Skin ADV
La Voce di Pistoia
  • 01:05 - 23/5/2019
  • 621 utenti online
  • 29153 visite ieri
  • [protetta]
  • Cerca:
In evidenza:  
SCHERMA

Resta comunque un 4° posto di tutto rispetto che lascia la compagine pistoiese ai vertici nazionali. E ora tocca alle ragazze, che a giugno a Palermo dovranno lottare per conquistare la salvezza in serie A/1.

BILIARDO

Si ritorna in Italia e più precisamente a Pistoia. Il palazzetto dello sport cittadino, il PalaCarrara, ospiterà i biliardi sui quali si disputeranno le fasi finali della rassegna Iridata, giunta alla sua 24° edizione

CALCIO

È con profonda amarezza che dobbiamo purtroppo prendere atto che il calcio a Pistoia sta vivendo uno dei periodi più bui della sua storia quasi centenaria: eppure siamo nella terza serie professionistica nazionale e, almeno finora, non abbiamo corso seri pericoli di retrocessione

BASKET

"Con i giocatori ho toccato spesso il tasto dell'amor proprio: la situazione è difficilissima, ma finire al meglio la stagione, anche sul piano individuale, può per ognuno di loro essere importante anche per il futuro. Proverò a far sì che i ragazzi prendano questo aspetto di natura personale per mettere insieme una buona prova di squadra"

ATLETICA

I migliori lanciatori over 35 d'Italia si sono dati appuntamento al campo scuola il 27 e 28 aprile scorsi. Pistoia sede di fiducia della FIDAL 

BASKET

Anche se virtualmente poi dovremo aspettare i risultati di domenica, non sono abituato a buttare la palla in tribuna: mi sembra evidente che per la situazione in cui siamo, per la classifica e per i numeri, domani è la nostra ultima chance

BASKET

In una situazione oggettivamente molto difficile, sarà importante per Pistoia riuscire a controllare anche l'aspetto emotivo: "E' una delle cose che ci sono mancate contro Torino -spiega Moretti- dal momento che per non aver saputo controllare i nervi abbiamo regalato ai nostri avversari tre possessi e sette tiri liberi"

BASKET

Finisce 81-78 al termine di una gara combattutissima: Pistoia, condannata anche dagli episodi, vede allontanarsi la salvezza.

Fernando Aramburu ai Dialoghi sull'Uomo

La difficoltà di convivere, l’odio, la vendetta sono da sempre temi centrali della letteratura di tutti i tempi. Lo sono anche del romanzo Patria e dei racconti di Dopo le fiamme di Fernando Aramburu, uno degli scrittori più amati degli ultimi anni

ARTE

Domenica 12 maggio dalle ore 17, presso Lo Spazio di via dell’ospizio, verrà inaugurata la mostra di disegni di Alessandro Sarteschi, "Imprendibile orizzonte".

TEATRO

Asciutto e sincero, empatico e semplice, costruito con l'amichevole supervisione de Gli Omini, Passo dopo arriva in Segheria, con una chitarra, una voce e un pianoforte

POESIA

Venerdì 10 maggio SassiScritti organizza a Pistoia Le cose illuminate una passeggiata poetica e musicale per ricordare Sergio Salabelle che, attraverso la libreria Les Bouquinistes ha costruito un centro di cultura e aggregazione importante per la città

STORIA

25 APRILE 2019 Festa di Liberazione, omaggio alla Resistenza Ore 11 - Piazza della Resistenza – Pistoia - Cerimonia al monumento ai caduti. Ore 12 – Piazza del Duomo – Pistoia - Concerto Bande. Organizzata da CUDIR Pistoia.

MOSTRA

Proseguirà nel Battistero di San Giovanni in Corte fino a domenica 2 giugno 2019 (apertura tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 18) l'esposizione del Crocifisso di Jorio Vivarelli, insieme alle fotografie di Aurelio Amendola

TEATRO

La compagnia de Gli Omini lancia gli ultimi appuntamenti che completeranno la micro-stagione di spettacoli cominciata a gennaio 2019 in Segheria, lo spazio pistoiese in zona Sant’Agostino

MOSTRA

Venerdì 12 aprile alle ore 18 la Fondazione Marino Marini di Pistoia inaugura la personale della fotografa cinese Gao Yuan. La mostra rimarrà aperta fino al 16 giugno e propone laboratori per bambini condotti dalla stessa Yuan

Non ho bisogno di te, ho voglia di te. vita mia
Non .....
Mai sarebbe andata,
ma in qualche modo
lasciai .....
Dal libro
"PER MIA FORTUNA, AMANDO, MI SONO ROVINATO .....
Il consenso delle stelle

Esiste una favola vera
dove .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Pescia, centro storico, 3° piano.
Tre vani e ½ di mq. 60 .....
Randstad Italia Spa

Ricerca

per ALIA Servizi Ambientali .....
PROVINCIA
Tante castagne sulla montagna pistoiese, la Coldiretti promuove la riaccensione dei metati per "Far bene al territorio"

17/10/2015 - 10:09

Belle e tante. E dopo anni senza frutti, i castagni della montagna pistoiese hanno ricominciato a popolarsi di ricci. Finalmente si possono riaccendere metati (locale realizzati in pietra o mattoni destinati alla essiccazione delle castagne) e riattivare i mulini per produrre farina, e quindi necci e altre specialità. “È quasi scomparso il cinipide che negli ultimi anni ha praticamente azzerato la nostra produzione -commenta Coldiretti Pistoia-. Una manna per il nostro palato e per il sostentamento delle aziende agricole montane, che dà speranza. Siamo sicuri che i consumatori apprezzeranno il ritorno della qualità della castagna montanina: nelle sagre autunnali, nei mercati Campagna Amica di Pieve a Nievole, Pescia, Cantagrillo, Quarrata e Pistoia. O gustando le molteplici pietanze a base di castagne a casa o nei ristoranti”.
Negli ultimi 4-5 anni la produzione di castagne si è ridotta fino a quasi azzerarsi. Colpa del cinipide, un l'insetto killer che ha impedito la produzione del frutto che nell'immediato secondo dopoguerra era l'alimento base per la montagna.
Se l'anno scorso la produzione di castagne ha rasentato lo zero, quest'autunno c'è stata una repentina inversione di tendenza e, se non ci fosse stato il gran caldo estivo, “avremmo avuto una produzione ai livelli di 15/20 anni fa -spiega Cesare Lorenzi, storico produttore di Marliana-”.
La lotta al cinipide è condotta tramite un insetto antagonista (Torimus), posizionato nei castagneti, per contrastare l'insetto killer. Ma la repentina 'scomparsa' del cinipide “è dovuta soprattutto alle favorevoli condizioni climatiche che ne hanno impedito la riproduzione”, spiega ancora Lorenzi.
Da Cireglio a San Marcello e Cutigliano tanti sono i produttori agricoli che hanno con soddisfazione visto il ritorno del prodotto locale.
E i castagni sono pieni di ricci, “un'ottima annata, anche se sugli alberi ci sono rami molto carichi e altri completamente seccatisi in questi anni di crisi -spiega Fabio Bizzarri produttore agricolo di Cireglio-”.
“Sono castagne belle e non bacate -aggiunge Sonia Vellutini di San Marcello-”.
Ma non per tutti è così, ci sono zone dove la produzione ancora langue, come lamenta un produttore di Torri di Popiglio. Ma in generale, a inizio raccolta, la soddisfazione è tanta: “abbiamo tantissime castagne -spiegano dall'azienda agricola La Piastra di Pian degli Ontani-. Si comincia a cogliere in questi giorni e si accende il metato”.
La ridotta produzione locale aveva provocato lo scorso anno una massiccia importazione di prodotti dall’estero in particolare da Spagna, Portogallo, Turchia, Slovenia e Romania.
L’aumento del prodotto, in tutta la Toscana, contribuirà ad rallentare le importazioni anche se Coldiretti invita i consumatori a prestare attenzione alla qualità e suggerisce di ricorrere a un più genuino fai da te casalingo per garantirsi un prodotto fresco, sicuro e a costi accessibili.
 
Nonostante che la castanicoltura sia a maggioranza 'part time', la pochezza di produzione ha effetti sull’abbandono dei castagneti da parte dei castanicoltori, con conseguenze disastrose per il mantenimento del territorio, l’integrazione al reddito e alla continuità della sua presenza nei territori marginali e montani. Per queste motivazioni, ricorda Coldiretti, è necessario che le istituzioni mettano in campo azioni determinanti per il rilancio del settore, tra cui sicuramente più controlli sull’origine delle castagne messe in vendita, per evitare che diventino tutte, incredibilmente, castagne italiane.

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: