Skin ADV
La Voce di Pistoia
  • 09:05 - 21/5/2019
  • 799 utenti online
  • 25184 visite ieri
  • [protetta]
  • Cerca:
In evidenza:  
SCHERMA

Resta comunque un 4° posto di tutto rispetto che lascia la compagine pistoiese ai vertici nazionali. E ora tocca alle ragazze, che a giugno a Palermo dovranno lottare per conquistare la salvezza in serie A/1.

BILIARDO

Si ritorna in Italia e più precisamente a Pistoia. Il palazzetto dello sport cittadino, il PalaCarrara, ospiterà i biliardi sui quali si disputeranno le fasi finali della rassegna Iridata, giunta alla sua 24° edizione

CALCIO

È con profonda amarezza che dobbiamo purtroppo prendere atto che il calcio a Pistoia sta vivendo uno dei periodi più bui della sua storia quasi centenaria: eppure siamo nella terza serie professionistica nazionale e, almeno finora, non abbiamo corso seri pericoli di retrocessione

BASKET

"Con i giocatori ho toccato spesso il tasto dell'amor proprio: la situazione è difficilissima, ma finire al meglio la stagione, anche sul piano individuale, può per ognuno di loro essere importante anche per il futuro. Proverò a far sì che i ragazzi prendano questo aspetto di natura personale per mettere insieme una buona prova di squadra"

ATLETICA

I migliori lanciatori over 35 d'Italia si sono dati appuntamento al campo scuola il 27 e 28 aprile scorsi. Pistoia sede di fiducia della FIDAL 

BASKET

Anche se virtualmente poi dovremo aspettare i risultati di domenica, non sono abituato a buttare la palla in tribuna: mi sembra evidente che per la situazione in cui siamo, per la classifica e per i numeri, domani è la nostra ultima chance

BASKET

In una situazione oggettivamente molto difficile, sarà importante per Pistoia riuscire a controllare anche l'aspetto emotivo: "E' una delle cose che ci sono mancate contro Torino -spiega Moretti- dal momento che per non aver saputo controllare i nervi abbiamo regalato ai nostri avversari tre possessi e sette tiri liberi"

BASKET

Finisce 81-78 al termine di una gara combattutissima: Pistoia, condannata anche dagli episodi, vede allontanarsi la salvezza.

Fernando Aramburu ai Dialoghi sull'Uomo

La difficoltà di convivere, l’odio, la vendetta sono da sempre temi centrali della letteratura di tutti i tempi. Lo sono anche del romanzo Patria e dei racconti di Dopo le fiamme di Fernando Aramburu, uno degli scrittori più amati degli ultimi anni

ARTE

Domenica 12 maggio dalle ore 17, presso Lo Spazio di via dell’ospizio, verrà inaugurata la mostra di disegni di Alessandro Sarteschi, "Imprendibile orizzonte".

TEATRO

Asciutto e sincero, empatico e semplice, costruito con l'amichevole supervisione de Gli Omini, Passo dopo arriva in Segheria, con una chitarra, una voce e un pianoforte

POESIA

Venerdì 10 maggio SassiScritti organizza a Pistoia Le cose illuminate una passeggiata poetica e musicale per ricordare Sergio Salabelle che, attraverso la libreria Les Bouquinistes ha costruito un centro di cultura e aggregazione importante per la città

STORIA

25 APRILE 2019 Festa di Liberazione, omaggio alla Resistenza Ore 11 - Piazza della Resistenza – Pistoia - Cerimonia al monumento ai caduti. Ore 12 – Piazza del Duomo – Pistoia - Concerto Bande. Organizzata da CUDIR Pistoia.

MOSTRA

Proseguirà nel Battistero di San Giovanni in Corte fino a domenica 2 giugno 2019 (apertura tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 18) l'esposizione del Crocifisso di Jorio Vivarelli, insieme alle fotografie di Aurelio Amendola

TEATRO

La compagnia de Gli Omini lancia gli ultimi appuntamenti che completeranno la micro-stagione di spettacoli cominciata a gennaio 2019 in Segheria, lo spazio pistoiese in zona Sant’Agostino

MOSTRA

Venerdì 12 aprile alle ore 18 la Fondazione Marino Marini di Pistoia inaugura la personale della fotografa cinese Gao Yuan. La mostra rimarrà aperta fino al 16 giugno e propone laboratori per bambini condotti dalla stessa Yuan

Non ho bisogno di te, ho voglia di te. vita mia
Non .....
Mai sarebbe andata,
ma in qualche modo
lasciai .....
Dal libro
"PER MIA FORTUNA, AMANDO, MI SONO ROVINATO .....
Il consenso delle stelle

Esiste una favola vera
dove .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Il mio amico francesco Nesci, reduce da un ischemia nel 2017, .....
Pescia, centro storico, 3° piano.
Tre vani e ½ di mq. 60 .....
Randstad Italia Spa

Ricerca

per ALIA Servizi Ambientali .....
PISTOIA
Al centro culturale J. Maritain un incontro-dibattito sul tema: fondamentalismo e violenza religiosa

6/5/2015 - 19:12

Giovedì 7 maggio alle ore 21 al centro culturale J. Maritain presso il Seminario Vescovile - Via Puccini, 36 si sovlgerà un incontro-dibattito sul tema: Fondamentalismo e violenza religiosa. Relatore: Marco Massimiliano Lenzi, docente di sociologia delle religioni presso l'Istituto Superiore di Scienze Religiose di Firenze . Segue dibattito. Accesso al parcheggio da via Bindi

Il tentativo di analizzare i drammatici e sanguinosi eventi  che vedono oggi il radicalismo religioso violento di matrice islamica come protagonista dovrebbe, in primo luogo, tenere presente un interrogativo di fondo:  in quali termini è possibile individuare il nesso tra violenza e religione?  Il quesito ha dato luogo a due orientamenti interpretavi diversi. Il primo è ben sintetizzato da uno studioso italiano del fenomeno religioso, Giovanni Filoramo: «Vi è una violenza inerente alla logica stessa della religione e ai suoi rapporti con il mondo del divino, intrinseca alle sue pratiche e ai suoi riti e questo a prescindere ora dalle differenti teorie, di tipo psicanalitico o etologico che hanno cercato di spiegare questo nesso».

Il secondo è così delineato dal  maggiore studioso dei rapporti tra la violenza e il sacro, René Girard: «La violenza riguarda in primo luogo la natura umana: è una questione non direttamente religiosa, ma sociale e antropologica. Trasformare le religioni in capri espiatori della nostra violenza può, alla fine, avere solo l’effetto opposto».  Si tratta di due approcci valutativi di notevole importanza, in quanto possono determinare differenti atteggiamenti metodologici ed ermeneutici, tali da condizionare la comprensione degli eventi che oggi ci coinvolgono; in ciò comprendendo anche il confronto tra laicità e religione entro il nostro orizzonte culturale, come i recenti fatti di Parigi hanno evidenziato. In questa ottica, assume particolare rilievo l’ambigua e controversa nozione di fondamentalismo, soprattutto quando si intenda assumerla come categoria critica  applicabile a contesti storico-culturali e socio-religiosi  assai diversi tra loro, fatto salvo il legame ontologico riscontrabile tra modernità e quanto viene definito come fondamentalismo religioso.

E’ entro un quadro di fondo così delineato che si colloca la complessa e per niente omogenea dimensione dell’Islam contemporaneo, comprese le sue espressioni di radicalismo violento di stampo jihadista. Appare necessario, dunque, ripercorrere le traiettorie principali che hanno denotato le diversificate reazione dell’Islam alla modernità, così come è stata veicolata dall’Occidente, dalla fine del XVIII secolo ad oggi. E’ in tale prospettiva che il Centro culturale Maritain, attraverso questo incontro, intende proporre una riflessione più ad ampio raggio su tematiche che sono divenute, spesso in modo tragico, parte integrante della realtà contemporanea.

Fonte: Comunicato stampa
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: