Italiana della Consociazione Turistica Italiana (nome  del Touring Club Italiano al tempo dell’autocrazia, che si estendeva al controllo perfino dei nomi, che dovevano essere italianissimi) che, dopo aver elencato tutti gli stereotipi peggiori sui
 popoli africani - definiti volubili, dissimulatori, deboli di volontà,  indolenti, conclude: Sono noti i provvedimenti presi dal Governo Fascista per la difesa della razza e per evitare la formazione di un deprecabile meticciato.

Non si può non fare un collegamento con lo squallido presente, in cui le manifestazioni di razzismo stanno diventando sempre più arroganti e pervasive. Perfino il Parlamento ne è ormai subalterno, anche per opportunismo elettorale. Ultima dimostrazione, l’affondamento della Legge dello Jus soli che dà la cittadinanza italiani ai bambini figli di emigranti, che sono nati in Italia, parlano italiano, hanno studiato nelle scuole italiane: l’ennesima vergogna!  Risuonano cupi i richiami alla razza, alla terra, al sangue per escludere tutti coloro che sono considerati stranieri.  Si dovrebbero ricordare le parole profetiche di un grande testimone e resistente del Sudtirolo – una terra e una comunità che subirono tragicamente le strumentalizzazioni sia di Hitler che di Mussolini – Josef Mayr Nusser ebbe il coraggio, solo del suo reggimento, di rifiutare, insieme al giuramento, l’adesione alla folle e criminale ideologia nazista: Oggi  ognuno parla della comunità etnica alla quale tutto il resto dovrebbe essere subordinato. Valori come ‘sangue e suolo’, che indubbiamente, nei limiti loro imposti dal Creatore, hanno una grande importanza, vengono oggi assolutizzati e la vita culturale  di interi popoli viene costruita su fondamenta insicure, come è tuttora la questione razziale.
 
Mauro Matteucci – Centro “don Lorenzo Milani” di Pistoia

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: