Skin ADV
La Voce di Pistoia
  • 13:05 - 26/5/2018
  • 906 utenti online
  • 48104 visite ieri
  • [protetta]
  • Cerca:
In evidenza:  
CHITI SCHERMA

Un successo di enorme prestigio per il giovane alfiere della Chiti Scherma e per tutto il movimento pistoiese. La gara si è disputata nella usuale cornice di Riccione, dove nell’arco di una settimana si sono alternati in pedana oltre 3000 atleti appartenenti alle categorie under 14

BASKET

Dopo tre anni ricchi di gioie e successi, le strade del Pistoia Basket 2000 e di coach Vincenzo Esposito si separano. Approdato a Pistoia nell'estate del 2015, Esposito ha totalizzato 97 presenze sulla panchina biancorossa (tutte in serie A) riportando alcuni significativi record nella storia del basket cittadino.

CALCIO

Alla manifestazione prenderanno parte 69 squadre (60 maschili e 9 femminili) per un totale di oltre 200 partite nei 16 campi da gioco allestiti all’impianto del Centro Sportivo Renzo Brizzi di Massa e Cozzile

MTB

Sono state consegnate due targhe, una alla società con la scritta "All'Avis Bike Pistoia, perché ​l'​unione fa la forza", l'altra con la dedica "Ad Edita Pucinskaite, Campionessa nello Sport e nella Vita"

CALCIO

Sono aperte le iscrizioni al “F. Real Madrid Clinics” il camp estivo riservato a ragazzi tra 7 e 15 anni in programma al campo Edy Morandi delle Fornaci dal 18 al 22 giugno prossimi

SCHERMA

L’ultima prova interregionale under 14 ha regalato molte soddisfazioni alla Chiti Scherma. La lunga maratona stagionale che ha portato gli atleti delle categorie più giovani a disputare ben tre prove nazionali, due interregionali e due regionali, si è conclusa sulle pedane di Arezzo

PODISMO

Domenica 15 aprile torna la kermesse sportiva  9° Trofeo CNA 10.000 City Run, la gara podistica competitiva (10 km) e ludico motoria (5 km) organizzata da CNA PENSIONATI TOSCANA CENTRO, Uisp e Associazione Silvano Fedi

ATLETICA CARIPIL

Sono nove le medaglie conquistate dalla società pistoiese ai Toscani Indoor Junior, Under16 e Under14. Spicca Alessio Geri che vince il titolo e poi piazza la seconda misura stagionale italiana dell’anno nel salto in alto con 1.86m fra gli Under16

MOSTRA

Alla Fondazione Vivarelli potremo vedere opere che contengono sia l’architettura, sia il paesaggio che la ospita. Questi lavori fanno parte di una ricerca che rimane un punto importante nel lavoro di Basetti, da cui ha tratto “linfa” vitale

PISTOIA MINIMAL
di Simone Magli

Per scoprire piccoli dettagli di Pistoia, dando ogni volta un’indicazione sul luogo dello scatto, ma senza svelare più di tanto, nella speranza che nei lettori si alimenti la voglia di osservare, stupirsi, conoscere angoli preziosi della città

MOSTRA FOTOGRAFICA

Dodici foto per raccontare gli eccessi della vita contemporanea. Dal 21 maggio alla San Giorgio la mostra di Legambiente Pistoia con foto di Beatrice Beneforti

PISTOIA MINIMAL
di Simone Magli

Per scoprire piccoli dettagli di Pistoia, dando ogni volta un’indicazione sul luogo dello scatto, ma senza svelare più di tanto, nella speranza che nei lettori si alimenti la voglia di osservare, stupirsi, conoscere angoli preziosi della città

MOSTRA

Tutti gli eventi si svolgeranno dal 17 al 30 maggio nella straordinaria cornice dell'ex chiesa di san Giovanni Battista in corso Gramsci 41

PISTOIA MINIMAL
di Simone Magli

Per scoprire piccoli dettagli di Pistoia, dando ogni volta un’indicazione sul luogo dello scatto, ma senza svelare più di tanto, nella speranza che nei lettori si alimenti la voglia di osservare, stupirsi, conoscere angoli preziosi della città

RASSEGNA TEATRALE

“In-canti sotto la luna” è il titolo che la Fondazione Turati ha voluto dare alla sua prima rassegna teatrale, articolata in 4 spettacoli,  che si terrà, nell’estate del 2018, nel giardino del Centro Socio-Sanitario che la Turati gestisce a Gavinana

PISTOIA MINIMAL
di Simone Magli

Per scoprire piccoli dettagli di Pistoia, dando ogni volta un’indicazione sul luogo dello scatto, ma senza svelare più di tanto, nella speranza che nei lettori si alimenti la voglia di osservare, stupirsi, conoscere angoli preziosi della città

Mai sarebbe andata,
ma in qualche modo
lasciai .....
Dal libro
"PER MIA FORTUNA, AMANDO, MI SONO ROVINATO .....
Il consenso delle stelle

Esiste una favola vera
dove .....
Una vasta prateria
campi e prati incolti
un ex soldato .....
EURO 63. 000, 00

Pescia, centro storico, 3° piano.
Tre .....
Vendo o scambio a 18 km da Bologna (Medicina) appartamento mansardato .....
La mostra si terrà presso lo spazio ArtistikaMente in Largo .....
Cerchiamo su Pistoia n. 3 ragazze disposte a fare da modelle .....
SERRAVALLE
Elena Bardelli (Fdi-An) attacca: "La Giunta comunale già in campagna elettorale con il testamento biologico"

6/3/2016 - 8:31

SERRAVALLE

Comunicato stampa a cura di Elena Bardelli (Fdi-An): "Informiamo i cittadini di Serravalle, visto che non lo ha fatto ufficialmente il Comune, che nell'ultima seduta del Consiglio è stato approvato, presentato da due Assessori e due Consiglieri di maggioranza, l'ordine del giorno sul testamento biologico. Invece di pensare ai problemi concreti dei cittadini (tasse, scuola, lavoro, disabilità, sanità ), la Giunta si impegna a chiedere l'istituzione di una legge nazionale su un tema -il fine vita- che è da sempre il cavallo di battaglia di un certo orientamento politico e che puntualmente viene riproposto in prossimità delle elezioni. Evidentemente il centrosinistra ha iniziato con un po' di anticipo la campagna elettorale adeguandosi alla linea nazionale, in barba alle necessità reali della gente, che si aspetterebbe ben altre mozioni o ordini del giorno. Sappia dunque la cittadinanza che nel testo si auspica "che venga riconosciuta ad ogni cittadino che si trovi in condizioni di lucidità mentale il diritto ad esprimere la propria volontà riguardo le cure o i trattamenti sanitari che intende ricevere, in caso di malattia incurabile, giunta allo stadio terminale, oppure in caso di "stato vegetativo" persistente, prolungato, per lunghi periodi di tempo". Il dibattito è partito subito con il piede sbagliato: il Consigliere Fassio, che ha introdotto il tema, si è preoccupato innanzitutto di invitare i colleghi, prima di votare, a lasciare da parte le proprie convinzioni religiose in merito alla questione, come se l'adesione personale alla dottrina sociale della Chiesa fosse un cappotto che si può indossare o togliere all'occorrenza, dimenticando tra l'altro che proprio lui, sul tema immigrazione, aveva criticato la posizione della sottoscritta sulla base di citazioni dell'attuale Pontefice (viva la coerenza!). Abbiamo contrastato il provvedimento ed espresso voto contrario perché la richiesta, senza precisare con chiarezza cosa si intenda per "cure o trattamenti sanitari" da poter ricevere o rigettare nel caso di malattia giunta allo stadio terminale, si presta a interpretazioni diverse e al pericolo di manipolazione ideologica, con il rischio di legittimare forme mascherate di eutanasia. I proponenti infatti hanno omesso di rispondere alle domande della sottoscritta circa la distinzione, doverosa in questo caso, tra terapie appropriate, sempre obbligatorie, e accanimento terapeutico, che è legittimo respingere. Come hanno ignorato la sollecitazione ad esprimersi in merito all'alimentazione e all'idratazione artificiale, che, essendo fonte di sostentamento per la persona e non trattamenti medici, non possono mai essere sospese. Il consigliere Fassio ha ritenuto le questioni sollevate di secondaria importanza, da chiarire eventualmente dopo l'approvazione dell'odg.Vogliamo ricordare che la vita costituisce per tutti, credenti o non credenti, un bene indisponibile. A nostro avviso, escluso l'accanimento terapeutico, nessuno può decidere sulla propria vita o su quella degli altri, nemmeno il medico autorizzato preventivamente: già Ippocrate (V-IV secolo a. C), il cui giuramento peraltro è ancora vincolante per gli operatori sanitari - come Fassio per la sua professione dovrebbe ben sapere - insegnava che il medico in ogni caso ha il compito di curare il malato, non di eliminarlo. Nessun potere legislativo può ignorare la priorità della legge naturale, che precede quella scritta perché insita nella natura stessa dell'uomo, come recita la nostra Costituzione. Abbiamo respinto anche la richiesta della redazione di un regolamento comunale che permetta e disponga la raccolta e la conservazione dei testamenti biologici. Si tratta infatti di atti che non hanno nessun valore legale o giuridico, se non soltanto significato simbolico, come il registro comunale delle unioni civili, in cui nessuna coppia si è iscritta, dando ragione a quanto sostenevamo. È pura strumentalizzazione ideologica: si intende anticipare nei comuni, creandola, una legge che non esiste ancora, scavalcando il Parlamento o sostituendosi ad esso".

 

Elena Bardelli

Consigliere Comunale FdI-AN 

Fonte: Elena Bardelli
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: