Skin ADV
La Voce di Pistoia
  • 16:05 - 20/5/2019
  • 570 utenti online
  • 21475 visite ieri
  • [protetta]
  • Cerca:
In evidenza:  
SCHERMA

Resta comunque un 4° posto di tutto rispetto che lascia la compagine pistoiese ai vertici nazionali. E ora tocca alle ragazze, che a giugno a Palermo dovranno lottare per conquistare la salvezza in serie A/1.

BILIARDO

Si ritorna in Italia e più precisamente a Pistoia. Il palazzetto dello sport cittadino, il PalaCarrara, ospiterà i biliardi sui quali si disputeranno le fasi finali della rassegna Iridata, giunta alla sua 24° edizione

CALCIO

È con profonda amarezza che dobbiamo purtroppo prendere atto che il calcio a Pistoia sta vivendo uno dei periodi più bui della sua storia quasi centenaria: eppure siamo nella terza serie professionistica nazionale e, almeno finora, non abbiamo corso seri pericoli di retrocessione

BASKET

"Con i giocatori ho toccato spesso il tasto dell'amor proprio: la situazione è difficilissima, ma finire al meglio la stagione, anche sul piano individuale, può per ognuno di loro essere importante anche per il futuro. Proverò a far sì che i ragazzi prendano questo aspetto di natura personale per mettere insieme una buona prova di squadra"

ATLETICA

I migliori lanciatori over 35 d'Italia si sono dati appuntamento al campo scuola il 27 e 28 aprile scorsi. Pistoia sede di fiducia della FIDAL 

BASKET

Anche se virtualmente poi dovremo aspettare i risultati di domenica, non sono abituato a buttare la palla in tribuna: mi sembra evidente che per la situazione in cui siamo, per la classifica e per i numeri, domani è la nostra ultima chance

BASKET

In una situazione oggettivamente molto difficile, sarà importante per Pistoia riuscire a controllare anche l'aspetto emotivo: "E' una delle cose che ci sono mancate contro Torino -spiega Moretti- dal momento che per non aver saputo controllare i nervi abbiamo regalato ai nostri avversari tre possessi e sette tiri liberi"

BASKET

Finisce 81-78 al termine di una gara combattutissima: Pistoia, condannata anche dagli episodi, vede allontanarsi la salvezza.

Fernando Aramburu ai Dialoghi sull'Uomo

La difficoltà di convivere, l’odio, la vendetta sono da sempre temi centrali della letteratura di tutti i tempi. Lo sono anche del romanzo Patria e dei racconti di Dopo le fiamme di Fernando Aramburu, uno degli scrittori più amati degli ultimi anni

ARTE

Domenica 12 maggio dalle ore 17, presso Lo Spazio di via dell’ospizio, verrà inaugurata la mostra di disegni di Alessandro Sarteschi, "Imprendibile orizzonte".

TEATRO

Asciutto e sincero, empatico e semplice, costruito con l'amichevole supervisione de Gli Omini, Passo dopo arriva in Segheria, con una chitarra, una voce e un pianoforte

POESIA

Venerdì 10 maggio SassiScritti organizza a Pistoia Le cose illuminate una passeggiata poetica e musicale per ricordare Sergio Salabelle che, attraverso la libreria Les Bouquinistes ha costruito un centro di cultura e aggregazione importante per la città

STORIA

25 APRILE 2019 Festa di Liberazione, omaggio alla Resistenza Ore 11 - Piazza della Resistenza – Pistoia - Cerimonia al monumento ai caduti. Ore 12 – Piazza del Duomo – Pistoia - Concerto Bande. Organizzata da CUDIR Pistoia.

MOSTRA

Proseguirà nel Battistero di San Giovanni in Corte fino a domenica 2 giugno 2019 (apertura tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 18) l'esposizione del Crocifisso di Jorio Vivarelli, insieme alle fotografie di Aurelio Amendola

TEATRO

La compagnia de Gli Omini lancia gli ultimi appuntamenti che completeranno la micro-stagione di spettacoli cominciata a gennaio 2019 in Segheria, lo spazio pistoiese in zona Sant’Agostino

MOSTRA

Venerdì 12 aprile alle ore 18 la Fondazione Marino Marini di Pistoia inaugura la personale della fotografa cinese Gao Yuan. La mostra rimarrà aperta fino al 16 giugno e propone laboratori per bambini condotti dalla stessa Yuan

Non ho bisogno di te, ho voglia di te. vita mia
Non .....
Mai sarebbe andata,
ma in qualche modo
lasciai .....
Dal libro
"PER MIA FORTUNA, AMANDO, MI SONO ROVINATO .....
Il consenso delle stelle

Esiste una favola vera
dove .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Pescia, centro storico, 3° piano.
Tre vani e ½ di mq. 60 .....
Randstad Italia Spa

Ricerca

per ALIA Servizi Ambientali .....
PISTOIA
Assemblea antirazzista antifascista di Vicofaro: "Dalla stampa amplificazione vergognose su migrante arrestato"2

18/11/2017 - 15:26

Assemblea permanente antirazzista antifascista (Vicofaro) scrive: "Dobbiamo constatare che un episodio marginale di possesso di sostanze stupefacenti da parte di un migrante, ospite delle strutture gestite da Don Massimo Biancalani a Pistoia, sia amplificato a tal punto da sollecitare reazioni e commenti vergognosi e davvero pericolosi nei confronti non solo di coloro che sono al fianco di Don Massimo, ma anche di tutti coloro che, in maniera responsabile, si occupano di accoglienza e integrazione dei migranti e dei richiedenti asilo.Locandine di giornali, titoloni roboanti, foto di Don Massimo in primo piano, social network scatenati rappresentano l’apparato comunicativo che ha accompagnato la “clamorosa” e, diciamolo, tanto attesa notizia, da parte di ipocriti e ben pensanti concittadini.In realtà, cosa è accaduto? L’arresto del ragazzo biafrano è avvenuto perché, come apprendiamo dai quotidiani locali, è stato trovato in possesso di soli 10 grammi di droga leggera e della vertiginosa somma di denaro di 260 euro! Tutto qui.L’arresto è stato reso possibile perché l’Italia è uno degli ultimi stati in cui si va in galera, da due a sei anni, per lo spaccio di droghe leggere, mentre non è ben chiaro il confine tra spaccio e uso personale, che comunque viene sanzionato e costringe il malcapitato a seguire una trafila amministrativa umiliante.Il caso “clamoroso” di cui siamo costretti ad occuparci, molto probabilmente non sarebbe stato denunciato se solo fosse stata approvata la legge sulla depenalizzazione delle droghe leggere presentata in Parlamento la scorsa estate e sottoscritta da ben 290 parlamentari di quasi tutti i gruppi politici.Questo non è avvenuto! Perciò siamo costretti a denunciare l’irresponsabile condotta di coloro che dovrebbero provvedere alla promozione e alla gestione del bene comune e che in realtà, isolati nelle stanze del palazzo, amministrano solo i propri giochi di potere.È da sottolineare che sulla depenalizzazione delle droghe leggere in Italia si è espressa anche la Direzione Nazionale Antimafia (DNA), quando ribadisce il "totale fallimento dell'azione repressiva" e suggerisce al legislatore la depenalizzazione, di cui descrive i vantaggi: deflazione dei carichi giudiziari, possibilità di dedicarsial contrasto di fenomeni criminali più gravi e, non ultimo, sottrazione alle gang di un mercato altamente redditizio.Il vero problema oggi in Italia non è rappresentato da questi ragazzi disperati che, di fronte al deserto umano ed economico in cui sono costretti a vivere, si improvvisano “spacciatori”.E ancor meno oggi in Italia il problema è rappresentato da uomini come Don Massimo Biancalani, o da tutti coloro che quotidianamente si impegnano nei centri di accoglienza, che dedicano la propria esistenza alla testimonianza di un genuino sentimento di fratellanza e di giustizia. Questa sola potrà farci uscire dalla barbarie in cui l’attuale sistema economico e l’attuale sistema politico vorrebbero farci sprofondare!Attaccare la comunità di Don Biancalani è doppiamente ingiusto, visto che la prima sua preoccupazione è stata da subito quella di dare alternative formative concrete a questi ragazzi, proprio per sottrarli alle facili tentazioni della microcriminalità.Rifiutiamo con fermezza la logica del condannare e del respingere, perché solo con l’accoglienza, la protezione, la promozione e l’integrazione del diverso, si può dare un orizzonte di senso alla società futura. È quanto con le loro modeste forze stanno cercando di fare Don Massimo, i suoi collaboratori e le comunità di Vicofaro e di Ramini con i corsi di insegnamento della lingua italiana, con la formazione professionale (dall’orto biologico alla sartoria, alla panificazione, alla pasticceria) con le iniziative di socializzazione, come la Pizzeria Al Rifugiato, frequentata ogni sabato da centinaia di cittadini. Bisogna ripartire, in una società profondamente imbarbarita, dal senso più autentico dell’accoglienza, che non è buonismo o sterile ideologia, ma condivisione dell’umanità nel suo significato più vero e autentico. Assemblea permanente antirazzista antifascista (Vicofaro)

Fonte: Assemblea permanente antirazzista antifascista (Vicofaro)
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




21/11/2017 - 13:40

AUTORE:
Lorenzo

concordo pienamente con quanto espresso sotto.
Questi sono atteggiamenti tipici di una sinistra da salotto e con la puzza sotto il naso.
Considerano chi non la pensa come loro come un qualunquista o un fascista.
Per loro vi è un unico pensiero dominante con l'obbligo di essere di sinistra qualunque cosa voglia dire.
In poche parole : anti-democratici.

20/11/2017 - 21:25

AUTORE:
Non ha importanza

... un episodio marginale di possesso di sostanze stupefacenti ...

Certa gente, non avendo niente di meglio da fare e da pensare, prima impegnano il loro tempo con il voler imporre agli altri le solite sciocchezze egalitariste radical chic e poi vorrebbero negare agli altri il diritto di reagire secondo libero arbitrio.

La verità è che loro non ammettono contraddittorio: loro sono i buoni, gli altruisti, quelli con i quali non è permesso non esser d'accordo.

Questi intransigenti possessori del verbo, non intendono mai proporre un'idea o sensibilizzare le coscienze verso qualcosa, ma solo imporre uno spregiudicato lavaggio del cervello al loro prossimo che, di questi tempi, ha ben altro a cui pensare, visto anche che oramai il loro giochetto lo hanno ben capito tutti, e che verso la metà di Marzo faranno capire a lor signori in quanti la penseranno come loro, relegandoli al posto che si meritano.

Basta saper aspettare ...