Skin ADV
La Voce di Pistoia
  • 00:05 - 23/5/2019
  • 638 utenti online
  • 29153 visite ieri
  • [protetta]
  • Cerca:
In evidenza:  
SCHERMA

Resta comunque un 4° posto di tutto rispetto che lascia la compagine pistoiese ai vertici nazionali. E ora tocca alle ragazze, che a giugno a Palermo dovranno lottare per conquistare la salvezza in serie A/1.

BILIARDO

Si ritorna in Italia e più precisamente a Pistoia. Il palazzetto dello sport cittadino, il PalaCarrara, ospiterà i biliardi sui quali si disputeranno le fasi finali della rassegna Iridata, giunta alla sua 24° edizione

CALCIO

È con profonda amarezza che dobbiamo purtroppo prendere atto che il calcio a Pistoia sta vivendo uno dei periodi più bui della sua storia quasi centenaria: eppure siamo nella terza serie professionistica nazionale e, almeno finora, non abbiamo corso seri pericoli di retrocessione

BASKET

"Con i giocatori ho toccato spesso il tasto dell'amor proprio: la situazione è difficilissima, ma finire al meglio la stagione, anche sul piano individuale, può per ognuno di loro essere importante anche per il futuro. Proverò a far sì che i ragazzi prendano questo aspetto di natura personale per mettere insieme una buona prova di squadra"

ATLETICA

I migliori lanciatori over 35 d'Italia si sono dati appuntamento al campo scuola il 27 e 28 aprile scorsi. Pistoia sede di fiducia della FIDAL 

BASKET

Anche se virtualmente poi dovremo aspettare i risultati di domenica, non sono abituato a buttare la palla in tribuna: mi sembra evidente che per la situazione in cui siamo, per la classifica e per i numeri, domani è la nostra ultima chance

BASKET

In una situazione oggettivamente molto difficile, sarà importante per Pistoia riuscire a controllare anche l'aspetto emotivo: "E' una delle cose che ci sono mancate contro Torino -spiega Moretti- dal momento che per non aver saputo controllare i nervi abbiamo regalato ai nostri avversari tre possessi e sette tiri liberi"

BASKET

Finisce 81-78 al termine di una gara combattutissima: Pistoia, condannata anche dagli episodi, vede allontanarsi la salvezza.

Fernando Aramburu ai Dialoghi sull'Uomo

La difficoltà di convivere, l’odio, la vendetta sono da sempre temi centrali della letteratura di tutti i tempi. Lo sono anche del romanzo Patria e dei racconti di Dopo le fiamme di Fernando Aramburu, uno degli scrittori più amati degli ultimi anni

ARTE

Domenica 12 maggio dalle ore 17, presso Lo Spazio di via dell’ospizio, verrà inaugurata la mostra di disegni di Alessandro Sarteschi, "Imprendibile orizzonte".

TEATRO

Asciutto e sincero, empatico e semplice, costruito con l'amichevole supervisione de Gli Omini, Passo dopo arriva in Segheria, con una chitarra, una voce e un pianoforte

POESIA

Venerdì 10 maggio SassiScritti organizza a Pistoia Le cose illuminate una passeggiata poetica e musicale per ricordare Sergio Salabelle che, attraverso la libreria Les Bouquinistes ha costruito un centro di cultura e aggregazione importante per la città

STORIA

25 APRILE 2019 Festa di Liberazione, omaggio alla Resistenza Ore 11 - Piazza della Resistenza – Pistoia - Cerimonia al monumento ai caduti. Ore 12 – Piazza del Duomo – Pistoia - Concerto Bande. Organizzata da CUDIR Pistoia.

MOSTRA

Proseguirà nel Battistero di San Giovanni in Corte fino a domenica 2 giugno 2019 (apertura tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 18) l'esposizione del Crocifisso di Jorio Vivarelli, insieme alle fotografie di Aurelio Amendola

TEATRO

La compagnia de Gli Omini lancia gli ultimi appuntamenti che completeranno la micro-stagione di spettacoli cominciata a gennaio 2019 in Segheria, lo spazio pistoiese in zona Sant’Agostino

MOSTRA

Venerdì 12 aprile alle ore 18 la Fondazione Marino Marini di Pistoia inaugura la personale della fotografa cinese Gao Yuan. La mostra rimarrà aperta fino al 16 giugno e propone laboratori per bambini condotti dalla stessa Yuan

Non ho bisogno di te, ho voglia di te. vita mia
Non .....
Mai sarebbe andata,
ma in qualche modo
lasciai .....
Dal libro
"PER MIA FORTUNA, AMANDO, MI SONO ROVINATO .....
Il consenso delle stelle

Esiste una favola vera
dove .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Pescia, centro storico, 3° piano.
Tre vani e ½ di mq. 60 .....
Randstad Italia Spa

Ricerca

per ALIA Servizi Ambientali .....
PISTOIA
In Sala Maggiore la cerimonia di conferimento della cittadinanza italiana10

16/9/2017 - 15:21

«Voi fate parte della nostra comunità e avete raggiunto un traguardo importante guadagnato con fatica e impegno. Per questo abbiamo deciso di fare una cerimonia pubblica di conferimento della cittadinanza italiana, perché è così che si celebra un momento tanto importante: in Sala Maggione, nel Palazzo comunale “casa” di tutti i cittadini, e alla presenza dell’amministrazione. Ed è così che sarà fatto durante il nostro mandato». Queste le parole del sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi davanti alle tredici persone che hanno chiesto ed ottenuto la cittadinanza italiana con decreto del Presidente della Repubblica, e che stamani, accompagnate da famiglie e amici, hanno fatto il giuramento in Sala Maggiore.
Una novità rispetto all’abituale procedura svolta negli uffici comunale alla presenza dell’Ufficiale di stato civile.
«Una persona che risiede qui da almeno dieci anni, che non ha commesso alcun reato né nel Paese di origine né in Italia, che lavora e paga le tasse come tutti noi – ha dichiarato il sindaco Tomasi – merita di vivere il traguardo della cittadinanza con un riconoscimento da parte dell’amministrazione. Per me – ha proseguito il sindaco – si è cittadini dal momento in cui si decide di rispettare la legge e di contribuire alla vita della comunità».
La cerimonia si è svolta in un clima di grande emozione da parte di chi ha ottenuto la cittadinanza – tutte persone di origine albanese - e delle loro famiglie.

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




27/9/2017 - 15:42

AUTORE:
Riccardo

Marco, come volevasi dimostrare : tanti discorsi filosofici e poi ...
Volendo invece rimanere aderente ai fatti e ai numeri vale quanto già espresso nella mia precedente.
Aggiungo ciò che oggi accade il Italia sta accadendo anche in Germania...legga , si informi.

27/9/2017 - 10:31

AUTORE:
Roby

Belle parole, tanti discorsi, bei propositi....
Poi ti svegli e ti accorgi che sei sulla terra , in Italia ossia in un paese che è diventato di uno squallore indecente, sporco e sopratutto pericoloso.
Condivido , siamo ripiombati in una nuova era medioevale, non c'è dubbio.
Dia retta scenda con i piedi per terra ed apra gli occhi. Sopratutto pensi con la propria testa e non ripata a pappagallo quello che i suoi referenti politici falso-comunisti le propinano.

27/9/2017 - 8:20

AUTORE:
marco

La parola VIOLENZA ha mille e mille sfaccettature e si presta a mille speculazioni.
Sono un fruitore passivo di cronaca locale e nazionale.
Vedo accanimento nel mostrare e commentare episodi che un tempo non avrebbero avuto l'onore della cronaca
quali palpeggiamenti o simili che ci sono sempre stati - Ma se questi episodi si riferiscono a "immigrati", allora divengono bandiere da sventolare in nome della propria inadeguatezza a capire i tempi in cui ci troviamo .
Non si ferma un problema epocale della pressione dell'Africa verso l'Europa, né con i campi di concentramento libici e turchi , non con gli articoli che leggo .
In quale discoteca ad una ragazza non viene toccato il sedere ?
Ma se questo avviene ad opera di un muso nero questa diviene violenza.
Ma siamo proprio sicuri che una popolazione di meticci che chiamiamo italiani non sia poi peggiore di questi poveretti scesi dai barconi ?
Uccisioni col Matterello , fidanzatine decapitate etc , valgono forse quanto una palpata di sedere ?
Prima di scrivere, sarebbe meglio essere sicuri che il cervello sia acceso .

21/9/2017 - 12:14

AUTORE:
Manuela

Lo dico da mamma: non sono serena quando mia figlia esce per andare a scuola o per incontrarsi con le amiche.
La frequenza di certi episodi violenti è aumentata in modo esponenziale negli ultimi anni; ai miei tempi (parlo di 30 anni fa) si sentivano raramente!
Questi ultimi governi autoproclamati a marchio PD&C. sono i responsabili di molte delle nefandezze compiute da questi extracomunitari.
Il PD che gestisce le cooperative che a loro volta "gestiscono" questi soggetti; non certo per spirito umanitario, ma per soldi, questo è appurato.

20/9/2017 - 15:12

AUTORE:
Riccardo

Sig. Marco,
non deve fare come gli struzzi, prima di parlare si deve informare.
Indagine Demoskopika
anno 2010-2011
39% delle violenze sessuali commesse da stranieri
Il dato è IMPRESSIONANTE considerando che gli stranieri nel 2014 erano 8% della popolazione.
Ovviamente la situazione in questi ultimi anni è peggiorata!
Il vs finto buonismo è guidato dal santo quattrino (milioni di euro ogni anno che vanno nelle tasche delle cooperative gestite dal suo bel partito).
I fatti sono questi e il popolo giudicherà.

20/9/2017 - 11:38

AUTORE:
Lorenzo

Eccolo il finto comunista , lo si riconosce al volo.
Tutto ciò che avete fatto (e continuerete a fare)voi finti comunisti del PD lo avete fatto senza il consenso popolare (a suon di decreti), ma se nerende conto!
Per voi questa è democrazia!?
Siete un partito democratico!?Complimenti davvero tanti complimenti ....

20/9/2017 - 7:48

AUTORE:
marco

riporto una frase del signor Riccardo

Responsabili dell'aumento esponenziale di episodi di violenza nel paese.
Responsabili di aver fatto ripiombare il paese in una nuova era barbarica
Tre episodi freschi freschi con tre delitti contro una ragazzina, una senza tetto a Roma ed una Dottoressa in Sicilia.
Tutti opera di Musi Neri STINTI

18/9/2017 - 19:54

AUTORE:
marco

Che dire :
I fascisti non sono certamente quelli che portano ancora la cimice con cui ha voluto essere seppellito il Venerabile. E fascisti non sono i fascisti del terzo millennio .
Venti anni di governi di vari colori hanno fatto finta di non vedere milioni di Pelli Bianche che rappresentano una buona percentuale della popolazione.
La Bossi Fini (ma qualcuno si ricorda che fine hanno fatto tutti e due ?) non ha risolto niente e le sanatorie hanno avuto diversi colori .
In questo percorso ad ostacoli in cui nessuno è o ha voluto sapere quanti , dove e cosa facessero , salvo cercare di sopravvivere.
L'integrazione "strisciante" ha fatto si che alcuni hanno ottenuto la cittadinanza italiana. Il diritto alla cittadinanza per i nati nel territorio della Repubblica (ma avete mai letta la legge ?) viene avversata da chi non vuole l'integrazione e poi loda in comune gli integrati .
In quanto ai Visi Scuri dei gommoni, seguitare a dire che sono la causa di tutti i mali ? 150 miliardi di evasione fiscale, mafia italiana (internazionale) , mafia russa , mafia cinese , n'drangheta , Sacra corona unita , femminicidi , etc . Ma siamo sicuri che i Visi Scuri siano la madre di tutte le disgrazie ?
Ma mi FACCI il piacere . Proprio mi facci .....

18/9/2017 - 8:40

AUTORE:
Riccardo

Responsabili di NON gestire l'immigrazione.
Responsabili dell'aumento esponenziale di episodi di violenza nel paese.
Responsabili di aver fatto ripiombare il paese in una nuova era barbarica.
Responsabili di aver tolto la dignità ai lavoratori, cancellando con un colpo di spugna l'unico
diritto rimasto (vedi art.18 statuto dei lavoratori) e di fatto precarizzando intere generazioni di giovani.
Ridicolo e deleterio per il paese la vs percezione della politica che vuole cocciutamente etichettare i pensieri (destra, sinistra ...).
Avete la faccia tosta di parlare di diritti e dignità quando di fatto anteponete i vs interessi di partito agli interessi dei cittadini.
Vede può parlare e scrivere quanto vuole, ma i fatti la smentiscono e la smentiranno sempre.
Siete destinati al fallimento elettorale perchè tutto ciò che avete fatto è stato spinto solo ed esclusivamente da interessi di certe "caste" (industriali, banchieri...).

16/9/2017 - 19:47

AUTORE:
marco

Gli onesti che sono in Italia da almeno 10 anni e che non hanno macchie nella loro fedina penale , sono italiani . Bene .
Nessuno ha chiesto come sono arrivati , cosa hanno dovuto sopportare , quanto sono stati sfruttati e quante sanatorie hanno rincorso ?
Mi par di ricordare che questi cittadini modello arrivati chissà come sono oggi almeno 5 milioni .
Ma ora abbiamo stabilito che non abbiamo bisogno di altre braccia , perché i bravi italiani ne hanno paura .
Allora nuovi campi di concentramento in Libia uguali a quelli gestiti dai turchi e plauso dalle potenze europee che non aspettavano che questo.
Ma il sindaco Tomasi plaude a questi nuovi cittadini modello e partecipa alla manifestazione di Casapound che non vuole trenta visi scuri .
Non farei il sindaco ( e di destra) per tutto l'oro del mondo . Dovrei avere troppe facce.