Skin ADV
La Voce di Pistoia
  • 23:09 - 21/9/2017
  • 455 utenti online
  • 24308 visite ieri
  • [protetta]
  • Cerca:
In evidenza:  
PISTOIA

Sono trascorsi ormai alcuni mesi dall’ottava edizione della GF Pissei Edita Pucinskaite, archiviata come l’edizione dei record.  Ma l’Avis Bike Pistoia, organizzatore della manifestazione benefica e culturale, ha voluto riunire tutti i collaboratori e volontari per offrire una cena e ringraziare ancora

HOCKEY

Ebbene sì, con il triangolare disputato presso il campo barca di Bologna, alla presenza della Lazio e del Bologna stesso, è iniziata ieri la stagione delle giovanili della società arancione, che ha visto il battesimo di una nuova squadra femminile

PODISMO

Il Trail del Montanaro è una manifestazione sportiva che si articola in due diverse competizioni di corsa podistica in montagna ed una passeggiata non agonistica nell’ambiente naturale

MTB

La gara di Torri che costituisce la 4° ed ultima prova del  Circuito MTB Etruria, si svolge nello scenario ricco di fascino  dell’entroterra pistoiese, con partenza ed arrivo nel caratteristico borgo montano di Torri, viene anticipata di una settimana per evitare sovrapposizioni con altre gare

ATLETICA

Argento per Paola Paolicchi e bronzo per Renzo Romano alla rassegna continentale Master di Aahrus

GOLF

Trionfo per il presidente del Golf Club Quarrata Fabio Giuliani al Trofeo Regionale Toscano di doppio, tenutosi quest’anno al Golf Castelfalfi, che con Lorenzo Barsella si aggiudicano il primo posto grazie alla “foursome”

PODISMO

E’ una corsa molto partecipata anche da grandi talenti del podismo, ma i tempi da battere rimangono quelli di Daniele Milani, 40.40, stabilito nel 1995, e quello femminile  di 50.25 di Sabrina Zacchei stabilito nel 1993

ATLETICA

Dopo le tre tappe toscane, l’Atletica Caripil Pistoia sogna di tornare a disputare le finali Nazionali a squadre a distanza di 11 anni dall’ultima volta: ecco tutti i risultati ottenuti

CINEMA

In programma 33 eventi tra proiezioni, presentazioni, incontri con gli autori e iniziative collaterali. Tra gli ospiti Sergio Martino e Luc Merenda, con un omaggio al giallo all’italiana degli anni ‘70

DENTRO PISTOIA
di Simone Magli

Con questa nuova rubrica, “Dentro Pistoia”, vi accompagnerò nella parte più intima di Pistoia, con le mie poesie visive. Armato di Iphone ed entusiasmo, immortalerò segreti e tradizioni della nostra città

TEATRO

L’edizione di “Infanzia e città” riparte dalla figura di Pinocchio, archetipo della selvatichezza e dell’irriverenza dell’infanzia

MUSICA

Otto i concerti in abbonamento, in programma fino al 6 maggio 2018: un cartellone musicale che proporrà un repertorio ricco e affascinante

DENTRO PISTOIA
di Simone Magli

Con questa nuova rubrica, “Dentro Pistoia”, vi accompagnerò nella parte più intima di Pistoia, con le mie poesie visive. Armato di Iphone ed entusiasmo, immortalerò segreti e tradizioni della nostra città

IL FUNARO

Da sabato 16 a venerdì 22 settembre, dalle ore 18, al Funaro di Pistoia va in scena in debutto nazionale “Il Filo di Arianna”, primo lavoro di Enrique Vargas con il Teatro de los Sentidos, primo grande spettacolo labirinto per uno spettatore alla volta

DENTRO PISTOIA
di Simone Magli

Con questa nuova rubrica, “Dentro Pistoia”, vi accompagnerò nella parte più intima di Pistoia, con le mie poesie visive. Armato di Iphone ed entusiasmo, immortalerò segreti e tradizioni della nostra città

BIBLIOTECHE

Settembre sarà costellato da tre grandi eventi: la mostra di Kiefer, un convegno internazionale e il Bibliopride. A questi tre grandi eventi si aggiunge, naturalmente, una miriade di corsi, presentazioni, proiezioni, incontri, mostre

Mai sarebbe andata,
ma in qualche modo
lasciai .....
Dal libro
"PER MIA FORTUNA, AMANDO, MI SONO ROVINATO .....
Il consenso delle stelle

Esiste una favola vera
dove .....
Una vasta prateria
campi e prati incolti
un ex soldato .....
Vendo 1 bancale di pellet di abete di produzione locale (in sacchetti .....
Giovedì 30 Marzo 2017 ore 21 presso Caffetteria Il Moderno ad .....
Persona sola cerca a Pistoia piccolo appartamento 40/ 50 mq. .....
Spett/ le redazione "ITirreno"

Questa mia mail, per mettervi .....
IL FUNARO
Il filo di Arianna

9/9/2017 - 10:16

Da sabato 16 a venerdì 22 settembre, dalle ore 18, al Funaro di Pistoia va in scena in debutto nazionale “Il Filo di Arianna”, primo lavoro di Enrique Vargas con il Teatro de los Sentidos, primo grande spettacolo labirinto per uno spettatore alla volta, prima tappa della poetica sensoriale per cui è nota la compagnia di casa a Barcellona, e ideale premessa del memorabile “Oracoli” (presentato anche al Funaro nel 2011).

“Il Filo di Arianna” come ogni altro spettacolo di questa compagnia composta da artisti di tutto il mondo, dichiara fin dalla locandina –fra le voci, ad esempio compare “paesaggio olfattivo” -  l’intenzione di proporre un gioco che stimola l’uso dei sensi: l’invito è a trasformarsi in un viaggiatore mitologico che percorre il suo cammino attraverso le “stanze” (una gigantesca scenografia in cui entrare), sulle orme del Minotauro, antico abitante di questo spazio onirico, e sconfiggere i propri mostri.

Lo spettacolo - con la regia di Enrique Vargas, la drammaturgia di Enrique Vargas e Teatro De Los Sentidos, l’assistenza alla drammaturgia di Valentina Vargas, il coordinamento artistico di Gabriel Hernandez che, con Gabriella Salvaterra, cura anche il coordinamento tecnico, il disegno dell’immaginario ancora di Gabriella Salvaterra, il disegno luci di Francisco J. Garcia, il paesaggio olfattivo di Giovanna Pezzullo, il paesaggio sonoro di Stephane Laidet, i costumi di Patrizia Menichelli e con gli attori-ricercatori Francisco J. Garcia, Gabriel Hernandez, Stephane Laidet, Nelson Jara, Patrizia Menichelli, Giovanna Pezzullo, Gabriella Salvaterra - è un’esperienza nella quale si intreccia la storia personale di ogni individuo e la storia di Arianna e il Minotauro, un lavoro sugli archetipi, sul viaggio, sulla paura, sentimento che forse oggi più che in altri momenti richiede in termini individuali e collettivi una spiccata capacità di gestione. Il pubblico / viaggiatore,  si trasforma lentamente in un Teseo, senza neppure realizzare questa trasformazione e facendo del suo viaggio una ricerca del suo "minotauro interiore".

Nell'oscurità, perdendo la possibilità della vista, il viaggiatore ha la possibilità di esplorare tutte le potenzialità degli altri sensi. Per procedere nel viaggio è necessario seguire il filo invisibile delle proprie intuizioni, che non si limitano a fornire informazioni, ma rivelano anche la dimensione poetica legata alla memoria del corpo e alla premonizione. L'oscurità dalla quale si è avvolti durante il percorso concede ai sensi la possibilità di nuovo linguaggio: le mani possono vedere, il naso può gustare, le orecchie possono ascoltare il silenzio.

Lo sviluppo di questo linguaggio consente di avvalersi del corpo come fonte primaria di conoscenza. “Il Filo di Arianna” è uno spettacolo che ama il paradosso: per vedere bisogna chiudere gli occhi, per ascoltare c’è bisogno di silenzio, per trovarsi bisogna perdersi. Il labirinto, come sempre nei lavori di Enrique Vargas e il Teatro de los Sentidos è un viaggio di morte e di nascita. Si passa attraverso il buio, l’ignoto, si rischia per poter tornare alla luce, alla vita, arricchiti da un’esperienza che una spettatrice spagnola ha riassunto così: “La cosa più bella è la sensazione che puoi superare la paura di ciò che non conosci: non sai dove sei né con chi sei eppure, ad un certo punto, non ti importa”.
Il Funaro è la “casa italiana” del Teatro de los Sentidos, che qui, dal 2009, ha proposto ogni stagione spettacoli e laboratori della Scuola dei Sensi. Enrique Vargas, drammaturgo e antropologo colombiano che da oltre 30 anni sviluppa un linguaggio poetico di grande influenza per il teatro contemporaneo, ha iniziato la sua strada nel mondo del teatro inventando giochi nelle piantagioni intricate e labirintiche di caffè tipiche della zona delle Ande, dove è cresciuto. Da allora il suo lavoro di creazione è stato la ricerca di un'anima di quei suoi giochi infantili proibiti e lo sviluppo di una poetica sensoriale che può riempirla di senso. Presentare al Funaro – che vede anche il contributo di Vargas nella concezione della sua fisionomia – “Il Filo di Arianna” significa svelare agli affezionati e ai nuovi spettatori il primo capitolo, la prima sperimentazione organica di una forma di teatro che abbatte fisicamente i confini tra teatro e pubblico, invitato a svolgere un ruolo attivo come “viaggiatore” insieme agli “interpreti / abitanti” del gioco.
Enrique Vargas e il Teatro de Los Sentidos in oltre 20 anni di attività hanno presentato, i loro lavori in moltissime città europee, americane, asiatiche e australiane. Dopo la tappa toscana saranno dal 9 al 12 novembre a Le Channel, scène nationale de Calais con “Renexer”; nel 2018 saranno impegnati nella craezione di un nuovo spettacolo coprodotto ad Hong Kong.

Lo spettacolo è presentato nell'ambito delle iniziative di Pistoia Capitale Italiana della Cultura 2017, in collaborazione con Associazione Teatrale Pistoiese Centro di Produzione Teatrale.
Prenotazione obbligatoria, spettacolo per 1 spettatore alla volta e 54 persone a replica (un ingresso ogni 4 minuti). E’ necessario arrivare almeno 15 minuti prima dell’orario di ingresso stabilito al momento della prenotazione.
Vietato ai minori di anni 13. E’ consigliato segnalare se si è in stato di gravidanza

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: