Skin ADV
La Voce di Pistoia
  • 22:07 - 23/7/2017
  • 530 utenti online
  • 23362 visite ieri
  • [protetta]
  • Cerca:
In evidenza:  
HOCKEY PISTOIA

Se l’hockey giocato è in fase di stallo da almeno un mese in attesa della nuova stagione agonistica, non si può dire altrettanto per il gruppo dirigente della Società hockeistica pistoiese Hc Pistoia, costantemente impegnata nelle fasi di programmazione dell’attività sportiva per la prossima stagione che inizierà ufficialmente il 01/09/2017

ATLETICA

Tre gli ori, due per la specialista negli ostacoli. Diciotto le medaglie, oltre a numerosi record personali abbattuti

CALCIO

Mentre la S.S. Granducato A.S.D. (foto) si accinge a rappresentare la provincia di Pistoia nelle finali nazionali arancio-blu di calcio a 7 in programma a Montecatini Terme dal 12 al 16 luglio, nella nuova sede pistoiese del CSI di via del Frutteto già si lavora sodo in vista della stagione sportiva 2017/18, 

ATLETICA

Trentaquattro titoli regionali, secondo posto ai Campionati di Società e qualificazione alle fasi nazionali. E da venerdì di nuovo in pista per i tricolori individuali

TENNIS

Giornata di riposo quella di oggi allo Sporting Club Montecatini. Imprevista quanto opportuna. Molti dei protagonisti dei quarti di finale del torneo Open 

PISTOIA - ABETONE

Trionfo ruandese alla Pistoia-Abetone Ultramarathon 50km: ad aggiudicarsi la 42esima edizione è Jean Baptiste Simukeka (Vini Fantini by Farnese), alla prima esperienza sui tornanti pistoiesi. Il runner africano ha tagliato per primo il traguardo di Piazza delle Piramidi fermando il cronometro a 3h 27' 13''.

MTB

È stato un successo organizzativo senza precedenti quello dell’ottava edizione della Granfondo Pissei Edita Pucinskaite, evento organizzato dall’Avis Bike Pistoia, partito all’alba del 18 giugno in Piazza del Duomo a Pistoia e terminato nel pomeriggio al Circolo di Santomato.

ATLETICA

Titolo italiano per Paola Paolicchi a Mantova e storica vittoria al Golden Gala nei 1000 master per Alessandro Iacomino. Al meeting romano grande prova anche della staffetta 4x100, che fa segnare il miglior tempo societario di tutti i tempi

MOSTRA

Anime e veli è il tema delle cinque sculture alte circa 2 metri e mezzo. Tre di loro saranno in bronzo e due in marmo, "Il tema è quello del rapporto fra l’umanità e la religione, le idee e le regole sociali"

DENTRO PISTOIA
di Simone Magli

Con questa nuova rubrica, “Dentro Pistoia”, vi accompagnerò nella parte più intima di Pistoia, con le mie poesie visive. Armato di Iphone ed entusiasmo, immortalerò segreti e tradizioni della nostra città

MOSTRA

L’inaugurazione avrà luogo venerdì 21 luglio. Alle ore 18, prima del ‘taglio del nastro’ in San Leone, i partner di progetto interverranno per presentare l’iniziativa presso la Chiesa di San Giovanni Fuorcivitas la Visitazione di Luca della Robbia

DENTRO PISTOIA
di Simone Magli

Con questa nuova rubrica, “Dentro Pistoia”, vi accompagnerò nella parte più intima di Pistoia, con le mie poesie visive. Armato di Iphone ed entusiasmo, immortalerò segreti e tradizioni della nostra città

CONFERENZE

Scopri con noi la nostra Montagna. Storia, segreti e natura della Montagna Pistoiese. Dodici incontri dedicati alla scoperta degli aspetti storici e naturalistici della Montagna Pistoiese

DENTRO PISTOIA
di Simone Magli

Con questa nuova rubrica, “Dentro Pistoia”, vi accompagnerò nella parte più intima di Pistoia, con le mie poesie visive. Armato di Iphone ed entusiasmo, immortalerò segreti e tradizioni della nostra città

MOSTRA

Opere d’arte pittoriche al posto della pubblicità. È questa l’idea alla base dell’installazione RICHIAMI che l’artista Fabrizio Da Prato realizzerà dal 17 al 31 luglio a Pistoia

MOSTRA

La mostra, che comprende una selezione di sculture e disegni,. sarà inaugurata sabato 1 luglio alle 18 all'interno dell'Oratorio di San Michele in Cioncio (Via De' Rossi 26) con la presentazione del curatore Gianluca Cioni e alla presenza dell'artista

Dal libro
"PER MIA FORTUNA, AMANDO, MI SONO ROVINATO .....
Il consenso delle stelle

Esiste una favola vera
dove .....
Una vasta prateria
campi e prati incolti
un ex soldato .....
Milano ecco il sogno per i tanti che cercavano e cercano .....
Vendo 1 bancale di pellet di abete di produzione locale (in sacchetti .....
Giovedì 30 Marzo 2017 ore 21 presso Caffetteria Il Moderno ad .....
Persona sola cerca a Pistoia piccolo appartamento 40/ 50 mq. .....
Spett/ le redazione "ITirreno"

Questa mia mail, per mettervi .....
Serravalle Pistoiese
Pistoia
Quarrata
Quarrata
Pistoia
Quarrata
Pistoia
Pistoia
IL FUNARO
Alessandro Bergonzoni al Funaro

29/4/2017 - 11:25






Il 6 maggio, al Funaro, Alessandro Bergonzoni incontra, con Riccardo Rodolfi, il pubblico di Pistoia Capitale Italiana della Cultura, sul tema “Urge città e cultura”: una riflessione che è un invito a fare voto di “vastità” nel perseguire obiettivi di politica culturale e in tutti gli ambiti della vita. 
Insieme all’incontro la proiezione del film “Urge”, tratto dall’omonimo spettacolo teatrale.

Sabato 6 maggio, alle ore 21 Alessandro Bergonzoni sarà al Funaro per un progetto speciale: la proiezione del film “Urge” e la conferenza dal titolo “Urge città e cultura”. Il film è tratto dallo spettacolo omonimo, un monologo che combatte artisticamente e civilmente le vacuità e le “metastasi culturali” della società di massa. Una giornata per interrogarsi sull’importanza del fare “voto di vastità”, in tutti gli ambiti.
 
L’incontro vedrà in scena Alessandro Bergonzoni e Riccardo Rodolfi, regista del film, di molti suoi spettacoli a teatro e soprattutto, da lungo tempo, sua sponda dialettica nelle dense, poetiche e originali peregrinazioni artistiche, umane e intellettuali. E’ rivolto al pubblico di Pistoia Capitale Italiana della Cultura 2017, a tutti coloro che, toscani e non, siano interessati a riflettere su buone politiche culturali comunitarie, su quanto può e deve restare fra gli obiettivi della collettività, al di là dei titoli e delle nomine di cui si è investiti temporaneamente. Si partirà dall’introduzione del film “Urge” che ruota attorno al voto di “vastità” che Bergonzoni ha fatto, come uomo prima che come artista: l’etica per lui va a braccetto con l’estetica. Una posizione morale che prevede che tutto possa essere incluso se “riorganizzato”, come nei suoi monologhi fiume, a teatro, in cui viene accolta ogni singola parola, per svelarne le possibilità, valorizzarne la funzione nel contesto e infine armonizzarla col tutto, come con le note, in uno spartito musicale. L’incontro col pubblico tradisce il primo titolo che si era immaginato, “Città e cultura”, perché una Città, per essere tale deve sempre fare cultura, è fra le sue responsabilità. Allora è diventato “Urge città e cultura”: urge una città, un paese che non si dimentichi mai di produrre cultura, in ogni anno, in ogni stagione (politica e astronomica). Una città che faccia quel voto di “vastità” ovvero che includa e armonizzi il meticciato sociale, artistico e umano, per scoprire che non è solo una ricchezza, è pura poesia. Non accade spesso che Alessandro Bergonzoni introduca pubblicamente la sua opera ma ancora più raramente accade che incontri gli spettatori con Riccardo Rodolfi. Un dialogo, non un monologo: le possibilità qui si raddoppiano.

Dallo spettacolo teatrale omonimo di Alessandro Bergonzoni è nato il film “Urge”, un urlo contro il piccolo, l’innocuo, il semplice non-so: urge grandezza non mania di grandezza, urge fantasia.  Attraverso un profondo lavoro sulla voce e sul pensiero, sulla scrittura e sul corpo, Bergonzoni ci fa viaggiare attraverso i suoi temi più cari, l'altro, l'oltre, il rimbalzo della norma, il gioco di specchi, e ci incita a fare voto di “vastità”. Ma cosa è la “vastità”? Questa è la domanda che Bergonzoni pone allo spettatore, la cui risposta si trova nell’aprirsi all’incommensurabile, all’invisibile, all’incredibile, all’onirico, per uscire da abitudini mentali indotte dalla selva di discorsi in cui tutti ci troviamo immersi. Dice del film Riccardo Rodolfi: “Indubbiamente "Urge" nasce nel 2010 per il teatro. Con questo spettacolo Alessandro Bergonzoni ha chiuso un ciclo, un'ideale trilogia cominciata con "Predisporsi al micidiale", continuata con "Nel" e conclusasi proprio con "Urge". Spettacolo importantissimo, quindi, visto che da qui riparte un nuovo percorso che porterà l'autore-attore ad inserire nella sua visione artistica, prevalentemente fantastica ed immaginifica, alcune parti di una realtà bisognosa di osservazioni e cambiamenti. Ed è proprio per un senso di necessità artistica, e non di trasposizione mediatica, che abbiamo deciso di riprendere lo spettacolo, con macchine digitali ad alta definizione, e trasferirlo di peso al cinema. E qui sta il bello. Ovvero ci siamo accorti strada facendo che "Urge" mutava sotto le inquadrature delle camere, si trasformava nell'uso dei primi piani stretti, nelle sfumature attoriali viste da punti di vista impossibili in teatro. In poche parole ci trovavamo sì lo spettacolo che conoscevamo a memoria ma nello stesso tempo durante le riprese lo vedevamo, anche noi, sotto aspetti inediti e artisticamente imprevisti. Il divertimento mutava in funzione di una concentrazione e di una partecipazione che solo il grande schermo consente, permettendoci di entrare sotto la pelle e molto vicino al cuore dello spettacolo. Le camere non solo filmavano "Urge" ma lo facevano diventare altro. E questo altro è "Urge il Film"”.
Questa serata è stata pensata dal Funaro per approfondire, tra fotogrammi e parole dal vivo, “il mondo secondo Bergonzoni”, artista già ospite del Centro nel 2013 e con cui il dialogo prosegue al motto di “Ribellarsi (rivolere il Bello).
 
Fino a dicembre 2017 il Funaro porterà in scena a Pistoia il teatro e la cultura di sei paesi del mondo (Canada, Francia, Germania, Inghilterra, Spagna, Repubblica Ceca), con dieci spettacoli di cui quattro in debutto nazionale. Un cartellone internazionale - fatto di nomi nuovi e nomi che ritornano di anno in anno per approfondirne la poetica - che si intreccia ai progetti non solo teatrali pensati soprattutto per il territorio, alle residenze artistiche, la formazione per professionisti e non, le letture e gli incontri con Maestri della scena contemporanea come Massimiliano Civica. La “formula Funaro” miscela linguaggi e discipline per accompagnare lo sguardo di diverse tipologie di pubblico. “Mondo e territorio” sono dal 2009, anno di apertura del Centro, le due direttrici che segnano il cammino di questa struttura, Premio Micco nel 2011 (il maggiore riconoscimento della Città di Pistoia), Premio dell’Associazione Nazionale dei Critici di Teatro e Premio Speciale Ubu nel 2012. Il recente riconoscimento di Pistoia Capitale Italiana della Cultura 2017 diventa così la possibilità di proseguire con maggiore forza la strada iniziata sette anni fa.
In occasione di Pistoia Capitale Italiana della Cultura 2017 (tutte il programma su www.pistoia17.it) decidendo di “regalare Cultura” il Funaro premia: acquistando una Card Funaro per uno o più spettacoli si avrà diritto ad uno o più ingressi ridotti. Biglietto per lo spettacolo e biglietto a prezzo ridotto non sono nominali.
In alternativa di può regalare una Cartolina Funaro, per una delle tante attività del Centro: un corso annuale, il Cinetandem, un laboratorio A quattro mani, un Leggiamo poi si vedrà, solo per fare qualche esempio (chiedendo in segreteria verranno illustrate tutte le proposte disponibili).
Il Funaro è fra le strutture accreditate dove poter spendere il Bonus Cultura di € 500 dedicato a chi è nato nel 1998 (18app) e quello di € 500 dedicato ai docenti (Carta Docente). E' una iniziativa a cura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e della Presidenza del Consiglio dei Ministri dedicato a promuovere la cultura.

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: